Ci siamo: le giocatrici provano il percorso, al Golf Club Perugia dove da venerdì 27 a domenica 29 si disputerà il Ladies Italian Open presented by Ruco Line. Interessante prologo alla 24ª edizione dell’evento la Sanpaolo Invest Pro Am, giovedì 26 giugno. Il torneo, al quale prenderanno parte 127 concorrenti, si svolgerà sulla distanza di 54 buche (18 al giorno) su un tracciato rivelatosi un severo test quando lo scorso anno ha ospitato l’Umbria Open (Alps Tour) e che ha subito alcuni ritocchi per un appuntamento di ulteriore qualità. Il taglio dopo 36 buche promuoverà al terzo e ultimo giro le prime 50 classificate e le pari merito al 50° posto. Il montepremi è di 250.000 euro dei quali 37.500 euro andranno alla vincitrice. Il Ladies Italian Open presented by Ruco Line si riprende, dopo tre anni di assenza, il suo ruolo di preminenza nel calendario del Ladies European Tour per dare seguito a una storia fatta di tante imprese dovute ad alcune tra più forti atlete, non solo continentali. E l’albo d’oro è eloquente in merito. A rispetto della tradizione il field sarà di qualità con la partecipazione delle migliori azzurre che frequentano il circuito e con numerose straniere dal curriculum di peso. Si va dalla svedese Sophie Gustafson, ben 28 titoli nel palmares, sedici dei quali nel tour continentale e quattro nel LPGA Tour, alla sua connazionale Carin Koch, una carriera nel circuito statunitense con presenze alla World Cup of Golf, vinta proprio insieme alla Gustafson nel 2000, e con quattro presenze nella compagine europea di Solheim Cup. Altre candidate al titolo saranno la danese Malene Jorgensen, le inglesi Felicity Johnson e Sophie Walker, le francesi Anne-Lise Caudal, Cassandra Kirkland e Jade Schaeffer, la statunitense Beth Allen, la sudafricana Stacy Lee Bregman, la norvegese Marianne Skarpnord (suo il titolo nel 2009) e le thailandesi Nontaya Srisawang e Titiya Plucksataporn, esponenti di una scuola orientale in continua crescita. Tenete d’occhio il torneo,dunque. Ne vale la pena!