Questione di adeguarsi ai tempi.E,talvolta,di precorrerli. In quest’ottica l’UNA Golf Hotel Cavaglià ha presentato il suo nuovo percorso che, grazie agli importanti interventi di ampliamento, è passato da 9 a 18 buche. Il nuovo campo, secondo 18 buche della provincia biellese, è stato progettato dall’architetto Giorgio Ferraris con un par 68. Lena David, amministratore delegato di UNA Hotels & Resorts, ha voluto sottolineare l’occasione con queste parole: “Da sempre UNA sostiene in tutte le sedi istituzionali e tramite iniziative ad hoc la necessità di sviluppare politiche di promozione turistica, tanto che da anni è in prima linea nella promozione del golf, sia per aumentare il flusso turistico di questo target che per le sue potenzialità come volano per la valorizzazione della ricca offerta turistica italiana nel suo complesso. Per questo UNA si è impegnata da tempo a sostenere progetti volti a sviluppare la cultura del golf nel Paese” L’ampliamento del tracciato di Cavaglià è stato festeggiato con una Pro-Am inaugurale. Alla gara hanno preso parte oltre 120 amateur e 41 professionisti, tra cui Costantino Rocca, Alberto Campanile e Stefano Betti.La squadra capitanata dal Pro Corrado De Stefani, con i dilettanti Ludovico Paravella, Andrea Dragone e Gianfranco Brussani ha vinto il primo premio Netto. Per quanto riguarda la gara individuale professionisti vittoria di Alain Vergari con 64 colpi, seguito da Alberto Campanile e Andrea Perdoncin, secondi a pari merito con 65 colpi.