Trionfo azzurro nell’86° Portuguese International Amateur Championship, disputato sul percorso del Montado Hotel & Golf Resort (par 72), a Palmela in Portogallo: ha vinto Guido Migliozzi con 274 colpi (69 66 70 69, -14), al secondo posto si è classificato Andrea Saracino con 276 (69 70 68 69, -12), e il team di Italia A (Guido Migliozzi, Jacopo Vecchi Fossa, Luca Cianchetti) si è imposto nel Trofeo delle Nazioni con 412 (140 140 141, -11).Era la seconda uscita stagionale degli azzurri ed è stata ancora una vittoria dopo quella di Jacopo Vecchi Fossa nel Pals Winter Camp in Spagna. Inoltre per il terzo anno consecutivo gli italiani sono saliti sul gradino più alto del podio al Montado dopo Renato Paratore (2014) e Paolo Ferraris (2015).La coppia azzurra ha nettamente distaccato gli avversari che praticamente dal secondo turno, ossia da quando Migliozzi, è salito in vetta, non sono stati più in partita. Al terzo posto, in ritardo infatti di ben nove colpi, è terminato il danese John Axelsen (283, -5), un giocatore di ottima quotazione internazionale. “E’ stato un responso che ha premiato l’ottimo lavoro invernale svolto – ha detto Alberto Binaghi, direttore tecnico della squadra azzurra maschile – e che assume maggior valore se pensiamo che Migliozzi ha stabilito il nuovo punteggio più basso del torneo in condizioni proibitive con pioggia e vento. Inoltre c’erano in campo giocatori di ottima levatura, con team reduci da lavoro invernale svolto in paesi caldi, ma ancora una volta quanto abbiamo eseguito nel periodo di preparazione è stato assolutamente valido come testimoniano sia i successi nelle prime due gare dell’anno, sia il terzo titolo di fila in questa gara. Per quanto riguarda me e Federico Bisazza abbiamo fatto da caddie ogni giorno ai nostri ragazzi e, in particolare, abbiamo seguito nell’ultimo giro buca per buca, uno per ciascuno, Migliozzi e Saracino e questo credo che sia stato un ottimo supporto per loro”.