Oro e criptovaluta: la guerra di Putin al dollaro

downloadde-dollarizationethereum0103-730x486

ORO DI CINA E RUSSIA Sberbank, la più grande banca di Russia, ha iniziato le attività di vendita di oro in Cina; per la precisione, la sua filiale svizzera ha annunciato giovedì scorso un’operazione pilota di cessione di oro alle istituzioni finanziarie di Pechino (attraverso lo Shangai Gold Exchange), che dovrebbe arrivare a 6 tonnellate entro la fine del 2017. Il comunicato di Sberbank, pur se uscito sulla Reuters, non sembra aver destato particolare attenzione negli osservatori internazionali. Di per sé l’operazione sembra avere una valenza puramente commerciale tra due paesi (Cina e Russia) che rappresentano rispettivamente il primo e […]

  

TTIP e impunità per i banchieri

obama merkel

DALLA SOVRANITÀ DEGLI STATI A QUELLE DELLE MULTINAZIONALI “Penso che il TTIP non sia un accordo di libero scambio (…) Voi potete firmare un accordo di libero scambio con gli Usa, ma sarebbe di tre pagine“. Così ha detto il premio Nobel per l’Economia, Joseph Stiglitz, nel 2014 durante un Lectio Magistralis al Parlamento italiano. Il TTIP (il Trattato Transatlantico sul Commercio e gli Investimenti) invece di pagine ne ha 248, almeno quelle che Greenpeace è riuscita a svelare con la pubblicazione (non autorizzata) dei TTIP-leaks. Perché il TTIP sarà pure un accordo commerciale come dicono, ma è tenuto segreto e protetto neanche […]

  

Tutti i soldi della Clinton

bill-hillary-clinton-668037

HOUSE OF CARDS 675.000 dollari per tre discorsi davanti agli investitori di Goldman Sachs, sono troppi anche per lo smaliziato mondo politico americano abituato al cinismo di House of Cards. Eppure questo è quanto Hillary Clinton ha intascato nel 2013 dalla potente e discussa banca d’Affari al centro dei più devastanti scandali finanziari degli ultimi anni. Per Hillary Clinton la questione dei suoi rapporti di contiguità (e dipendenza) con il sistema finanziario americano, è una sorta di tallone d’Achille della campagna elettorale; molto più dello scandalo mail o dei disastri compiuti in politica estera quando era Segretario di Stato. Il […]

  

Il capitalismo e la sua negazione

haroldcredit

DUE DOMANDE Cosa pensa il mondo del capitalismo? Come si sta trasformando il capitalismo? Le due domande a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino e dall’implosione del modello comunista, sono quanto mai attuali. La crisi economica in Occidente, l’erosione della classe media (quella borghesia che è stata la spina dorsale della crescita capitalista) e lo svuotamento di sovranità delle democrazie liberali che sono la forma politica dentro la quale il capitalismo si è espresso, danno l’immagine di un modello in crisi. L’IDEA DEL CAPITALISMO Legatum Institute, un think tank britannico impegnato nella “rivitalizzazione di capitalismo e democrazia”, ha […]

  

È la dittatura bancaria che blocca l’economia

bce sede

L’EUROPA DELLE BANCHE CHE NON PIACE AI BANCHIERI Ad Antonio Patuelli, presidente dell’Abi (l’Associazione Bancari Italiana), quest’Europa non piace; è “come un’aquila bicipite: un solo corpo con due teste che si beccano l’un l’altra” ha dichiarato recentemente. Sentire il capo dei banchieri italiani criticare l’Europa (delle banche!) potrebbe produrre un mancamento anche al Colosso di Rodi. Secondo lui c’è un’Europa buona, “quella monetarista” (cioè appunto quella di Draghi e dei banchieri) “che spinge per lo sviluppo attraverso le abbondanti iniezioni di liquidità”; ed un’Europa cattiva “quella degli organismi internazionali, che spinge per un eccesso di regole”. Nel regime da socialismo […]

  

Il default della Russia? La solita balla

Pare che la Russia di Putin, non ci pensi proprio a finire in default. Nonostante gli uccelli del malaugurio che da oltre un anno annunciano l’imminente crollo dell’economia russa, gli ultimi dati sembrano smentire  queste previsioni. Certo la Russia è in profonda recessione come buona parte delle economie europee, ma nulla che faccia presagire il tanto annunciato (e da molti auspicato) “rischio default”. ALCUNI DATI MACROECONOMICI DEFICIT/PIL: il rapporto deficit/Pil russo è al 3,6%. Nel periodo di maggiore crisi recessiva, tra il 2010 e il 2012, gli Stati Uniti avevano un rapporto deficit/Pil del 10% e l’Eurozona del 6%; lo […]

  

Ma quale Grecia, fu Prodi a truccare i bilanci

Prodi3

AMNESIE Due giorni fa, in un convegno pubblico, l’ex Presidente del Consiglio Romano Prodi ha “rivelato” che la Grecia truccò i conti per entrare nell’euro. In molti hanno sottolineato come sia stupefacente che Prodi sveli questa verità solo di fronte al fallimento dell’euro e ad una crisi generata dagli errori di allora. Eppure nessuno ha fatto notare una cosa ancora più stupefacente: e cioè che Prodi accusa la Grecia di ciò di cui, in Europa, accusano lui. L’OPERAZIONE AUTOINGANNO Nel 2011, il settimanale tedesco “Der Spiegel” pubblicò una lunga inchiesta giornalistica sulla cosiddetta “Operazione autoinganno”, quella con la quale il […]

  

Meno Stato, più libertà: i due shock necessari

PIÙ STATO O MENO STATO? Il dibattito a sinistra è attraversato da una domanda surreale: occorre più Stato o meno Stato? Qualche giorno fa Massimo D’Alema è stato categorico: intervistato dal Corriere della Sera ha detto che bisogna “riscoprire il ruolo dello Stato come forza propulsiva dello sviluppo”. Di questi tempi, davanti alla dimensione mostruosa e inefficace della “mano pubblica”, chiedere più Stato per uscire dalla crisi è come pensare di rendere sobrio un alcolizzato dandogli più alcool. La realtà è che lo Stato è troppo presente e asfissiante con la sua burocrazia, con i suoi costi, con un’oppressione fiscale che […]

  

La “presa in giro” delle banche

L’amico imprenditore del nord-est è persona seria. Si muove da oltre 30 anni nel settore dell’agroalimentare; ha aziende affermate sul mercato italiano ed estero, capacità manageriali di altissimo livello e fatturati che testimoniano la vitalità delle sue imprese. È uno di quegli imprenditori italiani che produce ricchezza per sé e per il paese. Ieri mi ha chiamato sconvolto: “Oggi mi è successa una cosa assurda”. “Cosa?” “La mia banca ha chiamato e mi ha chiesto se potevo fare loro il favore di prendermi un fido di 500 mila euro a tassi stracciati; meno dell’1%”. “Beh, mi sembra ottimo; forse qualcosa […]

  

Redistribuzione: il blufflop della sinistra

Quindi sembrerebbe che i famosi 80 euro di Renzi siano stati un blufflop, cioè un incrocio tra un gigantesco bluff e un inevitabile flop. L’ha detto il Presidente di Confcommercio, Sangalli, qualche settimana fa; l’ha dovuto ammettere il ministro Del Rio in una recente intervista: “Pensavo francamente che avessero più effetto”. Amen. Non sappiamo se qualcuno ha avuto il coraggio di dirlo all’onorevole Picierno, l’eurodeputata renziana che a Ballarò sventolò lo scontrino di un supermercato per dimostrare che con gli 80 euro ci si faceva la spesa per due settimane. Sarà che forse il supermercato della Picierno in questi giorni […]

  

Il blog di Giampaolo Rossi © 2017