Non siamo i più indebitati

L’articolo sul debito insostenibile dei Paesi europei,apprezzato da molti lettori del lombardreport.com  e de IlGiornale.it ci ha spinto a ricordare agli amici che ci seguono – scrive Guido Bellostda, editorialista de LombardReport.com – talune  situazioni dimenticate troppo spesso dai burocrati di Bruxelles. In primo luogo nessuno(ed in primo luogo i politici italiani) ricorda a tali  lorsignori che  non siamo noi il Paese globalmente più  indebitato in Europa. Non ci sembra corretto infatti segnalare con martellante insistenza  l’entità del solo debito pubblico, ma bisogna integrare il dato con i debiti dei privati cittadini, le istituzioni finanziarie e le non finanziarie. per valutare l’affidabilità di […]

  

Azioni Eurotech

Azioni Eurotech contro il ribasso di Borsa Ribasso di Borsa ? E chissenefrega. C’è una azione che va sotto il nome di azione Eurotech che sta disegnando un ottimo bottom up e sta per rompere delle potenti resistenze che aprirebbero la porta ad un rialzo senza ritegno. I controvalori scambiati (circa 2 milioni di euro) sulle azioni Eurotech fanno sì che questo titolo sia appetibile come “titolino estivo” ovvero da bagnasciuga: in estate se la Borsa è tipicamente immobile tutto il denaro si concentra su un pugno di titolini che fanno felici anche sul bagnasciuga gli investitori che hanno la […]

  

Il debito pubblico ?

“Il World Economic Forum ha da poco pubblicato talune stime sul rapporto deficit /pil di parecchi Paesi – scrive Guido Bellosta, editorialista di LombardReport.com –  e tra questi spicca il Giappone con il 239% (anche se si afferma spesso che tale debito è praticamente soltanto interno), segue la Grecia con il 181%, l’Italia con il 134%, il Portogallo con il 130%, Cipro con il 108%, gli USA con il 107%, il Belgio con il 105%, la Spagna con il 99%. La Germania denuncia un rapporto di 67%. Chiaramente la nostra situazione è insostenibile sul lungo termine. Da moltissimi decenni tutti […]

  

Spread BTP BUND rientrato

Non tutti i prezzi di Borsa sono simili. Ci sono prezzi più importanti e ci sono altri prezzi che non servono a niente. Nel grafico dello spread BTP BUND abbiamo scritto in tempi non sospetti che la resistenza vitale era quella di 212 e oggi in chiusura lo spread è disceso a 209 per poi chiudere a 230 forse in conseguenza del ponte che si annuncia e del deserto nelle sale operative delle banche italiane. Quindi come avevamo messo in chiaro all’inizio della settimana non serve preoccuparsi ora o prendere decisioni importanti perché molto probabilmente la situazione di crisi è […]

  

Il blog di Emilio Tomasini © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>