Lo spunto per parlare della produzione israeliana contemporanea d’oggi, produzione colta ma non solo, lo dà il festival Nessiah 2010 in corso in quel di Pisa (fino al 15 dicembre). Dal ’97 l’organizzatore della kermesse è Andrea Gottfried, tra l’altro autore di un libro sull’argomento, “Musica d’Israele“: “La musica ebraica – spiega il musicista – affonda  le sue radici nella cantillazione biblica, e si caratterizza per la sua funzione religiosa e sociale”. E ancora sulle rappresentazioni di oggi: “C’è grande fermento in Israele, vengono eseguite pagine di autori di 2o/30 anni”. Ma non solo, ci sono e si esibiscono alcune tra le più note orchestre del mondo e c’è spazio anche per gli strumenti mediorientali. Chi fosse interessato a scoprire uno scorcio di questo mondo ecco allora Nessiah.

Il festival di musica e cultura ebraica (alla 14esima edizione) si articola in sei tappe tra Pisa, Cascina, Pontedera e Lucca. Ed è organizzato dalla comunità ebraica di Pisa. Tema conduttore, quest’anno, sono gli Usa, che hanno accolto immigrati da tutto il mondo, tra cui numerosissimi ebrei scappati dai pogrom o dalla barbarie nazista, oppure in cerca di fortuna. 

Nessiah 2010 attraverso i suoi appuntamenti (quattro concerti e due eventi tra cinema e libri) testimonia la presenza ebraica nel mondo musicale americano: dalla musica classica a quella commerciale passando per il folk. Tutto senza mai dimenticare le proprie radici, ricreando le orchestre klezmer sul suolo nuovo, contaminando la tradizione europea con influenze jazzistiche.

La manifestazione ha aperto la kermesse, domenica 28 novembre, presso il centro San Michele degli Scalzi di Pisa, con il concerto della giovane musicista, attrice, cantante e compositrice israeliana Noam Vazana, mentre l’altro appuntamento clou è il concerto (il 12 dicembre al museo Piaggio di Pontedera) di Enrico Fink, musicista, autore e interprete teatrale. Altra novità del festival, il gemellaggio con il premio Exodus di La Spezia e con il festival di cultura ebraica “Oy oy oy” di Casale Monferrato (Alessandria).
In allegato: musiche dal festival