Se un Pm mette al rogo Fiumicino

Sapete che non siamo dei grandi amanti della gestione dell’aeroporto di Roma. Pensiamo che gli azionisti per troppi anni si siano occupato piú del rinnovo dei contratti di servizio che al servizio vero e proprio. Ma questa storia del rogo che ne sta compromettendo il funzionamento é una cosa da pazzi. La vicenda é semplice e se fosse ancora vivo Kafka ne trarrebbe un racconto, ben piu attuale del suo Castello. La situazione é che nelle prossime ore lo scalo dovrá funzionare al suo 60 per cento, i disagi per i passeggeri (soprattutto in una societá che non ha un […]

  

Treni&concorrenza. I piani di Renzi

flavio-cattaneo-643850

Il principio, per carità, è giusto. In Italia negli ultimi anni sono proliferate le cosiddette Authority indipendenti. C’è ne sono per tutti i gusti. Il governo però deve parlare chiaro. Un paio di giorni fa l’esecutivo ha spuntato, e di molto, le armi all’ultima nata sotto la stella di Monti: quella che si occupa dei trasporti. Ha tolto i poteri sanzionatori, mettendo un tetto ad un milione di euro. E anche per la questione chiave delle tariffe (si pensi a quanto la società Rfi, del gruppo Ferrovie dello stato, affitta i binari) si sono ricentralizzate le funzioni. Se il disegno […]

  

La finanza, gli impresentabili e i parrucconi

Questo paese di parrucconi è veramente una schifezza. Parrucconi buoni solo a declamare principi favolosi di onestà, correttezza ed eticità ci sono sempre stati per carità. Il problema è che abbiamo sempre pensato che sotto queste profumate parrucche, si celassero solo teste di rapa. Alzi la mano chi è a favore della disonestà? Faccia un passo avanti chi è favore della corruzione? Nessuno è ovvio. Il nostro parruccone moderno fa di più, questiona i quarti di nobiltà. Tipo alla Caccia. Vabbè tutti sapete della genialata democratica della commissione antimafia, guidata da Rosy Bindi. Non è pietanza da Zuppa, ma nel […]

  

Se i produttori di Stampanti sono peggio dell’Agenzia delle entrate

Questa é la storia di una sconfitta. Un libero professionista non ce la puó fare. E per una volta non parliamo dello Stato, del fisco, della burocrazia romana, insomma del pubblico. No. Questa volta parliamo di una stampante, per di piú prodotta da un multinazionale privata come la Canon. Questa é la storia di un liberista che si chiede come sia possibile che il mercato stia fallendo. I classici studiavano la rendita del monopolista e gli extraprofitti che venivano realizzati a danno dei consumatori indifesi. Oggi dovrebbero studiare le stampanti. Chi non ha un ufficio strutturato, con responsabili It (insomma […]

  

La casa è il nostro fondo pensione. Da non tassare

Avete presente quei film, in genere americani, in cui due o tre cattivoni immobilizzano e prendono a schiaffi il povero malcapitato, che subisce dolorosamente? Ecco. È quanto lo stato italiano sembra voler fare nei confronti della classe media. Esageriamo? Seguite il nostro ragionamento e poi vediamo. Per anni ci siamo affaticati a denunciare l’eccesso di fiscalità. Guardate che gli affari scappano, dicevamo. Più sono alte le tasse e minori sono gli incentivi a produrre reddito e ricchezza. E se non si produce, non si inventano nuovi posti di lavoro. La spirale diventa perversa. Troppe tasse, minori incentivi a produrre, fatturati […]

  

Volare in Italia? Buona fortuna

alitalia

Il nostro sistema dei trasporti è un bell’esempio di come dovrebbe funzionare l’Italia e di come in realtà non funzioni. Per un momento togliamo dallo scenario i trasporti pubblici e locali. Che poi sono quelli che fanno più danni. Uno sciopero o un malfunzionamento di una metropolitana cittadina crea disagi che tutti ben conoscono. Stesso discorso per le ferrovie dello Stato. Esse stesse si definiscono la metropolitana d’Italia, e quando un loro pezzettino si inceppa, i guai sono fortissimi. Solo la rassegnata pazienza dei pendolari può accettare la tortura quotidiana di utilizzare alcune tratte locali così mal gestite da far […]

  

Fedez mi chiede 100mila euretti

image

Io rivendico la mia libertà di poter scrivere su questa bacheca che Fedez è un cattivo maestro. Io rivendico la libertà di dire che per lui ci vorrebbe la mamma di Baltimora. Come per altro spesso ci sarebbe voluta per me. Rivendico la libertà anche per Fedez e i suoi amici di scrivere che sono un giornalaio, che i miei metodi sarebbero fascisti, che faccio falsi scoop e che sostanzialmente sarei un disonesto. Io rivendico la liberà di dire che imbrattare i muri di milano non è una forma di protesta ma si tratta di vandalismo. Rivendico la libertà di […]

  

Il Nuovo scudo fiscale vola

Un vero tesoretto per le nostre casse potrebbe davvero esserci. Ma si deve dire sottovoce. Poiché esso dipende da un condono fiscale, anche se molto light rispetto a quelli del passato. E come tutti i tesoretti viene realizzato con i risparmi (anche se in nero od opachi) degli italiani. Nonostante i tre scudi fiscali del passato numerosi italiani hanno ancora quattrini depositati all’estero. Per capirci la situazione di Gino Paoli, che è stato intercettato e poi pizzicato con due milioni in un conto Svizzero. Il cantante non potrà più sanare la sua posizione e pagherà caro; in molti si stanno […]

  

Perchè preferiamo Einaudi a Croce

Si può tecnicamente affermare che ci siano più “Storie del pensiero liberale”, che pensatori liberali in circolazione. Ve ne consiglio una, fresca di stampa, scritta da Giuseppe Bedeschi per i tipi della Rubettino. Se l’autore non si offende, direi che la parte che vale di più è proprio la sua corposa introduzione. È una roba che può leggere chiunque: anche un autodidatta, come chi scrive. È semplice e ben organizzata. Molto chiara l’esposizione sul diverso fondamento filosofico del liberalismo delle origini. Quello di Locke basato su un diritto naturale alla libertà individuale, sacrosanto e sovraordinato a qualsiasi invenzione realizzata dagli […]

  

Ma non chiamiamoli Schiavisti

E adesso tutti contro gli schiavisti- scafisti. A loro attribuiamo ogni male. Sono gli schiavisti che portano 180mila (dati 2014) clandestini in Italia. Su di loro si deve concentrare la nostra attività penale. A causa loro dobbiamo cambiare i codici e aumentare le pene. Verrebbe da dire, già visto. I grandi commentari si dicono indignati dei loro comportamenti, i cronisti ci raccontano nel dettaglio la turpe violenza che li contraddistingue. Uno di loro guidava una barca ubriaco e con cannetta in mano. E ha pure speronato una peschereccio causando centinaia di morti. Non che noi occidentali dotati di brevetto siamo […]

  

Le pensioni e la strada facile di Boeri

Tito-Boeri345

Il presidente dell’Inps, Tito Boeri, è molto abile. Ma, temiamo, politicamente spregiudicato. Da una parte ha proposto di garantire un reddito minimo agli over 55. Dall’altra ha messo in evidenza alcune incongruenze previdenziali che riguardano il nostro passato e alcune categorie specifiche di pensionati. Il tema è caldo. In Italia chi esce dal lavoro in età avanzata si trova di fronte ad un grave problema di ricollocamento: troppo costoso per essere riassunto, troppo giovane per stare a casa. I massimi sforzi, anche se con scarsi risultati, sono rivolti alla disoccupazione giovanile e nei confronti di coloro che, sebbene giovani, vogliono […]

  

Ciao Renato

renato

La cosa che per prima colpiva noi giovani liberali, spesso neanche maggiorenni, di Renato Altissimo era la sua abbronzatura. Ma era, appunto, solo la prima impressione. Due sere fa é mancato. E per chi alla fine degli anni 80 ha creduto nel Partito liberale, questa scomparsa rappresenta una botta. Altissimo per noi giovani della Gli (cosí si chiamavano gli under 26 iscritti al partito liberale pre-mani pulite) é stato il Segretario. Chi ha passato qualche anno della propria vita a via Frattina, la sede storica del Pli, sapeva che Altissimo era sempre lí. A due passi sempre vicino a lui […]

  

il Blog di Nicola Porro © 2015