Primo Bilancino di un parlamento ingovernabile. Parliamo dunque di dettagli.
Vabbè il cav fa il miracolo e vince. Più per demerito di Bersani, che merito suo. Rispetto alle ultime elezioni perde infatti un botto di voti. Ma resiste. Insomma lo mettiamo nella colonnina dei vincenti. E se riesce a prendere il Piemonte (se la gioca con il pd per poche migliaia di voti) è il parito di maggioranza relativa al Senato.
Bersani dona il sangue ai grillini, ma in una misura decisamente superiore alle attese. Il suo destino politico a questo punto è segnato.
Grillo stravince. é ovvio. E riesce a confermare il successo anche laddove lo ha fatto segnare solo pochi mesi fa: vedi in Sicilia dove è secondo partito.
Casini sotto al due per cento. Un disastro. Ma il grave riguarda Fini, cge vista la performance, pessima, del suo alleato rischia di non essere recuperato alla Camera. Raus
Monti un flop. La sua coalizione (compresa di Fini e Casini) prende circa tre voti percentuali in più rispetto al vecchio e solo Udc. Tutto sto casino per tre punticelli!
Ingroia&DiPietro&Demagistris purtroppo ce li ritroveremo nelle aule giudiziarie. La riduzione del danno avrebbe consigliato una loro vita da penoes in parlamento, ma così no sarà
Meloni&Crosetto alla grande nel loro piccolo. Superano lo sbarramento e arrivano in parlamento. UN piccolo sigh sigh, molto personale, del cuoco per Crosetto. Ha roischiato tutto giocando la sua partita solo al Senato, che aveva soglie più alte, e non ce la farà. Ci manca.
Ci siamo dimenticati qualcuno? sorry

VN:F [1.9.3_1094]
Rating: 3.8/5 (63 votes cast)
Elezioni.4 Chi vince, chi perde, 3.8 out of 5 based on 63 ratings