L’odio per i ricchi danneggia chi non ha soldi

Non c’è nulla di più pericoloso, oggi, che affidarsi alla decrescita. La parola non va più così di moda, come solo pochi anni fa. Ma rischia di aver ormai permeato una certa cultura diffusa In fondo le stesse parole di Papa Francesco evocano questo sogno arcadico della decrescita. Supposta felice. La sua enciclica sull’ambiente è figlia di quei principî. Basta sfogliare un giornale per vedere diffusi qua e là i germi di un principio pericolosissimo: smettiamola con questa condanna alla crescita economica, accontentiamoci e rispettiamo ciò che ci è stato dato. Come se l’opzione dello sviluppo, economico, ambientale, sociale, sia […]

  

L’Europa ha sbagliato tutto e le banche sono in trappola

L’eccesso di regole ha bloccato i prestiti e alimentato lo spettro delle ricapitalizzazioni. E a guadagnarci sono gli hedge fund. Perché grandi fondi hedge stanno corti (vendono anche azioni che non hanno) su titoli bancari italiani come Monte dei Paschi di Siena e Carige? Vi raccontiamo ciò che ci ha spiegato un operatore molto informato. E vedrete che non è affatto scontato e riguarda anche i vostri quattrini. Perché i risparmiatori del Texas scommettono contro banchette per loro lontanissime e sconosciute. In finanza vendere senza avere titoli, come comprare azioni, è pur sempre una scommessa: certo la prima è al […]

  

Divieti, tasse e privatizzazioni flop. Tre storie folli targate Palazzo Chigi

Dalle contravvenzioni per chi fuma in auto al balzello sui libri sociali fino al caso Saipem: boiate a ripetizione A PROPOSITO DI SEMPLIFICAZIONI Con il decreto legislativo numero 6 dell’anno di grazia 2016 il governo all’articolo 24, comma 2, ha decretato il divieto di fumo in macchina se presenti minori o donne incinta. Per chi scrive, si tratta di una boiata pazzesca, ma quel che vogliamo raccontare in questa zuppa sono le complicazioni che ne nasceranno. Primo aspetto fondamentale gli agenti dovranno pizzicare il fumatore mentre spippazza. Zac. Lo scrutano al semaforo o in corsa e lo fermano. A quel […]

  

La supremazia rossa dalla politica fino al cimitero

Ogni morto ha la sua storia e merita il nostro massimo rispetto. Ma per i nostri media c’è qualche morto che vale di più C’è poco da fare, passano gli anni, nel Pd arriva un cattolico come Matteo Renzi, eppure la supremazia culturale, intellettuale della sinistra non morirà mai. Rita Fossaceca era un medico molisano che lavorava in un ospedale a Novara. Ogni anno dedicava le sue vacanze a un orfanotrofio in Africa. Alla fine dell’anno scorso è stata barbaramente uccisa, con un machete, a due passi da Malindi. Rita era profondamente cattolica, era il segno della sua attività. Nessuno, […]

  

Zuffa per Generali e Confindustria

Ci sono in giro più candidati che scalpitano per i salotti che contano che posti di lavoro disponibili Banche, Confindustria e Generali: ci sono in giro più candidati che scalpitano per i salotti che contano che posti di lavoro disponibili. Ma andiamo con ordine e partiamo da Viale dell’Astronomia, il palazzone dell’Eur che contiene gli industriali. Se fossimo dei matematici, potremmo tracciare un grafico e mettere in relazione il peso degli industriali nella politica economica italiana e il numero di aspiranti candidati alla guida dell’organizzazione datoriale. La relazione sarebbe inversa, e cioè tanti più industriali aspirano al posto di Giorgio […]

  

il Blog di Nicola Porro © 2017