Prodi tira dritto: avanti con la vendita di Alitalia ad Air France. E la moratoria per Malpensa?

Il presidente del consiglio ha ribadito che il “dossier” Alitalia, cioè la trattativa diretta con Air France per la cessione della quota di controllo non si ferma. E’ l’ultima novità della vicenda che si lega al destino dell’aeroporto di Malpensa. Anche se il ministro dei Trasporti Bianchi dice, riferendosi ad Air One: “Se c’è una cordata è ora che batta un colpo”. Invece, sulla moratoria per il taglio dei voli di Alitalia a Malpensa, per ora silenzio… vedremo gli sviluppi.

  

Veltroni ha un “garante”: Prodi. E dice no alla sinistra anche al Senato: Pd da solo. Poi imita Obama… Ce la farà?

L’Italia torna al voto, quel voto anticipato che era nell’aria (e nei fatti) da mesi, anzi, dal giorno stesso dei risultati elettorali di due anni fa quando si capì che Prodi con quel paio di voti in più al Senato non ce l’avrebbe fatta a durare. Lo aveva detto subito Berlusconi, ma il centrosinistra alzò subito le barricate davanti all’ipotesi di una soluzione alla tedesca, una coalizione per le grandi riforme. Acqua passata, come quella del governo del Prof: 22 mesi da dimenticare. Ma ora cosa farà la sinistra? Veltroni dice che il Pd correrà da solo, anche al Senato: ...

“Veltrusconi”, l’utopia di una rivoluzione politica

Quando ieri “il Giornale” ha anticipato l’ipotesi “quasi impossibile” di una mossa audace, per la politica italiana con le sue prassi, i suoi tempi, le sue divisioni ideologiche (che l’Europa, vedi Blair, Sarkozy, la Merkel si è lasciata alle spalle come ciarpame da consegnare alla storia): un patto elettorale tra Silvio Berlusconi e Walter Veltroni, un progetto comune con un programma in 15 punti per salvare l’Italia, si è scatenato il dibattito. “Utopia perché il Pd dovrebbe cambiare pelle”, ha detto lo stesso Berlusconi… Il Pd dovrebbe cambiare pelle. Già. Lo farà? Per ora Veltroni dice: “Irrealizzabile”. Ma in futuro? ...

Alitalia cancella Malpensa: solo 3 voli intercontinentali. “Non è un problema nostro, l’hub è Fiumicino”

E così hub addio, almeno per Alitalia, niente moratoria, dice la compagnia, l’hub è Fiumicino e solo Fiumicino, il contentino sono maggiori frequenze da Linate (In conferenza stampa a Roma si è rimarcata la varesinità di Malpensa… non la sua milanesità perché per loro a Milano c’è solo Linate…). Così è, almeno per Alitalia (leggi l’articolo). Anche se i giochi sono ancora aperti, sul fronte della battaglia per Malpensa. Obiettivo: evitare il declassamento dell’aeroporto, inevitabile dopo l’annuncio dei tagli dei voli Alitalia e l’arrivo di Air France-Klm. E si rafforza l’ipotesi di una nuova cordata AirOne più forte con altri ...

Sayed, primo risultato della mobilitazione internazionale: il senato afgano ha ritirato la conferma della condanna a morte

La mobilitazione internazione – a cui ha aderito il Giornale.it – ha ottenuto un primo importante risultato. Con un chiaro voltafaccia, il Senato afghano ha ritirato la conferma della condanna a morte del giornalista Sayed Pervez Kambaksh, giudicato colpevole di blasfemia per aver stampato da internet un articolo sui diritti delle donne. Lo scrive l’Indipendent online, spiegando che in un comunicato la Camera alta afghana ieri ha definito un “errore tecnico” la sua precedente decisione di approvare la condanna a morte di Sayed pronunciata da un tribunale di Mazar-i-Sharif. Ciò non significa che il giovane giornalista sarà rimesso in libertà, ...

Malpensa, Alitalia addio: gli slot volano via. Ultime ore per evitare il “golpe”

E così Malpensa finisce fuori pista, come il classico dei peggiori atterraggi: Alitalia taglia 150 voli giornalieri dal 28 marzo, molti dei quali ovviamente finiscono a Fiumicino (Roma…) e il grande aeroporto intercontinentale di Milano, della Lombardia e del Nord Italia finisce in serie B. Declassato. Altro che hub (per Air France-Klm-Alitalia saranno tre: Parigi, Amsterdam e Roma). La cessione degli “slot” (i decolli e atterraggi assegnati a una compagnia aerea) rende indispensabile la moratoria (quando Klm fu venduta ad Air France, Amsterdam l’ottenne…) chiesta a gran voce dal presidente della Lombardia Roberto Formigoni, dal sindaco di Milano Letizia Moratti, ...

Filo diretto con il lettori del Giornale.it

 Un saluto a tutti lettori del Giornale.it. e un benvenuto a tutti coloro che vorranno scrivere, commentare, dibattere sul mio blog. Una nuova finestra aperta nel mondo di Internet. E’ il mio primo blog e spero, con il vostro aiuto e la vostra partecipazione, di potervi dar voce. Sono il caporedattore del Giornale.it, ma lavoro al “Giornale” dal 1983, dai tempi mitici di Indro Montanelli. Indro era il mio idolo e ho iniziato a leggere il “Giornale” fin dal primo numero, quando ero studente universitario. Dopo aver fatto la gavetta “di strada” e di redazione al “Tirreno” di Livorno (proprio ...
il Blog di Alberto Taliani © 2014