Greta Thunberg e Donald Trump

Greta Thunberg e Donald Trump

C’è chi storce il naso perché il noto settimanale americano Time ha proclamato Greta Thunberg “persona dell’anno”: ma come, un simile onore a una ragazzina? Come diavolo fa a stare sulla copertina che ha celebrato giganti come Winston Churchill e Papa Francesco, Gandhi e Nelson Mandela, Roland Reagan e Donald Trump?
Si dà il caso che questa ragazzina sia riuscita a mobilitare milioni di giovani nel mondo ben più di centinaia di illustrissimi scienziati che ormai da decenni lanciano allarmi sul futuro del pianeta. Strano? No, logico. Perché noi umani siamo molto, molto più emotivi che razionali.
Un algido scienziato che con voce distaccata sciorina freddi dati sui cambiamenti climatici lascia del tutto indifferenti. Mentre una sedicenne autistica con la faccia un po’ inquietante che grida “La nostra casa è in fiamme!” emoziona e spinge all’azione.
Muove le masse. Ma non i capi di Stato. Infatti la Conferenza sul clima di Madrid è stata un fallimento. Perché? Perché qui entra in gioco una seconda legge del comportamento umano. Noi bipedi siamo, in gran parte, miopi. Non vogliamo rinunciare a qualcosa oggi in vista di un bene maggiore domani. Preferiamo l’uovo oggi alla gallina domani.
I politici, si sa, spesso non vedono oltre le prossime elezioni. Sono in campagna elettorale permanente. Puntano al consenso immediato.
Donald Trump, principale artefice del fallimento della Conferenza, è tutto concentrato sulla sua rielezione nel 2020. Imporre restrizioni all’inquinamento gli costerebbe voti: non gli conviene. E se tra dieci o vent’anni la situazione climatica mondiale, quindi anche americana, sarà fuori controllo? Chissenefrega, pensa. Tra dieci anni non sarò più presidente. E tra vent’anni non sarò, probabilmente, più al mondo. Che ci pensino i miei successori!
Spesso anche noi siamo così nella nostra vita personale. Ragioniamo a corto termine. Ma mentre Trump ha il suo tornaconto personale, noi dovremo pagare lo scotto della nostra miopia.
Morale: per raggiungere i tuoi obiettivi nel 2020 fai come Greta: usa le emozioni, non ti fermare alla sola razionalità. E non fare come i politici: non essere miope, guarda lontano!
Felice anno nuovo, e che tu possa realizzare i tuoi sogni più belli!

 

Tag: ,