Italia, pattumiera delle mafie

11262435_0150924_24_09_2015_casogggggria_111

Mercoledì 2 marzo 2016 – San Basileo martire – a casa, nella Piana Da Brescia all’Aspromonte, passando per Caserta e Napoli, Vercelli e Varese… L’elenco è lungo. Forse infinito. Non c’è, probabilmente, una regione italiana, una provincia, un comune, che si salvi da questo schifo. Miliardi di metri cubi di veleni provenienti da tutta Europa, forse anche oltre, agiscono silenziosamente, sepolti vivi e attivi sotto i piedi di tutti gli italiani. E,  con la codarda complicità di tutti, amministratori venduti in primis, ci intossicano e ci ammazzano. Nostro malgrado. A farsi ricchi, su queste morti, poche teste di cazzo, i […]

  

Quelle spiagge troppo calabresi

Marerovagliosomarinella

Lunedì 4 Maggio 2015 – San Silvano – Redazione SUD, can. 656 d.t., Area industriale Porto Gioia Tauro Tre maggio, primo vero giorno di mare. Il caldo è africano.  Questo mare pulito, questa spiaggia semideserta, questo sole a picco… Bellezze insopportabili! Quasi quasi me ne andrei in una di quelle fotografie da ufficio turistico di altri mari, di altri soli, di altre spiagge. Dove l’acqua non sia così trasparente, quasi da bere, e la sabbia sia di quelle che ti si appiccicano ai maroni, manco fosse farina 00, ma di quelle fastidiose. Mi tufferei in quegli scatti di abili fotografi […]

  

Potessi dire ancora Buongiorno, Papà…

nino bambino con Mimmo copiaPapà2

Giovedì 23 Aprile 2015 – Senza santi in paradiso – Di notte, sulla terrazza di casa, guardando verso l’Aspromonte Le persiane chiuse della casa dell’avvocato mi vestono di una tale angoscia che questa notte sembrano due. Interminabile! Quella casa abbandonata mi scaraventa nella cruda realtà: la vecchiaia e la malattia non perdonano. Né i cattivi, né i buoni. E, ancora più crudele delle due, non ha cuore l’abbandono. Chi non può contare sull’amore della famiglia e degli amici, muore prima e muore due volte. Povero avvocato, costretto a chiudere la vita lontano dal suo rifugio, dalle sue “cose”. Costretto a […]

  

Messe nere? Orge di sporcaccioni frustrati

Giovedì 19 febbraio 2015 – Senza santi in Paradiso – Redazione SUD, canale 656 digitale terrestre – Gioia Tauro Vorrei non doverlo fare, invece mi tocca scrivere di messe nere e cretini sacrileghi. Mi siedo davanti al mio Mac e parlo di loro, della mia Fede e della mia Terra. I fatti sono, purtroppo, noti. Domenica sera, Don Emanuele Leuzzi, parroco della Chiesa intitolata a Maria Santissima del Soccorso (a Palmi), si accorge della scomparsa della chiave del Tabernacolo della piccola chiesa dell’Adorazione. Lunedì mattina, di buonora, si reca sul posto con un fabbro. Forzata la porticina del Tabernacolo, la […]

  

Gallicianò. Quei greci di Calabria antichi di 3000 anni.

Lunedì 15 dicembre 2014 – San Valeriano – Redazione SUD, Area industriale Porto di Gioia Tauro  (riprese di SUD nella Chiesa di Santa Maria di Grecìa a Gallicianò – Papas Ilias) Era l’alba del 13 dicembre, solo due giorni fa. Da sempre, il giorno dedicato a Santa Lucia corrisponde alla mia liberazione dall’angoscia dell’autunno. Mi piace credere, infatti, che da quella data in poi le giornate tornino ad allungarsi. Anche di un solo secondo, ma mi basta. Certo, lo so che, in realtà, questo accade qualche giorno più tardi, in occasione del solstizio d’inverno, nella stessa giornata che, anticamente, era […]

  

La sconfitta delle mafie è sotto gli occhi di tutti.

Martedì 12 novembre 2013 – Santa Elsa – Roma Hanno perso. Su tutti fronti. Le mafie ci hanno messo la faccia e hanno avuto la peggio. Quando in una terra dove impera, con arroganza e terrore, una “onorata società” così tanto rispettata e osannata, l’unico risultato è la sconfitta del popolo indifeso e la sua mortificazione, la società stessa è annientata. La mafia è annientata. Quella mafia che vorrebbe dare di sé un’immagine vincente e invincibile. Stando, ad esempio, alle statistiche ufficiali sul funzionamento degli ospedali, fin nei vari reparti, della mia Calabria, la Sanità è a pezzi. Tutti i […]

  

Ora, basta! Il Giappone ci dica cosa sta succedendo a Fukushima!

Sabato 12 ottobre 2013 – San Serafino cappuccino – Taurianova (Auguri postumi alla mia adorata Nonna) Da quando mio Padre se n’è andato per quella porcheria di tumore non passa giorno che io non pensi che la colpa maggiore l’abbia avuta l’acqua contaminata che viene giù dall’Aspromonte. Mi piacerebbe poter provare che nelle famigerate grotte in cui, negli anni Settanta, si diceva che venissero tenuti prigionieri i rapiti (ho sempre pensato, invece, che fossero molto più vicini alle case dei rapitori stessi), riposino indisturbati migliaia di fusti pieni di sostante tossiche, smaltite senza pietà, né intelligenza, con la complicità di […]

  

Caccia al berlusconiano. Tutti pronti a sparare cavolate!

Sabato 3 agosto 2013 – Santa Lidia – Gambarie d’Aspromonte Ho trascorso buona parte della giornata sotto gli alberi dei boschi d’Aspromonte. Son pure passato a dare un’occhiata all’albero che riparò il prezzolato garibaldi, dopo che fu colpito alla coscia sinistra e al piede destro dagli uomini di cialdini… Ho preferito isolarmi e frequentare poco anche il mio profilo su Fb. Schifato e inorridito dall’arroganza dei presunti vincenti. Non mi interessava sapere se anche i miei amici fossero a favore o contro. Con loro ci conosciamo da anni e sappiamo perfettamente come la pensiamo. Ci vogliamo bene e, dunque, ci […]

  

Aspromonte. A San Luca, l’Arte è speranza di riscatto.

Martedì 16 luglio 2013 – Nostra Signora del Carmelo – Jatrinoli di Taurianova Era ieri pomeriggio… Incredulo. Commosso. E felice. E tante altre cose, tutte insieme. Tutte intrecciate fra loro. Lasciata la 106 della morte, salgo verso San Luca e penso “E’ la prima volta. Speriamo bene” Come se si tratti già, nel mio pregiudizio cretino, nella mia mente viziata, di un paese “speciale”. Come se sia diretto ad un paese marchiato. Con tutti gli abitanti marchiati. E le case. Le cose. I pensieri marchiati. L’auto, guidata da Marco, cammina liscia su per una strada larga, ben asfaltata, appoggiata sul […]

  

Il blog di Nino Spirlì © 2019