Perdonare. E come?

Venerdì,  25 novembre 2022 – Santa Caterina d’Alessandria – da Casa Spirlì, a Taurianova Recupero, in questa notte di riflessione spirituale, una discussione religiosa sul perdono. Ebbi modo di confrontarmi sull’argomento con emeriti padri spirituali: resto della mia, non avendomi convinto con le loro. Il perdono NON è azione scontata e necessaria, per essere un “buon Cristiano”. Perdonare non è prerogativa dell’umano. Noi, i creati, possiamo solo consegnare la nostra disponibilità a “dimenticare” il torto, fino a non pensarci più; o, almeno, a non pensarci con insistenza. E sperare che la malazione ricevuta con dolore possa entrare nell’ordine delle cose, […]

  

Veri profughi, clandestini delinquenti, vaganti di mare e di terra, immigrati con forza. E la Fede alla sbarra

Mercoledì, 16 novembre 2022 – Santa Margherita d’Ungheria – da Casa Spirlì, a Taurianova Li ho incontrati. Eccome, se li ho incontrati. E ho lavorato fianco a fianco col gruppo di giovani africani che, al tempo, vivevano nelle capanne e nei ruderi di campagna sul territorio del Comune di Taurianova. Appena tornato in Calabria, dopo più di 30 anni di Roma – completamente immerso nel sogno e nel progetto morale che volli chiamare “mafiaNO”, senza creare, peraltro, alcuna associazione o similare – mi catapultai in mezzo a quel gruppo nutrito (oltre 150 persone, e fino a 200 in stagione) di […]

  

Bulli, pupi e… pupari

Venerdì, 4 novembre 2022 – Festa delle Forze Armate – da Casa Spirlì, a Taurianova  Cos’è diventata, questa nostra amata Italia? A cosa è servito, infine, tutto il Sangue versato dagli Eroi e dai combattenti? A cosa, tutta la tattica dei grandi generali? A cosa, il Genio Italico? A cosa, la Fede e la Parola? A cosa, se sono bastati pochi decenni del terzo millennio per cancellare una catasta di secoli di Storia? Viviamo in un gel maleducato: fabbricato, organizzato e “governato” da una truppa di comunicatori mossi ai fili da pupari deviati e devianti. Insieme, marionette e mangiafuochi, hanno […]

  

Quel velo che oscura la Libertà

Venerdì, 30 settembre 2022 – San Girolamo – da Casa Spirlì, in Calabria  (Donne velate) Non difende, offende, quel grottesco schermo nero! Se solo lo capissero tutte, le donne che lo indossano! Se solo si rendessero conto che non è occultandosi al mondo, ma ad esso consegnarsi, che celebrerebbero la loro importanza nel Creato! Maledetta sia  l’ignoranza, e lo sia anche l’isolamento imposto! Anni fa mi occupai già di questa bruttura, di questo orrore sociale. Già, orrore: perché quel velo non è solo un indecente e sciocco indumento, ma una imposta e paradossale regola di vita, che non può nemmeno essere […]

  

Ti parlo di mio Padre

Martedì, 20 settembre 2022 – Santa Candida – da Casa Spirlì  (Mimmo Spirlì) Nacque nel 1925. Anzi, no. Nacque alla vigilia di Natale del 1924, ma la Madre volle che il Padre lo dichiarasse con l’anno nuovo: “Non si sa mai, una guerra… guadagna un anno…” Beh, lo salvò, sì, dalla guerra. Anche perché, a 14 anni era già telegrafista – l’unico – del paese. E serviva… A Casa, c0nservo un vecchio telegrafo morse: a volte mi faceva sentire la musica della “trasmissione” dei telegrammi a punti e tratti… Mantengo segreta la sensazione che provo nel ricordare. È stato un […]

  

Vita (e morte?) ai tempi di Omicron

Sabato, 3 settembre 2022 – San Gregorio Magno – da Casa Spirlì, a Taurianova … e sono passati oltre due anni da quel primo orrido lockdown per covid! E siamo ancora qui! Con le stesse ansie, lo stesso senso di inadeguatezza, di insicurezza, di ignoranza, di deficienza. Non sappiamo come sia nata, questa porcheria. Non sappiamo a che punto siano, effettivamente, le ricerche e le scoperte. Chiamiamo vaccini quelli che sono, probabilmente, degli “aggiustamenti di tiro” di questa mastodontica macchinazione. Sì, è vero, forse ci salvano da morte per polmonite bilaterale, ma con quanta diffidenza da parte nostra… Chi può, […]

  

Le sudate notti dei galoppini

Giovedì, 18 agosto 2022 – Sant’Elena Imperatrice – da Casa Spirlì, a Taurianova (magari galoppassero così, i galoppini…) Arrahabumbuli (letterale: trascinatori di orcetti vuoti), li avrebbe nobilitati mio Nonno Nino. Sciacquatrippe, avrebbe risposto sornione suo figlio, mio Padre… Io… beh, io li perdono: non li nomino. Solamente, li descrivo. Indaffarati; sudati, ma impomatati e incipriati;  profumati perfino, come “dame da bordello” (o come i loro mandanti); incorniciati da sopracciglia depilate ad ala di rondine e basette disegnate a punta di rasoio; eleganti da Zara, col pantalone quasi leggings conficcato come un proiettile fra le natiche; inesorabilmente senza calzino e col mocassino colorato […]

  

Quando non ti incolli alla poltrona

Domenica, 14 agosto 2022 – San Massimiliano Kolbe – Casa Spirlì, a Taurianova … non è sempre facile spiegare e convincere, ma io sono caparbio e non mi scoraggio… 16 marzo 2020 Capita, nella vita, che mentre sei a casa, chiuso forzatamente per l’arrivo della tempesta sanitaria perfetta, e stai riempiendo il tempo sfaccendando con tua Madre, arrivi la telefonata di un amico, che, non casualmente, è segretario federale di un partito politico. Neanche la telefonata è casuale: chiede consiglio per la nomina del primo assessore regionale del suo partito  in Calabria: io, inebetito, gli suggerisco dei nomi di persone che […]

  

Un uomo impaurito.

Lunga notte dell’Anima Muto, senza un filo di voce, per non disturbare il cammino di Chi, oggi, non ce l’ha fatta a restare ed è partito per il mondo a fianco. Mi sembra di vederLi, Tutti, incamminarsi verso la Luce in fondo al tunnel; intristiti per le parole non dette e gli abbracci negati. Avanzano, lacerati fra il dolore degli addii distanti e la gioia del Paradiso che Li attende. Un finale di romanzo che non avremmo mai potuto immaginare così disperato, distratti, arroganti come eravamo diventati. E una morte che sta colpendo come una ghigliottina probabilmente e soprattutto i […]

  

Bergamaschi nel Cuore

Nella nottata fra lunedì 16 marzo e martedì 17 marzo 2020, San Patrizio. A Casa Spirlì, con la Mamma  addormentata sul divano del salotto e cagnolina e gatto sul grembo #Iorestoacasa Nulla e Nessuno di più lontano, Fratelli miei, che le nostre terre e noi. Voi e la Vostra buonissima polenta, noi e le nostre affamate valigie di cartone legate con lo spago. Quando si incontrarono, tanti decenni fa, fecero vicendevolmente  scintille. Prima e al posto degli abbracci, partirono i muri degli uni e degli altri, e le incomprensioni. Eppure, anche Voi avevate valigie di cartone sugli armadi e anche […]

  

Il blog di Nino Spirlì © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>