Serena Grandi, Matteo Salvini, l’Italia Sovrana e una vecchia checca

Domenica, 5 maggio 2019 – Santa Tosca – da Casa Spirlì, in Calabria Padre, ho peccato! Chissà quante volte l’Italia in calzoni l’ha confessato al prete per colpa di Serena Grandi. Chissà… Vellutata e bella, luminosa, elegantemente peccaminosa come un giardino di ciliegi. Signora della fantasia di un Paese che ha consegnato la propria timidezza al navigato botteghino, pur di assaporare l’intimo piacere di farsi condannare all’inferno della sensualità che, Lei, sola fra tante, sapeva scagliare come freccia dall’arco attraverso il sacro lenzuolo del cinematografo. Serena Grandi. Come dire l’Italia, in carne e passione, di un ventennio gustoso e frizzante del […]

  

Legittima difesa. Senza se, senza ma.

Sabato 6 maggio 2017, San Francesco de Montmorency-Laval – a casa, armato…  di buone intenzioni Sul mio cadavere, devi passare, ladro di merda! E, per farlo, entra molto armato in casa mia. Nella casa dove sono nato. Che è stata costruita per coronare il sogno d’amore di mia Madre e mio Padre. Che non ha ori, ma ricordi. Che non contiene tesori, ma segni. Conferme di un Amore che sta attraversando ben cinque generazioni. Entra molto armato e con cattiveria, se vuoi rubare quello che non c’è. Perché se sbagli, se ti distrai, se perdi la concentrazione da ladro di […]

  

Il blog di Nino Spirlì © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>