Se la Chiesa chiude i porti agli elettori di Salvini

Le dichiarazioni del cardinal Camillo Ruini  a Il Corriere della Sera hanno suscitato una serie di reazioni. I preti rossi, quelli pro accoglienza erga omnes, non vogliono che la Chiesa cattolica consideri Matteo Salvini, che è uno dei leader della coalizione maggioritaria nel Belpaese, un interlocutore valido. La porpora italiana ha banalmente detto quanto segue: “Ritengo abbia notevoli prospettive davanti a sé (riferito al vertice del Carroccio, ndr). Ha bisogno di maturare ma il dialogo con Salvini mi sembra doveroso“. Dalla mattinata di ieri ad oggi sono arrivate alcune dichiarazioni “esterrefatte” per via di questa apertura. Esterrefatto come pare sia, […]

  

Così i “preti di strada” si sono presi la Chiesa cattolica

Sono sempre esistiti, ma non hanno mai posseduto il crisma dell’ufficialità. Ora l’antifona è cambiata: i “preti di strada” non hanno mai avuto così tanto spazio a disposizione. La Chiesa cattolica li ha sempre tollerati: il cattolicesimo di sinistra non è un’ultim’ora. Ma mai, prima della scomparsa del ratzingerismo e delle sue priorità pastorali, i preti socialisteggianti avevano potuto rappresentare la linea autentica delle istituzioni ecclesiastiche. E questo è un cambiamento sostanziale. Quando padre Alex Zanotelli e Don Luigi Ciotti si scagliano contro Matteo Salvini e contro i provvedimenti approvati in materia di Sicurezza, lo fanno potendo contare su una […]

  

Il diario del ribelle © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>