“Messe proibite”: la Cei batte un colpo, ma è tardi

La Conferenza episcopale italiana non ha gradito la scelta del governo giallorosso: le Messe col popolo sono ancora vietate. Anche nella decantata “fase 2”, che poi tanto “fase 2” non è, ma questo è un altro discorso. Fa specie il fatto che i presuli del Belpaese abbiano forse compreso – finalmente, verrebbe da dire – come il cattolicesimo e la sua tutela non facciano parte delle priorità di un esecutivo che già si annunciava relativista sin dal suo insediamento. C’è, soprattutto tra i consacrati conservatori, chi aveva avvertito del rischio, ma pazienza. Insomma, ripercorrere i tratti salienti della corrispondenza di […]

  

Se la Chiesa chiude i porti agli elettori di Salvini

Le dichiarazioni del cardinal Camillo Ruini  a Il Corriere della Sera hanno suscitato una serie di reazioni. I preti rossi, quelli pro accoglienza erga omnes, non vogliono che la Chiesa cattolica consideri Matteo Salvini, che è uno dei leader della coalizione maggioritaria nel Belpaese, un interlocutore valido. La porpora italiana ha banalmente detto quanto segue: “Ritengo abbia notevoli prospettive davanti a sé (riferito al vertice del Carroccio, ndr). Ha bisogno di maturare ma il dialogo con Salvini mi sembra doveroso“. Dalla mattinata di ieri ad oggi sono arrivate alcune dichiarazioni “esterrefatte” per via di questa apertura. Esterrefatto come pare sia, […]

  

Giallorossi sì, ma anche bianchi

La saga sugli appelli per l’accoglienza dei migranti può terminare qui, con l’avvento dei giallorossi. C’è un “cambio di rotta”. I cattolici progressisti lo hanno notato prima degli altri. Loro giallorossi lo sono sempre stati. Giallo è il colore dell’indefinito, quello che può essere accostato a tutto: una decorazione che non sfigura. Rosso è il massimalismo dei post-comunisti, ma i “cattolici adulti” non hanno mai disdegnato una tonalità di socialismo spumato. Se non altro perché veste bene. La Comunità di Sant’Egidio e il Centro Astalli, che evitiamo d’inserire nell’elenco dei cattocomunisti, hanno già deliberato: il comandamento è essere speranzosi. La […]

  

L'”omelia sovranista” di Don Donato che scandalizza la sinistra

Per ogni sacerdote critico sulla visione aperturista dei fenomeni migratori, ce ne sono decine che, ogni settimana, predicano sull’accoglienza erga omnes, cioè verso tutti. È una statistica nota. Basta una ricerca cronologica. È sacerdote di campagna, uno di quelli che ha a che fare con le esigenze quotidiane delle persone. Eppure, Don Donato Piacentini, è riuscito a ispirare i commenti scandalizzati delle anime belle. Come se a parlare fosse stato un cardinale. Politicizzata è quella parte di Chiesa che da mesi cerca di dare vita a un “partito dei cattolici”. Politicizzata è la presenza di Emma Bonino, in piena campagna elettorale, […]

  

Così i “preti di strada” si sono presi la Chiesa cattolica

Sono sempre esistiti, ma non hanno mai posseduto il crisma dell’ufficialità. Ora l’antifona è cambiata: i “preti di strada” non hanno mai avuto così tanto spazio a disposizione. La Chiesa cattolica li ha sempre tollerati: il cattolicesimo di sinistra non è un’ultim’ora. Ma mai, prima della scomparsa del ratzingerismo e delle sue priorità pastorali, i preti socialisteggianti avevano potuto rappresentare la linea autentica delle istituzioni ecclesiastiche. E questo è un cambiamento sostanziale. Quando padre Alex Zanotelli e Don Luigi Ciotti si scagliano contro Matteo Salvini e contro i provvedimenti approvati in materia di Sicurezza, lo fanno potendo contare su una […]

  

Papa Francesco non vuole muri, ma se a chiederli sono i “nuovi poveri”?

d Papa Francesco ne è sicuro: “Si possono costruire tanti muri e sbarrare gli ingressi per illudersi di sentirsi sicuri con le proprie ricchezze a danno di quanti si lasciano fuori. Non sarà così per sempre”. Perché le diseguaglianze sono troppo evidenti e un sistema socio-economico di questo tipo non può reggere. La condizione di povertà dei molti, insomma, avrà modo di replicare, in qualche modo, allo stradominio dei pochi, cioè di coloro che detengono buona parte della ricchezza internazionale. C’è una statistica dell’Oxfam, che viene aggiornata di anno in anno: conferma quella tendenza e dimostra pure come il tema […]

  

Ratzinger, la rivoluzione interrotta

L’8 maggio scorso è uscito in libreria “Ratzinger, la rivoluzione interrotta”. Un libro – interviste che ho avuto l’onere e l’onore di curare. Scriverne una recensione mi risulta difficile. Viviamo un’epoca di forte scontro dottrinale tra visioni differenti della Chiesa e del cattolicesimo. Inutile negarlo. Ho cercato di “lasciare aperto il microfono” nella speranza che ogni singolo intervistato (sedici) parlasse il più possibile. All’interno trovate testi importanti: c’è la prefazione di Ettore Gotti Tedeschi. L’intervista allo stesso ex presidente dello Ior sull’economia della salvezza. C’è il testo di Aldo Maria Valli, il vaticanista che più da vicino ha vissuto il […]

  

Ratzinger “perfido”? Non scriviamo l’assurdo…

Ogni giorno mi occupo di notizie e/o testi che possano riguardare Joseph Ratzinger. Un po’ per lavoro, un po’ perché sono mosso, come la segretaria di Stato del Vaticano mi scrisse attraverso una missiva di monsignor Paolo Borgia, da “venerazione filiale” nei confronti del Santo Padre. “Sua Santità – riportava la lettera dello scorso agosto – desidera manifestarle cordiale gratitudine per l’apprezzato dono…”. Io, che non sono di certo un teologo né un esperto di dottrina, ho ricevuto una risposta inaspettata e indiretta da Benedetto XVI a una pubblicazione che avevo provato a spedirgli. E tutto quello che ho fatto […]

  

Il diario del ribelle © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>