Biden è il diavolo. Ecco perché

Avevo tenuto un weekend di motivazione di cui ero fiero. Mi sembrava che tutti i partecipanti al corso fossero motivatissimi: entusiasti, felici, carichi di voglia di migliorare. Chiesi a un partecipante: “Ti è piaciuto?” Mi aspettavo che rispondesse: “Fantastico, Mario sei un grande!” Invece il mio ego subì un duro colpo quando mi disse, asciutto: “L’aria condizionata funzionava male, e un paio di slide erano leggermente sfocate”. Due giorni di corso straordinario, almeno così mi sembrava… e tutto quello che gli era rimasto erano queste due piccole sbavature? Ammettiamolo: noi umani abbiamo un difetto di fabbrica. Siamo molto più propensi […]

  

Trump trionferà. Ecco come e perché

Nel mondo della motivazione, della formazione e della crescita personale esistono due macrofiloni. Da una parte quello spirituale: insegna che la vera felicità non deriva da quello che hai, ma da chi sei. Si parla, quindi, di come raggiungere la serenità; di meditazione; di yoga; di amare il prossimo; di perdonare; di raggiungere l’illuminazione. Illustri esponenti di questa scuola di pensiero sono Eckhart Tolle, Deepak Chopra, Robin Sharma, Wayne Dyer, Louise Hay. Poi c’è un’altro filone. Quello che mette la crescita spirituale in secondo, o anche in terzo, piano. E punta tutto sulla crescita del conto corrente. Ne fanno parte […]

  

Indro Montanelli, pedofilo e razzista

Indro Montanelli era pedofilo e razzista. E’ quanto sostengono alcuni gruppi antirazzisti e femministi, che a Milano vorrebbero rimuovere la statua del grande giornalista dai giardini pubblici a lui intitolati. E che vorrebbero, naturalmente, intitolare i giardini a qualcun altro. Più degno di lui. La colpa di Montanelli? Arrivato all’Asmara nel 1935, reporter ventiseienne, viene nominato comandante di compagnia nel XX Battaglione Eritreo, formato a ascari, mercenari locali. Era tradizione che gli italiani trasferiti laggiù, a migliaia di chilometri da casa, si prendessero come compagna una donna africana. Al giovane Indro venne proposta una minorenne locale, e lui non si sottrasse. Si […]

  

Il Coronavirus è solo un assaggio di quanto ci aspetta. A meno che…

Essere un motivatore non significa dire che va tutto bene anche se non è così. E non significa, come spesso fanno i politici, sposare una tesi e portarla avanti a prescindere dalla realtà. Significa, invece, aiutare a ragionare. A capire. E a trovare una via d’uscita. Credo che mai come ora ci sia bisogno di verità. C’è una fortissima diffidenza nei confronti dei governi e delle istituzioni; raccontare balle può portare qualche momentaneo consenso, ma a lungo andare mina la nostra democrazia. Che non è di certo perfetta. Ma, come disse Churchill, “è il peggiore dei sistemi, esclusi tutti gli […]

  

Coronavirus: sei felice solo se sei insicuro

L’uomo, e in particolare l’uomo moderno, avverte un gran bisogno di sentirsi sicuro. Si aggrappa, con le unghie e con i denti, alle sue certezze: lo Stato che lo protegge, il lavoro che gli dà da mangiare, la famiglia che lo sostiene. Amiamo la sicurezza: tutto ciò che è prevedibile, verificabile, accertato. E odiamo l’incertezza. Perché ci destabilizza. E ci fa sentire deboli, fragili, impauriti, in balia degli eventi. La dura verità è che la sicurezza non esiste. Ripeto: non esiste alcuna certezza nella nostra vita. L’unica certezza è che siamo nati. E che moriremo. Tutto il resto è assolutamente […]

  

Covid: cosa frena la ripartenza

Stiamo andando lentamente e cautamente verso la fase due della pandemia: quella della riapertura. Della ripartenza dell’Italia. Far ripartire l’economia, bloccata da due mesi – quando si ripartirà, ai primi di maggio, saranno due mesi di paralisi – è la vera sfida. Le aziende, la vita, il Paese potranno ripartire e prosperare solo se non si metterà di traverso un nemico insidioso, pervasivo e potentissimo: la burocrazia. Uso questo termine – nemico – con un po’ di ritrosia. Perché la burocrazia serve. Eccome. Il termine deriva infatti dal francese bureau (ufficio) connesso al greco kratos (potere). E’ il potere di chi lavora […]

  

7 consigli per restare sani durante la pandemia di Coronavirus

Ogni giorno ci ripetono, giustamente, che per non ammalarci dobbiamo fare alcune cose ben precise: lavarci spesso le mani, non toccarci il viso, restare ad almeno un metro dagli altri. Tutto sacrosanto. Ma quello che non ci dicono è che per rimanere sani ci serve anche rafforzare il nostro sistema immunitario. Ecco, pertanto,  7 semplici cose utili per la tua salute che puoi fare anche in questi giorni di reclusione casalinga: 1) Fai ginnastica In modo regolare e moderato. Regolare: cioè tutti i giorni. E moderato: senza strafare. Infatti l’esercizio fisico eccessivo indebolisce il sistema immunitario, mentre quello moderato lo rafforza. […]

  

Coronavirus e cretinovirus

Il Coronavirus, lo sappiamo tutti, non è una semplice influenza. Ma non è nemmeno Ebola. Quindi certe reazioni isteriche degli ultimi 10 giorni – l’assalto ai supermercati, il terrore ad uscire di casa, la paura di avere a che fare con lombardi, veneti ed emiliani, manco fossero tutti untori – paiono decisamente fuori luogo. Perché questa psicosi? Perché la nostra mente è programmata, prima di tutto, per farci sopravvivere. E per proteggerci dai pericoli, veri o presunti che siano. Quando siamo agitati, impauriti, allarmati, si attiva il cervello ancestrale. Che non sa ragionare. Non sa distinguere. Non sa valutare. Non capisce quali misure […]

  

Sanremo, il festival delle ipocrisie

Il Festival di Sanremo non sarebbe tale se non suscitasse, ogni anno, una montagna di polemiche. E di ipocrisie. Anche stavolta, per fortuna, non ci delude. Tra i protagonisti di quest’anno c’è un certo Junior Cally, il cantante mascherato. E si è scatenata la bufera su di lui. Perché, tre anni fa, nella sua canzone semisconosciuta intitolata “La strega” ha scritto: “L’ho ammazzata, le ho strappato la borsa/C’ho rivestito la maschera”. Non mi piace la musica di questo rapper, così come non mi piace la musica della maggior parte dei rapper e trapper: la trovo noiosa, ripetitiva. Una gran rottura […]

  

La lezione di Greta. E quella di Trump

C’è chi storce il naso perché il noto settimanale americano Time ha proclamato Greta Thunberg “persona dell’anno”: ma come, un simile onore a una ragazzina? Come diavolo fa a stare sulla copertina che ha celebrato giganti come Winston Churchill e Papa Francesco, Gandhi e Nelson Mandela, Roland Reagan e Donald Trump? Si dà il caso che questa ragazzina sia riuscita a mobilitare milioni di giovani nel mondo ben più di centinaia di illustrissimi scienziati che ormai da decenni lanciano allarmi sul futuro del pianeta. Strano? No, logico. Perché noi umani siamo molto, molto più emotivi che razionali. Un algido scienziato […]

  

Il motivatore © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>