La lezione dei bambini a governo e tecnici

Primo giorno di scuola. Si riparte. Dopo mesi di annunci, gaffe, passi falsi e sparate senza senso, la scuola è più “normale” di quanto temessimo. Niente barriere di plastica, niente banchi a rotelle, niente visiere trasparenti calcate sulla testa. I nostri figli potranno tornare in classe e riprendersi un altro pezzetto della loro quotidianità. Lo faranno carichi di emozione e, in molti casi, con una punta di paura. Tornare alla normalità dopo sette mesi di “clausura” non sarà poi così facile. Lo faranno col sorriso sulle labbra. Perché i bambini e gli adolescenti mica ti vengono a confidare che tornare […]

  

Censura sinistra

Statene certi. Avete una posizione netta sui migranti? Vi fiocca addosso l’accusa di razzismo e xenofobia. Criticate le baracconate della sinistra al governo? Vi beccate dei fascisti. Osate pungolare un donna? Ecco che faranno di tutto per farvi passare per sessisti. Che molto spesso i giudizi travalichino in insulti è una drammatica piaga da stigmatizzare e contro cui serve un impegno constante. Ma attenzione: questo non deve diventare il lasciapassare per i soloni del politicamente corretto di decidere cosa si può e cosa non si può dire. Due esempi recenti. Il primo, che in quanto assurdità ha dei livelli spaziali, […]

  

Silvia Romano non dia lezioni di libertà

Parla di “ingiustizie”, Silvia Romano. Parla anche di abusi e soprusi. Ma dimentica alcuni passaggi nel farlo. Se oggi può raccontare la sua verità, che spazia dalla conversione all’islam alla decisione di indossare il velo, può farlo perché vive in una società libera: l’Occidente. Altrove, per esempio in una delle tante teocrazie ispirate alla legge coranica, un’intervista in cui si difendono i valori dell’Occidente non sarebbe affatto possibile. Per questo appaiono ipocriti i moralismi contro le donne, che scoprono il proprio corpo, o i piagnistei sui musulmani perseguitati. Nessuno contesta le scelte della Romano, la cooperante rapita in Kenya e […]

  

Il corteo di morte

In coda, nel cuore della notte. Il lento incedere del corteo funebre senza un solo famigliare a stargli dietro, a pregare per quelle vite spezzate dal virus maledetto che stronca la respirazione. Le immagini che ieri sera ci sono arrivate da Bergamo raccontano più di ogni altra il dramma che stiamo vivendo. Il coronavirus ci sta mettendo in ginocchio e, nonostante i continui sforzi dei medici in prima linea e della comunità scientifica che si sta affannando per trovare una cura, il numero dei morti continua a salire inesorabilmente. Così la fragilità del vivere ci strappa anche la speranza di […]

  

Il treno della vergogna

La paura, per carità, va compresa. Ma vedere centinaia di persone correre in stazione, a Milano, per prendere l’ultimo treno, l’Intercity che alle 23.20 di ieri sera è partito da Garibaldi, per lasciare la Lombardia messa in quarantena dal governo è davvero vergognoso. Non solo perché svela un’isteria immotivata, ma perché è la rappresentazione plastica di un pericoloso egoismo. Davvero nessuno di questi ha avuto la forza di starsene tranquillo in casa, magari a guardarsi una serie tv di Netflix o a leggersi un buon libro? Davvero hanno pensato, tutti ammassati negli scompartimenti e nei corridoi, di riuscire a sfuggire così dal contagio […]

  

Il virus che è nell’uomo

Quando la scorsa settimana ci è piombata addosso la notizia del primo contagiato, un 38enne di un paesino della provincia lodigiana, subito la paura si è fatta spazio dentro ognuno di noi. A chi più, a chi meno è subito apparso evidente che con questo nuovo male dovremo imparare a convivere. Nato lontano, in qualche posto della sconfinata Cina, probabilmente da un putrido wet market dove, di punto in bianco, il virus è passato dall’animale (probabilmente un pipistrello) all’uomo. Un “salto” che gli scienziati chiamano spillover. E ora che è dentro di noi, annidato nel nostro corpo, sta facendo esplodere […]

  

I soliti odiatori

Ci risiamo. Come da copione. Mentre l’Italia si stringeva attorno ai sopravvissuti dei rastrellamenti titini, ricordando il terribile martirio delle foibe, la sinistra vomitava il solito odio. Ancora una volta hanno cercato di sbraitare per coprire le preghiere che si alzavano nel Giorno del Ricordo. Si sono preparati con una buona settimana di anticipo. Giorni segnati da ogni sorta di negazionismo. Il tutto nel tentativo di mettere a tacere, come hanno sempre fatto, le barbarie del regime comunista in Jugoslavia. Il culmine, poi, si è toccato ieri con il Partito democratico che al sacrario di Basovizza, monumento nazionale sul Carso […]

  

Il cardinale spegne la legalità

La sinistra ha già trovato il suo nuovo idolo. Lo hanno ribattezzato “Robin Hood”. È l’elemosiniere di papa Francesco, il cardinale Konrad Krajewski. Da poco tornato da Lesbo, dove per conto di Bergoglio ha portato 100mila euro di aiuti ai profughi, si è fatto paladino di 500 abusivi e ha riacceso la luce staccando, con le proprie mani, i sigilli del contatore in una palazzina occupata di Roma. Una mossa che avvalla l’illegalità creando un pericoloso precedente. “È stato un gesto disperato”. Il cardinale Krajewski dice di averlo fatto per i cento bambini che abitano nello stabile di via di […]

  

Il terrore in mezzo a noi

Gli occhi di quei 51 ragazzini sono gli occhi di tutta Italia. Sbarrati dal terrore, colmi di lacrime per il dramma che gli brucia davanti. Per la prima volta nella loro giovane vita hanno visto sbocciare il germe violento di una ideologia cieca e sanguinaria. E, attraverso i loro occhi impauriti, tutto il Paese ha potuto toccare con mano per la prima volta l’incubo che in passato aveva già sconvolto quasi tutti gli Stati occidentali. La procura di Milano ha contestato l’aggravante terrorismo. la ricostruzione dell‘attacco allo scuolabus ha subito spinto gli inquirenti in quella direzione. Non poteva assolutamente derubricare l’assalto al […]

  

Il futuro: ora

Durante le vacanze di Natale ho giocato a Bandersnatch, l’ultimo, eclatante episodio di Black Mirror prodotto da Netflix. Più che una banale puntata di una serie tv, è un vero e proprio gioco. Perché a decidere le mosse e le sorti del protagonista alle prese (nel 1984!) con la programmazione di un nuovo, futuristico videogioco (che visto nel 2019 non può che far sorridere), è il telespettatore con un semplice click sul telecomando. Quando agli inizi degli anni Novanta (era il 1992) uscì Il Tagliaerbe, un film sulla realtà virtuale nato dalla brillante mente di Stephen King, internet non era […]

  

Il blog di Andrea Indini © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>