Il gender e la dittatura del pensiero unico

Gender e dittatura del pensiero unico, un legame che sembra consolidarsi. Il periodico Tempi ha pubblicato – tempo fa – la storia di due genitori tedeschi arrestati per non aver fatto sì che i figli partecipassero alle due ore di lezione previste sul tema. La questione è datata e alcuni interpretarono la vicenda come se fosse stata giornalisticamente confezionata ad arte. In Germania – infatti – la legge sanziona la fattispecie che contiene il reato di non mandare i figli a scuola, non certo il non far partecipare la propria prole alle lezioni sul gender. Un problema – però – si pone: […]

  

La scuola contro Renzi.

  L’ARRABBIATURA DELLA SCUOLA “Ho tanti rimpianti, uno è la scuola. Abbiamo messo 3 miliardi ma siamo riusciti a fare arrabbiare tutti. Bisogna essere bravi per riuscirci. Evidentemente qualcosa non ha funzionato”. Il rammarico più grande per Matteo Renzi rischia di divenire la scuola pubblica italiana. Nel caso il premier dovesse perdere il referendum previsto per Domenica 4 Dicembre, infatti, diverrebbe rilevante la mancanza di voti provenienti da uno dei bacini storici del centrosinistra. La legge 107 avrebbe dovuto rappresentare una panacea contro la precareità, ma si è tramutata in un enorme caos ed in un inconsueto cementarsi di tutte […]

  

Pasolini aveva ragione

“Caro Gennariello – scrisse Pasolini ad un allievo immaginario – a causa della scuola diseducatrice sei qui davanti a me come un povero idiota, umiliato, anzi degradato, incapace di capire, chiuso in una morsa di meschinità mentale che, fra l’altro, ti angoscia”.Sono le poche righe da cui è scaturita l’idea di dar vita a questo blog. Parole portatrici di una struggente quanto tragica attualità.“Gennariello” fu il destinatario ipotetico cui Pasolini inviò un “trattatello pedagogico” raccolto in Lettere Luterane. Un giovane di quindici anni, napoletano, borghese, amante del calcio. Il prototipo di studente potenzialmente imbevuto dal conformismo. Lo scrittore e regista […]

  

I Professori come Benigni: asserviti?

Tanto rumore per nulla. I fiumi d’inchiostro versati sulla “Buona Scuola” sono stati del tutto infruttuosi. La Cassazione, infatti, ha verificato le sottoscrizioni utili a far sì che la discutissima legge 107 venisse sottoposta al vaglio popolare di un referendum ed ha rigettato la richiesta: mancano poche migliaia di firme. Il caos social scatenato dalle ingiustizie che il governo Renzi avrebbe prodotto con la legge in questione, insomma, non ha prodotto niente di giuridicamente rilevante. Quello che gli intellettuali chiamano il capitalismo totalitario, il male ideologico per mezzo del quale si punterebbe a ristrutturare l’intero mondo scolastico riducendo gli studenti […]

  

La “Buona Scuola” non è fertile!

FERTILITY CHE? Nella settimana in cui il tema della fertilità ha celebrato il suo quarto d’ora di gloria, diviene d’obbligo una riflessione sul dramma demografico che l’Italia sta attraversando. Quella del Fertility day è stata un’iniziativa spot che avrebbe dovuto proporre soluzioni legislative ad un problema: in Italia si nasce sempre meno. Vediamo i dati. Nel 2015 sono nati 488 mila bambini, 15 mila in meno del 2014. È il quinto anno consecutivo di calo delle nascite. Una costante, la cui conseguenza è il consolidarsi di una nazione sempre più anziana. Le statistiche prevedono che nel 2050 la popolazione inattiva […]

  

Il diario del ribelle © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>