“Estate rompi-timpani. Con l’ok del Comune”

Si prepara un”altra estate rumorosa per i residenti del quartiere Qt8. Il “quartiere modello” alle porte di San Siro dovrà  subire anche quest’anno il rumore della musica proveniente dal bel parco cittadino – il tutto col via libera del Comune.  Ieri all’ordine del giorno della commissione Verde del Consiglio di zona 8 si discuteva dei disagi recati nelle scorse edizioni dalle attività estive. La associazione che le gestisce – secondo Enrico Salerani, capogruppo leghista – “per le proprie iniziative prevede, tra gli altri, la collaborazione del centro sociale ‘Cantiere‘ occupante abusivo di vari stabili in Zona 8″. I portavoce dell’associazione […]

  

Periferie derelitte di Milano

Le periferie abbandonate sono una delle croci dell’amministrazione comunale di Milano. Almeno: il degrado dei quartieri è uno dei problemi che più spesso vengono sollevati per criticare l’operato di Giuliano Pisapia e dei suoi. Stavolta l’emergenza è segnalata in zona 2. Dice il capogruppo di Forza Italia Marzio Nava: “Dopo più di un anno dalla mia prima denuncia sul degrado di via Asiago e vie limitrofe e, in particolare, sulla discarica a cielo aperto di via Asiago 35/37 e a fronte della totale passività e negligenza sia della maggioranza di sinistra in Consiglio di zona 2 sia della giunta, ho […]

  

San Siro, le ex scuderie rifugio per disperati

Una svolta per l’area degradata  dell’Ippodromo di san Siro (in zona 7).  Questo il futuro che potrebbe profilarsi all’orizzonte per la periferia ovest della città. Anche perché la situazione di degrado in cui versa l’enorme area compresa tra via Capecelatro, piazza Axum, via dei Rospigliosi e via Pessano è ormai insostenibile. Decine di persone ogni notte scavalcano la recinzione per accamparsi alla meglio nelle ex scuderie dell’Ippodromo sotto gli occhi impotenti dei residenti. In mezzo, tra il futuro di San Siro, che a breve sarà raggiungibile anche in metrò, e il passato, ormai sfumato, delle grandi corse ippiche, la disperazione di […]

  

Serpenti e topi nel centro sportivo

Erba alta, topi e anche serpenti. Sembrerebbe la descrizione di una giungla. Invece siamo in un impianto sportivo di Milano, quartiere Gratosoglio. E’ il centro Carraro e quando è stato creato, nel 1987, era considerato un gioiello. Poi è passato per tante gestioni e nel 2012 – ce lo spiega il consigliere di zona5 Massimiliano Toscano – è finito in mano in mano a Acli e Csi, in virtù di un contratto con il Comune. Il centro, che si trova in via Dei Missaglia, è utilizzato da una quindicina di associazioni. Toscano giovedì ha presentato un’interrogazione per chiedere l’intervento del Comune.   […]

  

“I miei 5 Stelle non combinano nulla”

Lo hanno cacciato dal movimento con una votazione on line un po’ surreale, cui hanno partecipato 23 attivisti (e lui aveva preso 112 preferenze). Il motivo? Era troppo “indipendente”. E Massimiliano Toscano, ora sbatte la porta. Passa al gruppo misto e svela: “I 5 Stelle eletti in Comune e Regione non combinano niente”. Botte da «grillini» a Milano. Polemiche e defezioni nel Movimento 5 Stelle. Ma, quel che è peggio, le accuse che arrivano dall’interno, da un «portavoce» (cioè da un eletto del non-partito guidato con pugno di ferro da Beppe Grillo). «L’attività dei 5 Stelle in Comune e Regione […]

  

La consigliera a 5 Stelle: “Non sono un’assenteista”

“Assenteisti? Non io”. La consigliera 5 Stelle di Zona 3 respinge l’accusa di aver partecipato poco alle sedute consiliari. La vicenda era stata raccontata alcuni mesi fa dal «Giornale», che aveva riferito delle polemiche sollevate in Zona dopo che il consigliere Gianluca Boari aveva pubblicato nel suo sito alcuni dati comparsi anche nel portale del Comune. Boari aveva rimproverato scarsa partecipazione a Elena Re e Patrizia Bedori, dei 5 Stelle. Ma la «lettura» dei dati che è contestata dalla stesa Bedori. «Il calcolo delle presenze – spiega – dipende dal meccanismo delle convocazioni, che assomiglia a quello dei condomini, con […]

  

Dedicate una via a Sandro Lopopolo (e basta ideologia)

Una via intitolata ad Sandro Lopopolo, un pugile amato a Milano e legato alla sua città. E’ la richiesta presentata in zona 8 con prima firma dell’ex presidente Claudio Consolini (oggi capogruppo Forza Italia). Una richiesta finalmente accolta e condivisa. Lopopolo è stato due volte campione italiano, una volta campione del mondo nel ’65 e medaglia d’argento alle olimpiadi a Roma nel ’60. E’ nato e ha trascorso gran parte della sua vita in zona 8, nel quartiere Quarto Oggiaro Vialba. Ha 15 anni ha mosso i primi passi da pugile nella palestra dell’Alfa Romeo. Lopopolo è morto il 26 […]

  

La festa di via Padova, strada a due facce

«C’è poco da festeggiare» commenta Alessandro Morelli , capogruppo della Lega in consiglio comunale. Ma via Padova, estrema periferia a nord della città (Zona 2) il prossimo week end sarà vestita a festa. Dalle 10 fino a  tarda serata infatti  la strada multietnica per eccellenza sarà animata  da oltre 140 eventi, disseminati lungo i 4,5 km.  Degustazioni, lezioni, laboratori didattici e dimostrazioni saranno l’occasione per conoscere cortili, giardini e angoli nascosti. Si potrà andare alla scoperta dell’antico borgo di Crescenzago e della sua storia e partecipare alle visite guidate lungo il Naviglio della Martesana. Attenzione, domenica dalle 9 alle ore 18 […]

  

Gli immigrati? Sono cattolici, servono chiese

Chi l’ha detto che gli immigrati sono solo musulmani? La religione più diffusa fra i nuovi milanesi è nettamente il cattolicesimo. Lo dimostrano le ultime stime dell’Orim, l’Osservatorio regionale per l’integrazione e la multietnicità (Orim) diffuse dall’Ismu. Al 1° luglio 2013 nella città di Milano gli immigrati (regolari e irregolari) musulmani sono 68 mila, quelli cattolici quasi 94 mila, quelli di altre religioni cristiane 46 mila. Seguono gli  induisti, 2.400; i buddisti, 19.600; i sikh, meno di 800; quelli d’altre religioni, 2.400 e quelli di nessuna religione 24.400. Gli immigrati musulmani presenti provengono in modo preponderante dall’Egitto (31.000; il 45,6% del […]

  

Toponomastica rossa la trionferà

Toponomastica comunista a Milano? Sembra proprio che nella scelta dei nomi cui dedicare vie e piazze il Comune stia seguendo un criterio rigidamente politico-ideologico. E l’accusa arriva da un esponente importante della maggioranza, il presidente della commissione Urbanistica Roberto Biscardini, che è sì di sinistra, ma di estrazione socialista. «Attenzione alla partigianeria politica nella toponomastica» ha avvertito Biscardini intervenendo in Consiglio comunale. «L’anno scorso – ha ricordato – a 40 anni dalla morte avevo chiesto l’intitolazione di una via a Salvador Allende, senza ottenere risposta”. “Oggi – ha aggiunto Biscardini -vedo che a Citylife sono state dedicate ben tre vie […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>