“Nelle moschee scelte dal Pd ora si fa il tifo per i talebani”

Matteo Forte, capogruppo e ora capolista di «Milano popolare», lei ha posizioni equilibrate sull’accoglienza e conosce molto bene la realtà dei centri islamici cittadini. Milano che deve fare oggi? «Noi abbiamo sempre distinto i migranti economici e i rifugiati, e credo che dobbiamo farlo anche stavolta, con gente che sta scappando da un nuovo emirato islamico nato rapidamente dopo la dissoluzione di speranze suscitate anche dall’Occidente. Si deve accogliere, ma qui si apre un problema». Quale problema? «Sarà inevitabile coinvolgere realtà con affinità culturali ed etniche con queste persone. Il tema è: quali realtà sono state legittimate in passato? Sala […]

  

Per promuovere i diritti, Ue e Comune si affidano ai Fratelli musulmani

L’islam politico partner dell’Europa nell’ambito del programma per i diritti e contro le discriminazioni. E’ quel che emerge da un progetto appena presentato a Milano. L’Ue, nell’ambito del suo programma «Diritti, uguaglianza e cittadinanza», si affida a un’organizzazione controversa come «Femyso», che un’ampia letteratura accademica – citata anche in un’ordinanza del gip di Milano – considera espressione dei Fratelli Musulmani, la casa-madre dell’islam politico, che ufficialmente e tatticamente ha ripudiato l’uso della violenza in Occidente, ma viene bollata come organizzazione terroristica in vari Paesi e pochi giorni fa è stata «bandita» anche in Austria. Il Comune di Milano ha presentato, […]

  

“Vicina ai Fratelli musulmani, è nel board di Facebook”

Dentro il nuovo “board” di Facebook c’è qualcuno legato ai Fratelli Musulmani. Il caso è stato sollevato da più parti, anche interne al mondo islamico, e potrebbe imbarazzare non poco il social-network di Mark Zuckerberg, che ha voluto dotarsi di una commissione proprio per risolvere il problema delle contestazioni sui contenuti. Annunciato a settembre, l’”Oversight board” è partito pochi giorni fa e dovrà giudicare – in modo inappellabile – sulle controversie interne al più noto «social» del mondo. Questione delicatissima, basti pensare al problema delle fake news o dei discorsi d’odio. I “giudici” sono stati individuati con una sorta di […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>