Re Artù nero va bene, ma il sosia di Ghali con la faccia scura a “Tale e Quale Show” è razzista

Il politicamente corretto è una brutta bestia. Prima abbiamo Big Tech che censura i post di Trump sui risultati elettorali americani e qua in Italia, più in piccolo, Ghali si lamenta per la “Black Face” di Sergio Muniz (che confesso di non conoscere) a “Tale e Quale Show”. Ghali dice che “bastava l’autotune e un bel look…per imitare me o altri artisti”. Ghali parla del fenomeno della “BlackFace”, ovvero lo scurirsi la pelle con il trucco per imitare persone di colore. Infatti, nell’America dei primi anni ’20 del 900, gli attori bianchi erano soliti scurirsi la pelle per interpretare personaggi […]

  

Ep. 3 Liberiamo le Marche – I grillini vogliono una regione che decresca felicemente

Proprio ieri ho visto un’intervento della candidata del centrodestra in Umbria, Donatella Tesei, che descriveva la sua regione come in caduta libera per quanto riguarda il PIL, le infrastrutture e la qualità della vita. Purtroppo non ho potuto fare a meno di pensare alla realtà delle Marche, secondo il mio parere ben più drammatica di quella umbra. Come avranno capito i lettori di questo blog, ho una particolare passione per l’industria e le grandi infrastrutture, senza le quali un paese avrebbe i piedi di argilla. Le Marche, che hanno il record di non aver espresso neanche un ministero nella Seconda […]

  

Ep. 2 Liberiamo le Marche – La monnezza romana va dritta nell’ascolano

Roma ha avuto nel corso degli ultimi anni una classe dirigente cittadina degna forse di qualche metropoli nordafricana o sudamericana. Insomma, tutti ci ricordiamo i cumuli di rifiuti finiti in anteprima mondiale sul New York Times. Non c’è quindi da stupirsi se per l’ennesima la Capitale si trovi con l’acqua alla gola e non sappia più che pesci pigliare per smaltire i suoi cumuli di rifiuti. Non sapendo più dove portarli, Zingaretti ha deciso (d’accordo con il “governatore” marchigiano Ceriscioli) di portare parte della monnezza romana in provincia di Ascoli Piceno. Dopo una chiacchierata che ho fatto con Daniel Matricardi, […]

  

Liberiamo le Marche

Qualche giorno fa stavo vedendo un documentario su un politico messicano, che in Italia è più o meno sconosciuto: Luis Donaldo Colosio, candidato presidenziale del Partito Rivoluzionario Istituzionale (PRI) assassinato a Tijuana nel 1994 durante un comizio elettorale. In Messico, sia nelle regioni che nel governo centrale, c’è sempre stato un dominio incontrastato del PRI e Colosio, che era un sincero riformista, una volta disse: “se vogliamo salvare la democrazia messicana, non dobbiamo fare brogli in Bassa California e rischiare di perdere”. In quelle elezioni regionali in Bassa California, ad inizio degli anni 90, Colosio ed il PRI capitolarono, consegnando […]

  

La cittadinanza onoraria a Mimmo Lucano: follia pura!

Abito a Londra e ci lavoro, ma sono sempre molto attento a quello che succede nel mio territorio d’origine, l’Alta provincia maceratese. E’ stata una settimana piena di tristezza per la morte della coppia di Castelfidardo in viaggio verso Porto Recanati, in un sabato sera come molti altri. Si è venuti a sapere che l’altro guidatore era un extracomunitario con gravissimi precedenti penali legati allo spaccio di droga, colpevolmente ancora in circolazione nelle città marchigiane. Il tipico caso tutto italiano di giustizia forte con i deboli e debole con i forti. Quel delinquente su quella strada non ci doveva stare, […]

  

I disastri delle banchette del territorio

La storia delle banche e banchette in Italia è piena di disastri, su questo non c’è nessun dubbio. Al di là dei crac storici come quelli di MPS, è bene focalizzarsi sui dissesti finanziari di banche un po’ più piccole, le famose “banche del territorio”. Prendiamo Banca Marche, CARIFE e CARIGE, solo per fare alcuni esempi: tipiche banche che si professano vicine al territorio, ma che in realtà servono solo gli interessi dei piccoli potentati politici e di qualche “élite” provinciale. Queste banchette, piene di raccomandati della politica e di manager incapaci ed ignoranti, fanno i loro beneamati casini, giocano […]

  

Macerata è in mano alla mafia nigeriana, ma il sindaco Carancini tuona contro Salvini

Di oggi è la notizia, e la riporta Il Mattino, che c’è un’indagine in corso sui rapporti tra la mafia nigeriana di oltreoceano, con basi operative a New York City, Atlanta e Chicago, e la mafia nigeriana localizzata in Campania, sul litorale Domizio. Ci sono flussi di soldi, tutti attraverso Western Union, che partono dall’America e arrivano fino in Campania, e sembra questi dollari servano a far girare gli ingranaggi della tratta delle schiave del sesso e del traffico d’organi. L’indagine è talmente importante e delicata che oltre alla Dda italiana si sono aggiunti anche i federali americani, l’FBI. Ora, […]

  

Il problema della neve nelle zone terremotate

A dicembre, come succede spesso durante l’anno, nelle zone appenniniche nevica. Talvolta sono pochi centimetri, talvolta molto di più, arrivando fino al metro d’altezza. Sta di fatto che, come è normale che sia, sull’appennino umbro-marchigiano la neve scende ogni anno. Ogni anno però succede la stessa cosa: bastano 10 cm di neve, ed interi comuni rimangono per giorni senza elettricità. Ora capiamo tutte le difficoltà di intervenire in piccoli comuni montani, ma non è possibile che queste zone siano cosi bistrattate. Dopo il terremoto, intere comunità sono state abbandonate in casette provvisorie senza nessuna rassicurazione sul futuro. Interi paesini destinati […]

  

Un tragedia annunciata

La tragedia nelle Marche mi tocca molto da vicino, forse perchè parte della mia adolescenza l’ho passata divertendomi il sabato sera in locali tipo la “Lanterna Azzurra”. Le valli marchigiane sono placide molto sonnacchiose, e queste piccole discoteche, per chi è ancora molto giovani e non ha i mezzi per spostarsi verso Rimini o Riccione, sono una vera e propria manna dal cielo. Non stupisce quindi di come un migliaio di giovanissimi si siano riversati a sentire questo “trapper” in una vecchia balera su una collina vicino Corinaldo. Ma bisogna fare alcune considerazioni. La sicurezza non è mai una spesa a fondo perduto, […]

  

L’Hotel House: il dramma simbolo dell’abbandono della provincia italiana

In occasione di Pasquetta, con la mia famiglia sono andato a Porto Recanati, un gioiello marchigiano a due passi dal Conero. Una cittadina di mare che non ha nulla da invidiare alla Riviera delle Palme. Il lungomare pieno di giovani, pronti per i divertimenti serali di cui la cittadina, ma in generale tutta la costa marchigiana, abbonda. Sembra la località perfetta, e invece no. Prima di arrivare a Porto Recanati, chi viene dall’Appennino Umbro-Marchigiano nota subito un indegno casermone gigantesco, che le cronache nere conoscono molto bene: l’Hotel House. Una terra di nessuno dove dilaga la prostituzione, lo spaccio di […]

  

GLocal © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>