“L’omologazione a un apparato europeo burocratico e centrista non paga” – Il perché della sconfitta di Merkel secondo Marco Zanni

Sono passati solo pochi giorni dalla chiusura delle urne in Germania, e qualsiasi coalizione “colorata” verra fuori dal responso delle urne, ciò che appare chiara è la sconfitta senza appelli della Merkel e della CDU/CSU. Ne ho parlato con Marco Zanni, europarlamentare della Lega e presidente del gruppo Identità e Democrazia. Cosa ci dicono i numeri delle elezioni tedesche? La realtà impietosa dei numeri, che lascia in prima linea l’Spd di Olaf Scholz nel tentativo di formare un nuovo governo in cui non mancherà la presenza forte dei Verdi su temi e iniziative politiche, deve suscitare un ragionamento profondo all’interno […]

  

Non si vede la luce in fondo al tunnel, purtroppo

Uno potrebbe confortarsi nel pensare che, nonostante i divieti assurdi e la mancanza di libertà, dopotutto si possa vedere la luce in fondo al tunnel. E invece non è così. Vedete il caso del Regno Unito: nonostante il trend del virus lassù sia stato simile al nostro, il Governo di Sua Maestà ha una road map chiara, e prevede una data precisa – settimana più, settimana meno – per il ritorno alla completa normalità. In Italia no, si va avanti giorno per giorno, chiudendo a Pasqua per salvare qualcosa nel futuro, chiudere per riaprire, riaprire qualcosa e poi chiudere tutto, […]

  

Contro il “mercato delle vacche” bisogna “picconare” il sistema con una riforma istituzionale

Il mercato delle vacche nel nostro parlamento non è sicuramente una cosa di cui stupirsi. Fin dagli albori della Repubblica è sempre esistito e sempre esisterò, almeno finchè le nostre istituzioni non cambieranno in maniera radicale. Il parlamentarismo ed il bicameralismo italiano, unito ad una legge elettorale puramente proporzionale, porta ad avere il sempreverde Mastella come arbitro delle sorti del governo italiano. No surprise. L’unico modo per superare questa serie di bassezze politiche e compravendite stile “suk” è quello di una riforma istituzionale che in primis dia maggiori poteri al primo ministro, che ora come ora conta pochissimo e se […]

  

La censura incombe sul pensiero non conformista

Twitter ha bannato definitivamente il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump. Jack Dorsey è riuscito nel miracolo di deviare l’attenzione dei media dalle azioni contro il Congresso verso la censura nei confronti del mondo conservatore e di destra. Un capolavoro tattico che neanche il più abile stratega avrebbe potuto pensare. Ormai siamo di fronte ad una realtà: i social network che conosciamo stanno bersagliando tutti coloro che non si allineano al pensiero progressista globale. Fine dei giochi. Facebook e Twitter ci hanno permesso negli anni di ingaggiare una battaglie delle idee dura ma giusta e leale contro gli avversari politici. […]

  

Gli orrori del politicamente corretto americano

Il politicamente corretto ormai sta portando i cervelli dei liberal, già gravemente danneggiato, all’ammasso totale. Chi ad Hollywood pensa che Re Artù debba essere rappresentato nero, così come Anna Bolena, è da ricovero coatto. Ma un congressman democratico in America ha messo la freccia e in quanto a stupidità ha sorpassato tutti. Emmanuel Cleaver, democratico eletto alla Camera dei Rappresentanti per lo Stato del Missouri, ha pensato bene di terminare un suo discorso con un AMEN, ma anche con un AWOMAN. Amen, in aramaico, vuol dire semplicemente “e così sia”, ed è un’esortazione alla fine di una preghiera, sia nel […]

  

“C’è ancora futuro per gli idrocarburi in Italia?”- Parla Saini, CEO di Irminio

Questa maggioranza, si sa, non ama particolarmente l’industria degli idrocarburi. I 5 Stelle, dietro il paravento dell’ambientalismo ideologico, si sono particolarmente accaniti e tutte le occasioni sono buone per poter mettere ulteriori paletti all’industria, fino a costringere gli investitori a fuggire a gambe levate dal nostro paese. Una figura di palta che sono i grillini potevano garantire. Quest’anno in legge di bilancio ci hanno riprovato e, con la complicità del PD, è stato presentato un emendamento che sospende per un ulteriore anno i permessi di ricerca e prospezione degli idrocarburi. La mazzata finale, dato che era già tutto fermo. Fortunatamente […]

  

Virus Inglese si può dire, il “China Virus” di Trump invece era razzista

Ore 20.00 di ieri sera, va in onda il TG1 con Emma D’Aquino, e roboante la prima notizia è quella sulla “variante inglese” del COVID-19. Immaginate se la variante fosse stata nigeriana o africana in generale, secondo voi avrebbero aperto così? Ma ovvio che no, perchè poi dopo dove lo lasci il politicamente corretto, ti avrebbero accusato di razzismo. Però con i brutti, zozzi e liberi inglesi si può e si deve. D’altronde si sono permessi di uscire dall’UE, e visto che la Brexit si avvicina inesorabile, perchè non dare loro un bel colpo di grazia, trattandoli come degli appestati […]

  

I cittadini assuefatti dalla mancanza di libertà

L’ho detto anche poco tempo, ma vedere le scene di miei conoscenti, amici, amiche (virtuali e non) che si stanno scervellando per capire di quali libertà potranno godere durante queste feste, è una delle cose più tristi a cui abbia mai assistito. E’ patetico il punto al quale siamo arrivati: ormai è diventato un meccanismo quasi automatico quello di di aspettare gentilmente le concessioni del Governo. E se fai notare a qualcuno quanto sia schizoide questa situazione, ti danno del matto a te e ti dicono “è la legge, devi adeguarti sennò ti fanno la multa”. Ma a voi sembra […]

  

Prima ti danno il cashback, poi si lamentano dello shopping nelle città! Siamo su scherzi a parte?

L’idea che forse al timone non abbiamo gente troppo sveglia spesso mi sfiora. Se poi ci contiamo che siamo nel periodo più difficile per il nostro paese da 70 anni a questa parte, la paura di avere il timoniere sbagliato diventa sempre più grande. Perchè se prima dai il cashback (rigorosamente di Stato) e lo vincoli ad acquisti fatti in un qualsiasi negozio fisico, poi dopo non ti puoi lamentare che nei weekend che precedono il Natale la gente si riversa nelle vie dello shopping. C’è gia qualche genio dell’Internet che cianciano di libertà senza capirne una mazza. Il loro […]

  

No alla richiesta della famiglia Regeni di ritirare l’ambasciatore da Il Cairo

La politica estera non è roba per menti e cuori deboli. In politica estera conta o essere un ottimo broker oppure vincere, il resto sono chiacchiere per idealisti senza speranza. Non vorrei mai essere nei panni della famiglia Regeni, e non posso neanche capire il dramma di dover riconoscere il corpo di un figlio straziato dalle torture. Però siccome esiste anche la Ragion di Stato, trovo impossibile accontentare il desiderio della famiglia Regeni di richiamare il nostro Ambasciatore da Il Cairo. Farlo poi nello stesso momento in cui Macron da la Legion d’Onore ad Al-Sisi è da sconsiderati. Chiariamoci: Al-Sisi […]

  

GLocal © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>