Non facciamoci illusioni Macron non è amico dell’Italia

Si chiamano per nome, Emmanuel e Giuseppe, come due vecchi amici di liceo che nel frattempo hanno fatto carriera – e che carriera -, come due che si sono “presi” e piaciuti subito, vuoi per empatia, vuoi per quell’allure che contraddistingue entrambe, vuoi perché consapevoli di essere accomunati in qualche modo da un destino comune che, da semisconosciuti, li ha catapultati in un batter d’occhio fra i potenti della Terra. Ma al di là dei picchetti d’onore, dei soliti scontati convenevoli, dei volti distesi, delle photo opportunity di rito, delle pacche sulle spalle e dei sorrisi pro forma, la sostanza […]

  

Non solo emergenza migranti: torna la tratta degli schiavi

  Mentre l’emergenza immigrazione spacca in due l’Unione Europea, con una parte di essa che chiede collaborazione fra gli stati affinché si condivida il peso dell’ accoglienza dei migranti e l’altra – quella dei muri – che non vuole farsi carico dei flussi e pretende lo stop al metodo obbligatorio per la ricollocazione dei richiedenti asilo, un altro dramma si sta concretizzando a pochi kilometri dalle nostre coste. Sembrano storie appartenenti secolo scorso, eppure in Libia, dove regna il caos, da più di un anno vengono venduti all’asta giovani neri per qualche centinaia di euro. Braccia forti per lavorare nei […]

  

Papa Bergoglio parla di “risorse” come la Bodrini e di wi-fi come Bello Figo

«Si renda dunque a Cesare quel che è di Cesare, e a Dio quel che è di Dio». Ad ognuno il suo ruolo. Questa frase attribuita a Gesù Cristo nei Vangeli sinottici getta così le basi della divisione tra potere spirituale e potere temporale. È vero che, secondo le Scritture, il potere esercitato sulla terra viene da Dio ma come scrive nel Nuovo Testamento l’Apostolo Paolo a proposito della situazione dei cristiani nell’Impero “occorre prestare obbedienza leale alle autorità dello Stato” (cf. Rm 13,1-7; Tt 3,1-2). Cosa significa questo? Che lo Stato, inteso come autorità politica, è assolutamente necessario per […]

  

A Lodi agli immigrati danno anche la carta d’identità

Dopo le ben note proteste per il cibo non gradito o per avere la connessione wi-fi, adesso è il turno della carta d’identità. A Lodi nei giorni scorsi una sessantina di richiedenti asilo in arrivo dal Laus Residence di Lodi Vecchio, gestiti ovviamente da una cooperativa, hanno manifestato davanti alla prefettura per ottenere il documento di riconoscimento che permettebbe loro di avere libero accesso alle graduatorie comunali, ai servizi sociali e di assistenza. E alla fine lo hanno ottenuto. Ma il decreto Minniti per l’accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale e contrasto dell’immigrazione illegale, convertito in legge lo scorso […]

  

Il blog di Laura Tecce © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>