Battaglia fino a notte fonda sul mercato a Pagano

Battaglia fino a notte fonda nel Consiglio di zona 7 sul mercato di Pagano. Il gruppo di Forza Italia ha alzato le barricate contro la decisione della giunta comunale di destinare il parcheggio domenicale di piazza Pagano a un nuovo mercato di ambulanti. “La scelta dell’assessore Franco D’Alfonso è un’autentica follia, sia nel merito che nel metodo – attacca Marco Bestetti – perché il nuovo mercato sarà composto dalle bancarelle in eccesso nella Fiera di Senigallia e in altri mercati della città, generando un’accozzaglia senza senso in una zona semi-centrale ed eliminando un parcheggio molto frequentato dai cittadini”. Sette ore […]

  

I magazzini della stazione cadono a pezzi

La questione del degrado  del rilevato ferroviario delle vie Ferrante Aporti e Sammartini da tredici anni indigna il quartiere che gravita intorno alla stazione Centrale. I residenti della zona 2 hanno quindi lanciato una petizione per chiedere all’amministrazione e al ministro per le Infrastrutture di mettere fine a una vergogna per la città. Se ne parla oggi sul Giornale. Una petizione per chiedere un intervento in via Ferrante Aporti e via Sammartini. I cittadini residenti nel quartiere, riuniti nel gruppo Ferrante Aporti Sammartini e le associazioni Amici della Martesana, Associazione Anziani Greco Martesana, Cittadini Grechesi, Legambiente e Podisti di Greco […]

  

Zona mista raddoppia grazie a Marta Bravi

Zona mista da oggi è un po’ più grande. Premessa: questo blog dedicato alle zone di Milano non è mai stato un diario personale. E’ nato piuttosto con l’obiettivo di diventare un piccolo (ma possibilmente significativo) sensore di umori e fatti della città. E ora questa ambizione di raccontare Milano (le istituzioni ma anche i quartieri di una città grande e complicata) sarà un po’ più facile da concretizzare: Zona mista sarà infatti gestito a quattro mani, potendosi avvalere del lavoro di una collega, una cronista con tanta grinta e tante notizie, Marta Bravi, i cui pezzi tante volte abbiamo ripreso e […]

  

Moschea, Pisapia parla solo con gli amici

Uno strano silenzio sul caso moschea, e il sindaco, Giuliano Pisapia, lo ha interrotto solo per parlarne alla trasmissione di Gad Lerner. Di questo abbiamo parlato oggi sul “Giornale“: È una delle decisioni più importanti per Milano, ma nessuno ufficialmente ne parla. C’è uno strano silenzio sul caso moschea, interrotto solo da irrituali uscite del sindaco. Certo, ne parla la stampa, se ne è diffusamente occupato «Il Giornale», che nei giorni scorsi ha individuato il luogo in cui potrebbe sorgere il grande luogo di culto dell’Islam se andasse in porto il piano della Giordania. Ne parlano, e molto, i centri islamici, […]

  

Moschea in viale Certosa: i pro e i contro

Moschea in viale Certosa 146. Sul Giornale abbiamo parlato di tutti i pro e i contro di questa soluzione: “Stavolta per i musulmani milanesi potrebbe essere la volta buona. Il progetto al quale stanno lavorando i giordani insieme al Comune potrebbe andare in porto. E presto. I tempi stringono e all’apertura ufficiale di Expo manca solo un anno. E l’esposizione universale di Milano ha un ruolo centrale in questo piano, che è già in una fase avanzata – come dimostra il silenzio di Palazzo Marino (e del consolato giordano). I rappresentanti del Paese mediorientale si sono mossi per due legittime […]

  

Un referendum sulla moschea

Moschea in viale Certosa: come l’hanno presa i politici? Reazioni diverse ovviamente: il centrosinistra è favorevole, il centrodestra chiede a gran voce il referendum e in caso contrario annuncia barricate, ma ammette che preferisce questo piano a quello di Lampugnano. Queste posizioni sono state riportate in un pezzo uscito ieri sul “Giornale”: Viale Certosa, 146. Non è più l’indirizzo di una concessionaria di auto, come fino a poco tempo fa. Sarà l’indirizzo della moschea di Milano, quella che vuole il Comune, andando incontro alla proposta che le è giunta dai rappresentanti della Giordania. La partita è a buon punto, d’altra […]

  

Il Giornale svela la moschea di Expo

Viale Certosa, 146. Segnatevi questo indirizzo perché qui – è il Giornale che lo ha rivelato – il Comune farà sorgere la moschea di Milano, il grande luogo di culto destinato a ospitare gli ospiti di Expo. La mappa della zona che ospiterà la moschea Lo abbiamo raccontato nel numero in edicola ieri, con foto e mappa della zona. L’area prescelta è quella individuata dagli artefici di questa iniziativa politico-diplomatico, i rappresentanti della Giordania, paese amico dell’Italia e punto di riferimento del mondo arabo. Lo abbiamo spiegato così: La Giordania, in effetti, viene vista come una sicurezza dal punto di vista […]

  

Rispunta la moschea abusiva?

E’ stata riaperta la moschea di via Maderna? Mentre tutti discutono dei progetti più noti, che vorrebbero cupola e minareto realizzati in viale Certosa o a Lampugnano, in zona Mecenate il centro islamico che era stato chiuso torna a essere frequentato. E’ quello che segnalano alcuni residenti della zona 4, riferendosi a ieri: “Alle 14.30 dal quel centro uscivano molte persone che molto probabilmente si erano riunite in preghiera. Il Caim (il coordinamento dei centri islamici, ndr) continua a ripetere che non esiste nessuna moschea lì. Peccato che le persone che entrano in quel magazzino siano qualche centinaio. Si richiede […]

  

Emergenza marciapiedi a Milano

Marciapiedi pericolosi a Crescenzago. Marco Cagnolati, consigliere di zona 3, torna a interrogare Palazzo Marino su un’emergenza del quartiere. Uno di quei problemi di cui nessuno (o quasi)  si occupa, ma che ai cittadini interessano molto: “Via Crescenzago è una strada fra via Don Giovanni Calabria e via Feltre, limitrofa al Parco Lambro – spiega – lungo via Crescenzago il marciapiede presenta un interruzione come da foto documentate all’incirca in corrispondenza dei civici 105/107. Tale interruzione costringe i pedoni ad invadere la carreggiata stradale ponendosi in situazione di estremo pericolo in rapporto al traffico automobilistico sopraggiungente”. “Il marciapiede – spiega […]

  

“La scuola occupata dagli anarchici cade a pezzi”

L’ex scuola Rosmini in stato di abbandono e occupata dagli anarchici.  “Monumento storico lasciato in stato pietoso dal Comune”. E’ la denuncia del gruppo di Forza Italia in Zona 2. Spiega la consigliera Silvia Sardone: “La vecchia Scuola Antonio Rosmini di Precotto, viale Monza 255 ha un’importante valenza storica perché rappresenta la memoria di Milano essendo l’unico edificio che ricorda il bombardamento del 20 ottobre 1944. Qui don Carlo Porro, medaglia d’oro del Comune, salvò i bambini della scuola elementare, impresa che, purtroppo, non ci fu a Gorla dove, per il bombardamento, morirono 200 persone tra scolari e insegnanti”. “E’ […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2018