Due anni dopo averlo esautorato, il Pd richiama Nahum

nahum

Due anni dopo, il Pd rimedia. Era il 7 ottobre del 2016: quel giorno Daniele Nahum era stato sostanzialmente cacciato dalla segreteria del partito di Milano, nel quale era delegato alla Cultura. Molte cose sono cambiate da allora, ma in quei giorni Nahum – coscienza critica del partito – si era visto ritirare quelle deleghe dall’allora segretario Pietro Bussolati. Lo aveva raccontato lui stesso, contestando non tanto la decisione quanto le forme e «lo stile» con cui era stata presa e comunicata, o meglio non-comunicata. «Non mi è arrivata né una telefonata né una email – scrisse allora – tanto […]

  

Il candidato Pd: “Servono meno radical chic col salame sugli occhi”

indobino

Periferie  deluse, quartieri delusi dalla sinistra, che li ha lasciati in balia di degrado e abbandono. Qualcuno il tema lo ha fiutato in tempo. Forza Italia ha avviato la sua campagna elettorale (con Silvio Berlusconi!) fra Baggio e Lorenteggio, in una domenica invernale. A sinistra molti immaginavano la rivolta (democratica, elettorale) che stava preparando una Milano sempre più stanca, quella fisicamente e socialmente lontana dalle vie “fighe” del centro, certamente capaci di regalare gratificazioni a chi problemi, in ogni caso, non ne ha. A sinistra molti sapevano ma hanno taciuto. E ora qualcuno lo dice. Stefano Indovino per esempio. Il capogruppo del […]

  

Che Dio sia con te (nelle urne)

sumaya

Si è detto e scritto molto sulla candidatura di Sumaya Abdel Qader, responsabile cultura dei centri islamici milanesi. La scelta di schierarla ha suscitato grandi malumori in un pezzo di Pd, che resta coperto e in silenzio solo per carità di partito: aprire una contesa del genere a un mese dal voto significherebbe coinvolgere esponenti di primo piano del centrosinistra milanese (mettendo in gravi ambasce anche il candidato Beppe Sala). La dirigente islamica infatti (nei manifesti si presenta con un bel velo colorato) è sponsorizzata direttamente dall’assessore Pierfrancesco Majorino, già candidato alle primarie, oggi (curiosamente) capolista e artefice del (fallimentare) piano-moschee del Comune. A […]

  

Sala, l’operazione-simpatia non basta

La luna di miele mediatica di cui ancora gode Matteo Renzi irradia anche una cerchia importante dei suoi amici. Ed è stata chiaramente un’operazione simpatia quella di cui Giuseppe Sala ha beneficato nei giorni della scalata milanese del premier, che per la chiusura di Expo è salito a Milano con un miliardo e mezzo di euro da sbattere sul tavolo per sedurre la città, in procinto di scegliere il suo sindaco. Una partita di questa portata sul dopo Expo è chiaramente in linea con un’ambizione forte del leader Pd, deciso a prendersi Milano, politicamente parlando, liquidando così l’esperienza “arancione” di Giuliano Pisapia, frutto di una stagione […]

  

Tra Renzi e Milano più odio che amore

pdmilano

Milano e Renzi. Il premier fiorentino e il cuore produttivo del Paese. Il rapporto è irrisolto. Anzi, le difficoltà attuali del Pd e gli scenari che già si intravedono descrivono un paradosso. Più Renzi ha bisogno di Milano, più questa gli sfugge. Ieri il Corriere della Sera ha pubblicato un sondaggio che dà il Pd al 35%. Un dato non negativo in assoluto, ma lontano dai risultati delle Europee con un crollo del 10%. Il 45% del 2014 era l’espressione di una vocazione maggioritaria. Il 35 sbanda paurosamente verso le percentuali della stagione Pds-Ds. E, se guardiamo allo schiaffo che […]

  

Foibe, quei silenzi imbarazzanti della sinistra

Dopo lo sfregio del consigliere Pd Onorio Rosati  che si è rifiutato di partecipare alla cerimonia in Regione in ricordo dei martiri delle Foibe (censurato dal segretario metropolitano Pietro Bussolati) , è stata la volta dei consiglieri della sinistra radicale  che nei consigli di zona sono usciti dall’aula nel momento del silenzio, rifiutandosi di onorare la memoria di 30mila vittime innocenti. Così in consiglio di zona 3  il presidente di Rifondazione Renato Sacristani ha avuto il coraggio di negare il minuto di silenzio chiesto dai consiglieri. Il motivo? ” Le verità storiche sono più complesse delle versioni che della storia […]

  

Maggioranza “nel pallone” in Zona 9

E’ bastata una mozione per mandare gambe all’aria la maggioranza in zona 9. Una mozione che è diventata un caso politico con Sel che non partecipa alle sedute del Consiglio, bloccando di fatto i lavori del parlamentino, finché non verrà chiarito quanto successo giovedì scorso. E dichiarazioni di fuoco (in teoria amico)  tra la coordinatrice metropolitana di Sel Anita Pirovano e il segretario metropolitano Pd Pietro Bussolati che arrivano addirittura a mettere in discussione la tenuta della maggioranza  a Palazzo Marino. I fatti: giovedì sera il capogruppo di Ncd Federico Illuzzi presenta una mozione di censura della vicepresidente del consiglio […]

  

Stangata sugli impianti sportivi. Pd sull’orlo della crisi (di nervi)

Maggioranza sull’orlo di una crisi di nervi in zona 7. Tutto per una mozione sull’aumento delle tariffe degli impianti sportivi. La stangata, si sa, non è piaciuta a nessuno e Marco Bestetti, consigliere di Forza Italia, ha messo il dito nella piaga. Essendo arrivata in discussione una delibera per il finanziamento di alcune associazioni sportive ed essendo citato in premessa il sacrosanto diritto di fare sport riconosciuto a tutti, Bestetti si è ricordato che Palazzo Marino ha incrementato notevolmente i prezzi di piscine e campi sportivi e ha pensato bene di presentare un documento per chiedere, senza polemiche, il ripristino […]

  

Profughi, per i grillini il Pd è razzista

Razzisti? La maggioranza prende schiaffi da tutte le parti. E mentre il centrodestra la critica per l’inconcludenza nella gestione dell’emergenza profughi, i grillini la accusano. Accade in zona 3, quella del quartiere Porta Venezia, teatro nei giorni scorsi di tensioni legate alla presenza di migranti africani e alla reazione di commercianti e residenti, che hanno imbastito le cosiddette “ronde”. E’ la consigliera dei 5 Stelle Patrizia Bedori ad attaccare: “La maggioranza nella seduta del Consiglio di zona 3 ha presentato la mozione dove si evince che il problema di sicurezza di Porta Venezia è unicamente data dalla presenza dei clandestini […]

  

La costituente di Milano: ecco come sarà

Ecco la «Costituente» di Milano. Nel grafico, pubblicato a pagina 4 del “Giornale” cartaceo in edicola ieri, si vede la composizione del Consiglio metropolitano come risulta dalle simulazioni che filtrano dalle segreterie dei partiti. Il Consiglio sarà eletto a settembre da un corpo elettorale inedito: sindaci e consiglieri dei 134 Comuni della provincia. Questa “Costituente” di Milano dovrà scrivere lo statuto della città metropolitana, l’ente che subentrerà alla Provincia – da qui al 2015 – e probabilmente anche al Comune capoluogo – da qui a pochi anni. Il Consiglio dovrà stabilire cosa farà il sindaco metropolitano, cosa i Comuni, e […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2019