La sardina e l’autismo ideologico

La spiazzante risposta di Mattia Santori ad Alessandro Sallusti a DiMartedì sembrerebbe sintomatica. Sintomatica di un disagio culturale. Perché se quello è il leader carismatico e l’animatore intellettuale del movimento, immaginatevi gli altri 39.999 che riempivano la piazza di Bologna! O forse sintomatica di un generale autismo della sinistra giovanile, che ha significativamente eletto una giovane portatrice della sindrome di Asperger a sua ambasciatrice internazionale. Comportamenti ritualistici come i girotondi, i disegnini dei pesciolini, le fiaccolate pacifiste contro il terrorismo, l’inclusione tribale contro la violenza sulle donne, il più sicurezza meno polizia, la festa in maschera a casa dell’islamico gay-friendly, […]

  

Integrare il leghista con Mattia

Finalmente!  L’attesa è stata lunga, ma ci siamo. Oggi, grazie al movimento spontaneo delle Sardine, sono certo che il mio appello dell’agosto 2017 verrà finalmente ascoltato. Le spontanee parole di Mattia Santori da Lilli Gruber hanno colpito nel segno e con viva spontaneità: «Vogliamo lavorare sul concetto di integrazione… e non solo fra immigrati e italiani, ma un’integrazione completa: adulti, giovani, anziani, gente bianca, gente di colore, omosessuali, eterosessuali. Il bello delle nostre piazze è che c’è un’integrazione». Bravi ragazzi! Adesso dovete spingervi oltre, osare dove nessuno ha osato prima: dovete integrare il leghista. Facile integrare un estroverso omosessuale pugliese […]

  

Colpi bassi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>