Trump assolto. Il Gop regge, nonostante qualche distinguo

Finisce con un nulla di fatto il secondo processo contro Donald Trump. Dopo un’accesa battaglia al Senato l’ex presidente è stato assolto dall’accusa di aver “volontariamente incitato violenza contro il governo degli Stati Uniti”. La causa promossa dai democratici non è riuscita a convincere un sufficiente numero di repubblicani: solo sette, infatti, quelli che hanno votato sì all’impeachment. Per arrivare a una condanna occorrevano i voti di 67 senatori. A giudicare Trump colpevole sono stati 57, quelli che hanno votato per la non colpevolezza sono stati 43. Oltre ai 50 democratici sono sette i senatori repubblicani che hanno votato sì. […]

  

Impeachment, seconda volta per Trump

Per la seconda volta il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dovrà affrontare una messa in stato d’accusa. In un clima molto teso, con un Congresso letteralmente blindato dai militari dopo lo choc per l’assalto del 6 gennaio, la Camera ha approvato la procedura di impeachment con 232 voti a favore, 197 contrari e 5 non votanti. Hanno detto sì all’impeachment 10 repubblicani. Quella di oggi è stata la votazione più bipartisan della storia americana: contro Bill Clinton nel 1998 votarono a favore dell’impeachment cinque democratici. I repubblicani che scelto di processare Trump sono: John Katko di New York, Liz […]

  

Curdi abbandonati dagli Usa

Hanno combattuto per primi contro i tagliagole dell’Isis. Ora gli Stati Uniti non muovono un dito per opporsi all’offensiva della Turchia contro di loro. Usati e abbandonati, come e peggio di uno straccio. Per fortuna c’è ancora chi, negli Usa, si scandalizza per la scelta della Casa Bianca di abbandonare i curdi al loro destino. Citiamo alcuni esempi nel campo repubblicano. Nikky Haley, ex ambasciatrice Usa alle Nazioni Unite: “Dobbiamo sempre supportare i nostri alleati, se loro si aspettano che noi li supporteremo. I curdi sono strumentali per il nostro successo nella battaglia contro l’ISIS in Siria. Lasciarli morire è […]

  

Trump e quel soldato musulmano Usa

Quello di Khizir Khan, avvocato, padre di un ufficiale americano di fede musulmana morto in Iraq nel 2004, verrà ricordato come uno degli attacchi più duri mossi contro Trump in questa campagna elettorale. “Trump offende costantemente i musulmani – ha detto Khan dal palco della convention democratica di Philadelphia – manca di rispetto per le minoranze, le donne, i giudici e persino i leader del suo partito”. Riferendosi ad alcune delle proposte più controverse di Trump (il muro con il Messico e la messa al bando degli islamici), Khan si è rivolto direttamente al candidato repubblicano:  “Ci chiede di affidarle […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>