La caduta di Cuomo

Il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, in un anno è passato dalle stelle alle stalle. Se dodici mesi fa molti lo vedevano come il possibile “salvatore” dei democratici, l’unico in grado di tenere in piedi il partito dell’asinello, oggi le accuse nei suoi confronti si moltiplicano, e non solo dai repubblicani. A metterlo nei guai i dati nascosti sui reali decessi per Covid nella case di riposo (davvero una brutta storia), a cui si aggiungono alcune accuse di molestie sessuali (si tratterebbe solo di frasi) che gli hanno mosso due sue ex collaboratrici, Charlotte Bennett e Lindsey […]

  

Ronald Reagan

Lo prendevano in giro più o meno in questo modo: un attore di serie B che si butta in politica, se metterà in pratica ciò che ha fatto sul grande schermo (sottinteso: nulla di rilevante) c’è da stare freschi! Invece Ronald Reagan divenne uno dei più grandi presidenti della storia degli Stati Uniti. Ne parla in un libro, edito da Mondadori, il direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano (“Reagan. Il presidente che cambiò la politica americana”). Un ex attore, è vero. Ma che prima di accomodarsi alla Casa Bianca si era già occupato della cosa pubblica, governando uno stato importante come […]

  

Addio a Rush Limbaugh

L’annuncio della morte di un uomo che aveva fatto della radio la sua vita non poteva avvenire in altro modo, dai microfoni di quello che per decenni era stato il suo programma radiofonico. Rush Limbaugh, figura di riferimento della destra americana, è morto all’età di 70 anni. A comunicare la notizia è stata sua moglie, Kathryn Limbaugh. Famosissimo in radio, col suo programma trasmesso in oltre 600 stazioni in tutti gli Stati Uniti, per sei anni (dal 1992 al 1996) aveva condotto anche uno show in tv, oltre a scrivere sette libri. Nel 2020 aveva ricevuto la Presidential Medal of […]

  

Nikki Haley e Trump

Mi ero già occupato di Nikki Haley nel gennaio 2016, quando l’allora governatrice della South Carolina tenne il contro discorso sullo stato dell’Unione per il Partito Repubblicano. Poi ne avevo scritto nell’ottobre 2017, quando al Palazzo di Vetro come rappresentante degli Stati Uniti, aveva convinto Trump a strappare con l’Iran sull’accordo nucleare. Nata in una famiglia di indo americani Sikh nel 1972, Haley vanta un’esperienza politica di assoluto rilievo: membro della Camera dei rappresentanti della South Carolina dal 2005 al 2011, governatrice dal 2011 al 2017, rappresentante permanente alle Nazioni Unite dal gennaio 2017 al dicembre 2018, quando si è […]

  

L’assedio – 6 gennaio 2021

“È il 6 gennaio 2021. Mi sono alzato presto e sono uscito di corsa. Sapevo di avere tante cose da fare, ma ignoravo l’appuntamento con la Storia. Per la prima volta dall’approvazione della Dichiarazione d’Indipendenza, avvenuta nel lontano 1776, un gruppo di cittadini americani dà l’assalto al palazzo del Congresso. All’interno senatori e deputati sono riuniti per certificare l’elezione del nuovo presidente, Joe Biden. I sostenitori di quello uscente, Donald Trump, irrompono nel palazzo per contestare il risultato elettorale. Nei giorni precedenti, alcuni senatori e deputati del partito repubblicano hanno promosso una risoluzione per contestare l’operato dei Grandi Elettori, ovvero […]

  

Draghi e gli Usa

Il presidente del consiglio incaricato, Mario Draghi, ha un passato importante negli Stati Uniti. Dopo la laurea in Economia alla Sapienza di Roma (tesi con uno dei più illustri economisti italiani del Novecento, Federico Caffè), si trasferisce negli Usa dove, grazie a una borsa di studio di una banca italiana, insegna in alcuni campus e si specializza al Massachusetts institute of technology (Mit) di Boston, dove viene a contatto con l’uomo che nel 1985 vincerà il premio Nobel per l’economia, Franco Modigliani. Nel 1977 Draghi ottiene il PhD al Mit sotto la supervisione di Modigliani e di Robert Solow (Nobel […]

  

Impeachment, seconda volta per Trump

Per la seconda volta il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dovrà affrontare una messa in stato d’accusa. In un clima molto teso, con un Congresso letteralmente blindato dai militari dopo lo choc per l’assalto del 6 gennaio, la Camera ha approvato la procedura di impeachment con 232 voti a favore, 197 contrari e 5 non votanti. Hanno detto sì all’impeachment 10 repubblicani. Quella di oggi è stata la votazione più bipartisan della storia americana: contro Bill Clinton nel 1998 votarono a favore dell’impeachment cinque democratici. I repubblicani che scelto di processare Trump sono: John Katko di New York, Liz […]

  

Georgia ai democratici: a Biden anche il Senato

Nel giorno più sconvolgente per gli Stati Uniti, con l’assalto al Congresso e la procedura di certificazione dell’elezione del presidente Biden interrotta per “cause di forza maggiore”, è passata in secondo piano una notizia davvero importante: i democratici Raphael Warnock e Jon Ossoff hanno vinto entrambi i seggi del Senato per cui si è votato in Georgia. Il risultato era decisivo perché, se i Repubblicani avessero mantenuto il controllo del Senato, Biden sarebbe stato un’anatra zoppa, come si dice in gergo, ossia un presidente che non avendo il pieno controllo del Congresso deve giocoforza venire a patti con l’opposizione. Con […]

  

I Grandi Elettori dicono sì a Biden

Si conclude il processo elettorale americano: il Collegio Elettorale ha certificato l’elezione a presidente di Joe Biden, ufficializzando l’esito del voto del 3 novembre dopo lunghe settimane di braccio di ferro e battaglie legali. Biden ha ottenuto complessivamente 306 voti dai Grandi Elettori contro i 232 di Trump. Nel suo primo discorso subito dopo il voto del Collegio Elettorale Biden ha lanciato un appello all’unità del Paese, sottolineando che “è ora di voltare pagina” sulle elezioni, che sono state “oneste, libere ed eque. In America – ha aggiunto – i politici non prendono il potere, è il popolo che lo […]

  

L’ultima mossa di Trump parte dal Texas

L’ultima mossa di Trump per impedire a Biden di insediarsi alla Casa Bianca prevede un ricorso diretto alla Corte Suprema. Impossibile, secondo la costituzione, ma non se riguarda dispute tra gli stati. Ed è proprio qui che si inserisce la richiesta che lo Stato del Texas ha formulato alla Corte suprema degli Stati Uniti: impedire ai grandi elettori di quattro Stati (Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin) di votare al Collegio elettorale. Formalmente il Texas ha anche chiesto il rinvio della riunione del Collegio elettorale, in programma il 14 dicembre. L’azione legale è stata resa nota dal procuratore generale del Texas, […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>