La Corte Suprema dice no a Trump

Niente da fare,  la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto il ricorso del Texas per bloccare l’elezione di Joe Biden. Lo stato del Texas aveva citato in giudizio Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin, chiedendo di non conteggiare i loro 62 voti elettorali per Biden, giudicando incostituzionali alcune procedure elettorali adottate per disciplinare il voto postale. Ma la Corte ha respinto il ricorso e il 14 dicembre il Collegio Elettorale, con i 538 grandi elettori espressione di tutti gli Stati, ratificherà la vittoria di Biden con 306 voti elettorali contro i 232 di Trump. Sul merito del ricorso tutti e […]

  

L’ultima mossa di Trump parte dal Texas

L’ultima mossa di Trump per impedire a Biden di insediarsi alla Casa Bianca prevede un ricorso diretto alla Corte Suprema. Impossibile, secondo la costituzione, ma non se riguarda dispute tra gli stati. Ed è proprio qui che si inserisce la richiesta che lo Stato del Texas ha formulato alla Corte suprema degli Stati Uniti: impedire ai grandi elettori di quattro Stati (Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin) di votare al Collegio elettorale. Formalmente il Texas ha anche chiesto il rinvio della riunione del Collegio elettorale, in programma il 14 dicembre. L’azione legale è stata resa nota dal procuratore generale del Texas, […]

  

Barrett giura, Trump gongola

Dopo la conferma della nomina da parte del Senato (52 sì, 48 no) la giudice Amy Coney Barrett ha giurato alla Casa Bianca impegnandosi a svolgere i propri doveri di giudice della Corte Suprema “senza alcun timore o favore” nei confronti degli altri rami del governo o delle sue convinzioni. Si tratta del primo dei due giuramenti previsti prima di entrare in carica. “È compito di un giudice resistere alle sue preferenze politiche”, ha detto, aggiungendo che sarebbe un “abbandono del dovere” cedere a loro. Inoltre si è impegnata a fare il suo lavoro “indipendentemente” dalla politica e dalle sue […]

  

Presidenziali e Corte Suprema, scontro totale negli Usa

Sono nove i giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America. Nominati a vita, quando un seggio resta vacante il presidente degli Stati Uniti provvede a nominare il sostituto, che deve ricevere l’approvazione del Senato. Nessuna norma limita il potere del presidente di scegliere un nuovo giudice, neanche quando sta per scadere il suo mandato alla Casa Bianca. Per ragioni di opportunità e di equilibrio istituzionale a un presidente a fine mandato è consigliata la massima cautela, per evitare gli inevitabili scontri tra fazioni che getterebbero il massimo organo giurisdizionale nella mischia politica. Alcuni giorni fa Donald Trump ha nominato […]

  

Nozze gay e aborto, il Texas sfida la Corte suprema

Negli Stati Uniti è ormai guerra aperta tra il Texas e la Corte Suprema. La prima mossa dello stato conservatore del Sud è stata quella di bollare come “fuorilegge” la sentenza con cui la Corte ha autorizzato i matrimoni gay. Il procuratore generale del Texas, il repubblicano Ken Paxton, ha detto che i funzionari dello Stato texano potranno rifiutare i certificati di nozze sulla base delle proprie credenze religiose. Coloro che sceglieranno questa via (l’obiezione di coscienza) potranno essere multati ed eventualmente saranno trascinati in tribunale, ma il procuratore ha altresì aggiunto che “molti avvocati” sono disposti a difendere gratis i […]

  

Doppio bacio gay su Time

In attesa che la Corte Suprema decida, a giugno, se abolire o meno, e in che misura, il Defense of Marriage Act, la legge federale che definisce il matrimonio come unione tra un uomo e donna, negli Stati Uniti impazza il dibattito. Time va all’attacco sparando un titolone forte: “Le nozze gay hanno già vinto”. L’ultimo numero della rivista esce in edicola con due diverse immagini di copertina: in una un bacio tra due uomini, nell’altra il bacio tra due donne. Due foto (in bianco e nero) che ritraggono due coppie vere: nella prima Sarah Kate e Kristen Ellis Henderson, […]

  

Matrimonio gay alla Corte Suprema

I nove giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti affronteranno due casi che potrebbero cambiare la legge che vieta i matrimoni tra omosessuali. Si parte dalla causa “Hollingsworth v. Perry“, che mette in dubbio la costituzionalità del divieto dei matrimoni omosessuali in California, votato dagli elettori in un referendum del 2008 e conosciuto come “Proposition 8” (afferma che lo Stato riconosce come valido solo il matrimonio tra un uomo e una donna).  Seguirà un altro caso, “United States v. Windsor“, in cui a essere messo in discussione è il Defense of Marriage Act (Doma), la legge federale approvata nel 1996 […]

  

Senatore repubblicano cambia idea sui matrimoni gay

Tra i senatori repubblicani ce n’è uno che sta spingendo il presidente Obama ad andare avanti sull’apertura ai matrimoni fra gay. Si tratta di Rob Portman. Prima la pensava in modo diametralmente opposto, perfettamente in linea con il suo partito. Ora ha cambiato idea. Perché? Per motivi familiari. Suo figlio, infatti, gli ha confessato di essere omosessuale.  un quotidiano dell’Ohio Portman ha raccontato che nel 2011 il figlio annunciò a lui e alla moglie, Jane, il suo orientamento sessuale: “Mi ha permesso di pensare a questo tema in una prospettiva nuova, quella di un papà che vuole dare a suo […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>