L’ultima mossa di Trump parte dal Texas

L’ultima mossa di Trump per impedire a Biden di insediarsi alla Casa Bianca prevede un ricorso diretto alla Corte Suprema. Impossibile, secondo la costituzione, ma non se riguarda dispute tra gli stati. Ed è proprio qui che si inserisce la richiesta che lo Stato del Texas ha formulato alla Corte suprema degli Stati Uniti: impedire ai grandi elettori di quattro Stati (Georgia, Michigan, Pennsylvania e Wisconsin) di votare al Collegio elettorale. Formalmente il Texas ha anche chiesto il rinvio della riunione del Collegio elettorale, in programma il 14 dicembre. L’azione legale è stata resa nota dal procuratore generale del Texas, […]

  

Brogli Usa, Barr dice no a Trump

Il procuratore generale degli Stati Uniti, William Barr, in un’intervista all’Associated Press fa sapere che il Dipartimento di Giustizia non ha trovato prove di una maxi frode elettorale. Non ha escluso che vi possano essere stati brogli ma ha detto che “ad oggi non abbiamo prove di una frode di larga scala che potrebbe cambiare il risultato elettorale”. Un mese fa Barr aveva scritto a tutti i procuratori generali invitandoli a indagare su tutte le “accuse rilevanti” denunciate. Ora, con la sua ultima affermazione, Barr sembra stroncare ogni minima speranza di Trump. Pronta la replica di Rudolph Giuliani, avvocato personale […]

  

Biden batte Trump

La notizia arriva in tarda mattina (ora di Washington), metà pomeriggio in Italia. Il 46° presidente degli Stati Uniti è Joe Biden: secondo le proiezioni di Ap, Msnbc e Cnn a Biden viene attribuita la vittoria in Pennsylvania che lo porta a 273 grandi elettori mentre Donald Trump è fermo a 213. Settantasette anni, nato a Scranton, in Pennsylvania, una lunghissima carriera in politica e 8 anni alla Casa Bianca come vice di Obama, Biden assapora la vittoria dopo tre giorni di profonda incertezza, con un lungo spoglio lungo in cui ha pesato moltissimo il voto postale. Ora, però, inizierà […]

  

Vittoria per posta. Usa 2020, che succede?

Il peggiore scenario previsto si è avverato: gli Stati Uniti si risvegliano senza sapere chi sarà il nuovo presidente. Il risultato, infatti, è ancora aperto in alcuni stati chiave, considerato il gran numero di voti espressi in anticipo e la necessità di contarli tutti prima di dichiarare chi sia il vincitore. Stiamo parlando soprattutto di Pennsylvania (20), Michigan (16) e Wisconsin (10): tra parentesi il numero di grandi elettori assegnati. Tutti e tre hanno dichiarato che non sono in grado di dichiarare ufficialmente l’esito del voto. Venerdì si dovrebbe conoscere il quadro definitivo, ma le polemiche, a spoglio ancora in […]

  

Usa, voto anticipato record

Sono più di 80 milioni gli elettori americani che hanno già votato per le presidenziali del 3 novembre, sia per posta sia nei seggi aperti in anticipo. Il dato è reso noto dall’Us Elections Project: si tratta di quasi il 60% dei voti espressi alle presidenziali del 2016, quando 137 milioni di persone andarono a votare. Nel 2016 gli elettori che votarono in anticipo furono 47 milioni. A incidere questa volta sicuramente è l’effetto pandemia, con il timore di esporsi a rischi contagio recandosi nei seggi. Ma c’è anche chi legge, dietro al forte aumento del voto anticipato, la forte […]

  

Usa 2020, botte da orbi al primo dibattito

Poco o nulla sui programmi e sulle idee per il futuro, molte polemiche, accuse e repliche al vetriolo e persino offese. A mio parere è questa la fotografia del primo dibattito in diretta tv tra i due candidati alla presidenza degli Stati Uniti. Trump è apparso più energico e sanguigno rispetto al suo rivale, tutto sommato Biden ha retto abbastanza il colpo, riuscendo a piazzare qualche colpetto ma, più che altro, a non farsi travolgere. Chi è andato meglio? Conta poco sottolinearlo, anche perché la cosa davvero più interessante è quanto questi dibattiti riusciranno a smuovere tra gli elettori indecisi. […]

  

Presidenziali e Corte Suprema, scontro totale negli Usa

Sono nove i giudici della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America. Nominati a vita, quando un seggio resta vacante il presidente degli Stati Uniti provvede a nominare il sostituto, che deve ricevere l’approvazione del Senato. Nessuna norma limita il potere del presidente di scegliere un nuovo giudice, neanche quando sta per scadere il suo mandato alla Casa Bianca. Per ragioni di opportunità e di equilibrio istituzionale a un presidente a fine mandato è consigliata la massima cautela, per evitare gli inevitabili scontri tra fazioni che getterebbero il massimo organo giurisdizionale nella mischia politica. Alcuni giorni fa Donald Trump ha nominato […]

  

Usa, occhio ai sondaggi…

Riparte la rumba dei sondaggi in vista delle elezioni presidenziali di novembre. Il  New York Times ne pubblica uno del Siena College da cui risulta che Joe Biden è in testa di 14 punti su Trump: l’ex vicepresidente sarebbe al 50% dei consensi contro il 36% dell’attuale presidente repubblicano. Biden sarebbe in vantaggio soprattutto tra le donne e l’elettorato afroamericano e ispanico. Ma, al contempo, starebbe rosicchiando voti anche in alcuni ambienti repubblicani, critici con Trump per la gestione dell’emergenza coronavirus. Il dato non impressiona più di tanto. I sondaggi, si sa, lasciano il tempo che trovano, specie quelli a livello nazionale. A […]

  

Guerra Trump-Twitter

Toglietegli tutto ma non Twitter. Il più amato mezzo di comunicazione di Donald Trump, già da prima che diventasse presidente degli Stati Uniti. Quello che gli permette un dialogo costante e diretto con i suoi elettori e con il mondo intero, senza intermediazioni. Al “cinguettio” Trump si affida ogni giorno, più volte al giorno, per fare gli annunci più importanti, rispondere ai rivali politici o ai giornalisti che gli fanno le pulci (a suo dire propagando solo fake news). Ora però c’è un problema. Per la prima volta Twitter ha messo in dubbio la veridicità di una frase pubblicata da Trump. E […]

  

Bloomberg fa sul serio

Non è il primo e di certo non sarà l’ultimo miliardario che prova a candidarsi per la Casa Bianca. Stiamo parlando di Michael Bloomberg, ex sindaco di New York, con un patrimonio stimato in 54 miliardi di dollari (diciassette volte quello di Trump, valutato circa 3,1). Essere più ricchi di tutti non comporta il successo automatico di un politico (o aspirante tale), anche se non possiamo ignorare il fatto che disporre di cospicue risorse in campagna elettorale è di fondamentale importanza. Dopo mesi di tira e molla Bloomberg ha ufficilizzato l’intenzione di correre per le primarie democratiche, sperando di vincerle […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>