Dialogo fra un grillino e un ex sugli impegni presi dai “portavoce”

casalino

Polemiche nel movimento 5 Stelle sulle promesse (rispettate e non) in Consiglio regionale. E’ un annuncio del consigliere lombardo Eugenio Casalino ad aprire una discussione; educata civile ma altrettanto significativa, sullo stato del “non-partito” dei grillini. Si parla del recall, una proposta interessante, secondo la quale a metà mandato gli eletti dovrebbero o potrebbero sottoporsi a un giudizio degli elettori,  a costo di essere richiamati (di qui il nome) a casa. Il consigliere regionale, via facebook, annuncia: “Ho restituito finora ai cittadini lombardi più di 176 mila euro di quanto ricevuto come indennità. Promessa mantenuta”. Ottimo ma gli risponde un ex attivista, […]

  

Se i 5 Stelle sono “ostili a Israele”

manlio

Spari, bombe, camion kamikaze. Le città europee sono diventate tante Tel Aviv. Possiamo cambiare di volta in volta i colori dei nostri profili (oggi, è giusto, la bandiera francese, come un anno fa, prima ancora quella belga, spagnola, 16 anni fa quella a stelle e strisce). Oppure, in questa guerra aperta dichiarata dall’Isis e dal terrorismo islamista, potremmo alzare definitivamente la bandiera di Israele, che tutti i giorni, da anni o decenni, è sotto attacco del fanatismo omicida. La bandiera di un popolo che tutti i giorni si difende. Anche duramente, ma da solo. In quel Paese pochi giorni fa, nell’indifferenza generale dell’Europa, […]

  

Figuraccia sull’Expo anche per Grillo

Si è detto e si è scritto del Giuliano Pisapia annata 2009, quella in cui l’attuale sindaco (pro tempore) e allora avvocato (ed ex deputato) firmò con autorevoli esponenti della sinistra (molto “radical”) un appello che definiva l’esposizione un possibile “assurdo Luna park di padiglioni che a manifestazione ultimata dovranno essere demoliti”, e e prevedeva devastazioni: una “landa desolata e senza vita” che avrebbe fatto scempio di quasi due milioni di metri quadri di prezioso terreno agricolo”. Pisapia ha spiegato, minimizzando, che intendeva chiedere un’Expo diffusa e che – sostanzialmente – l’ha ottenuta. Ne abbiamo preso atto. Ma in rete ci sono affermazioni ancor […]

  

Mezzi pubblici gratuiti fino a 12 anni? Il Pd non vota

Sembra incredibile che nella Milano del traffico e dello smog l’Amministrazione comunale abbia deciso di aumentare i biglietti Atm del 50%. E’ successo e per tante famiglie (e per i pendolari) è stata una vera e propria mazzata. Anche per questo, ma probabilmente anche con l’obiettivo di realizzare anche un’operazione di educazione ambientale, in Zona 3 è stata presentata una mozione, per chiedere agevolazioni per gli scolari. Dal 2007 è stata introdotta la gratuità fino ai 10 anni. Stavolta a sindaco, vicesindaco e assessore al Traffico è stato chiesto estendere la gratuità dei mezzi pubblici fino ai 12 anni e […]

  

Profughi, per i grillini il Pd è razzista

Razzisti? La maggioranza prende schiaffi da tutte le parti. E mentre il centrodestra la critica per l’inconcludenza nella gestione dell’emergenza profughi, i grillini la accusano. Accade in zona 3, quella del quartiere Porta Venezia, teatro nei giorni scorsi di tensioni legate alla presenza di migranti africani e alla reazione di commercianti e residenti, che hanno imbastito le cosiddette “ronde”. E’ la consigliera dei 5 Stelle Patrizia Bedori ad attaccare: “La maggioranza nella seduta del Consiglio di zona 3 ha presentato la mozione dove si evince che il problema di sicurezza di Porta Venezia è unicamente data dalla presenza dei clandestini […]

  

Il cuore di Milano boccia 5 Stelle e Lega

Il Pd va al 44,9%, Forza Italia tiene al 16,6, il Movimento 5 Stelle scende al 14, la Lega tocca il 7,4%, la lista Zsipras veleggia al 6,5% il Nuovo centrodestra con l’Udc arriva al 5, mentre i Fratelli d’Italia raccolgono solo il 2,7%. Questi sono i dati complessivi delle elezioni europee nel Comune di Milano. Ma anche il dato zona per zona offre qualche spunto interessante. Il Pd vola nella Milano del centro e curiosamente è al minimo nella zona 9, un tempo l’unica rossa. Forza Italia ha un consenso piuttosto omogeneo intorno al 17 ma scende al 15,3 […]

  

Espulsioni a 5 Stelle a Milano

Due espulsioni a 5 stelle. Dopo il terremoto nei gruppi parlamentari, l’onda lunga delle divisioni interne arriva fino a Milano, coinvolgendo due consiglieri di zona 5. Lo abbiamo raccontato ieri sul “Giornale“: Massimiliano Toscano attende una risposta ufficiale ma il «meetup» su di lui ha votato così, su internet: 19 contrari alla riconferma e 4 favorevoli. Il meetup è una piattaforma on line in cui si incontrano gli attivisti del Movimento 5 stelle. Lì, ogni sei mesi, devono riconfermare la fiducia ai loro eletti. A Toscano (e al collega Giuseppe D’Apote) è andata male. Con motivazioni del genere: «Bravo ma […]

  

Scene di amore-odio (ed espulsioni) fra leghisti e grillini

Scene di amore-odio e gelosia (ed espulsioni) fra grillini e leghisti. Anche a Milano. L’ultimo intervento del comico, quello sulle “macroregioni”, ha fatto molto parlare, provocando analisi, commenti e anche qualche dietrologia. Beppe Grillo, con l’evocativo titolo “E se domani…” ha sostanzialmente auspicato la divisione dell’Italia, definendo “arlecchinata” l’unità nazionale del Paese. Soddisfatti i leghisti, che hanno subito rivendicato la primogenitura di queste idee iper-federaliste, o secessioniste. E gli effetti di questa imprevista svolta si sono visti perfino in zona 9, a Milano. Un consigliere leghista, Andrea Pellegrini, ha pubblicato su un profilo facebook dedicato alla zona 9 il link […]

  

Ecco un grillino che sta con Napolitano

Il Consiglio esprime “ferma condanna” per le affermazioni del deputato del movimento 5 Stelle Giorgio Sorial e grande solidarietà al presidente Giorgio Napolitano. Non solo “chiede a tutti gli esponenti del Movimento 5 Stelle una presa di distanza” dalle affermazioni. La frase contestata è quella secondo la quale il Quirinale avallerebbe “una serie di azioni per cucire la bocca all’opposizione e tagliarci la testa”. Affermazioni condite con un’espressione evidentemente inaccettabile riferita al presidente della Repubblica. La mozione di condanna è stata presentata in Zona 5 dalla sinistra, con le firme anche del centro e del Nuovo centrodestra. Fin qui tutto […]

  

il blog di Alberto Giannoni © 2019