Ecco la Trumpcare

Trump Signs Two Documents - Washington

Missione compiuta per i Repubblicani: approvato il piano che smantella l’Obamacare, la riforma della sanità simbolo della presidenza di Barack Obama. L’American Health Care Act è passato di misura, grazie a soli quattro voti di scarto: 217 favorevoli e 213 contrari. Oltre a tutti i deputati democratici hanno votato no anche 20 repubblicani. Nonostante lo scarto risicato è un risultato positivo per la Casa Bianca, dopo la doccia fredda di marzo, quando la prima versione del progetto venne ritirata per mancanza di numeri in seno al Grand Old Party (Gop). Trump ne ha parlato in una conferenza stampa, anche se […]

  

L’America e l’Obamacare

OBAMACAREno_obamacare

Una delle riforme che i repubblicani contestano di più a Obama, e conseguentemente anche a Hillary Clinton, sua naturale prosecutrice, è l’Obamacare (Patient Protection and Affordable Care Act), varata nel 2010 ed entrata definitivamente in vigore nel 2014. La riforma ha cercato di dare una risposta a un problema oggettivo: 48 milioni di persone (il 15,4% della popolazione) senza copertura sanitaria. Tre le novità previste: le compagnia assicuratrici non possono rifiutarsi di vendere le polizze anche ai cittadini malati o affetti da patologie croniche (prima lo facevano); sono previsti sgravi fiscali e sussidi a un numero di cittadini americani più […]

  

Clinton bacchetta Obama: mantieni le promesse

Dopo averlo difeso più volte, aiutandolo a vincere le ultime elezioni, ora Bill Clinton critica duramente Obama. Lo fa toccando un nervo scoperto del presidente, la riforma della sanità, con la famosa piattaforma online, HealthCare.gov, che ancora non funziona come dovrebbe, creando non poco imbarazzo alla Casa Bianca. Non vuol sentire scuse, Clinton, sui problemi tecnici e manda un messaggio chiaro a Obama: devi mantenere la tua parola anche a costo di modificare l’Obamacare. A cosa si riferisce? Alla promessa, fatta dal presidente, per cui gli americani che già possiedomo un’assicurazione sanitaria la potranno mantenere. C’è però un problema: proprio […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019