I Paperoni del Vecchio Continente saranno sempre più «targati» Credit Suisse. L’istituto elvetico ha infatti siglato un accordo che prevede l’acquisizione delle attività di Wealth Management di Morgan Stanley nella regione Europa, Medio Oriente e Africa, esclusa la Svizzera. Morgan Stanley gestisce un patrimonio di oltre 13 miliardi di dollari (10 miliardi di euro) nelle sedi di Regno Unito, Italia e Dubai.

L’operazione si perfezionerà nei prossimi mesi e anche per questo motivo non sono stati forniti i dettagli economici. Si possono però effettuare alcune brevissime riflessioni:

  1. Un colosso bancario come il Credit Suisse punta sul Private Banking e sul risparmio gestito per aumentare i profitti. La crisi ha infatti messo a dura prova il trading puro e semplice;
  2. Un altro colosso bancario come Morgan Stanley, invece, preferisce lasciare l’Europa e concentrarsi sugli States (un porto sicuro!) per recuperare redditività;
  3. Fare banca diventerà sempre più vendita di prodotti e soluzioni di investimento e sempre meno finanza. All’estero l’hanno già capito, i grandi di casa nostra si stanno attrezzando.

Wall & Street

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,