Il mondo non fu più lo stesso

11 Settembre11 Settembre schianto

Per la prima volta, dopo sedici anni, l’America vive un’angoscia diversa, dovuta ai danni e alla paura per l’uragano Irma. Ma il ricordo dell’11 Settembre è sempre vivo. Quel giorno cambiò il mondo. Ci rendemmo conto che il terrorismo internazionale di al Qaeda, mosso dall’integralismo islamico, non si fermava davanti a nulla, pianificando un attacco mostruoso che avrebbe causato migliaia di morti. Furono dirottati quattro aerei civili per colpire altrettanti obiettivi simbolo degli Stati Uniti: il Pentagono, la Casa Bianca (strage evitata grazie all’azione eroica dei passeggeri e dell’equipaggio) e le Torri Gemelle del World Trade Center di New York. […]

  

Obama: soldi e armi ai ribelli moderati siriani

L’America non molla la presa sulla Siria. In un discorso pronunciato all’accademia militare di West Point, Barack Obama ha annunciato il cambio di linea: basta tentennamenti, gli Stati Uniti rafforzeranno il loro appoggio ai ribelli siriani che combattono contro le forze di Assad, per aiutarli anche nello scontro con i rivali estremisti.“Lavorerò con il Congresso per rafforzare il sostegno all’opposizione siriana che rappresenta la migliore alternativa ai terroristi e ad un dittatore brutale”. Il cambio di rotta era stato anticipato dal “Wall Street Journal“, che aveva accennato all’intenzione della Casa Bianca di addestrare i “ribelli moderati“: una mossa, questa, che […]

  

11 Settembre, il museo non rispetta l’Islam?

Gli Stati Uniti faticano ancora molto a liberarsi dallo spettro dell’11 Settembre. Prova ne è l’ultima forte polemica scoppiata intorno al museo in ricordo delle vittime degli attacchi alle Torri gemelle, il National September 11 Memorial Museum, che verrà aperto tra pochi giorni alla presenza di Barack Obama, dei parenti delle vittime, dei sopravvissuti, dei primi soccorritori e dei cittadini. L’attesa per l’inaugurazione è stata oscurata da una polemica culturale-religiosa che, per certi aspetti, ha del surreale. Vediamo meglio di cosa si tratta. Alcuni religiosi musulmani sostengono che un documentario proposto ai visitatori del museo legherebbe ingiustamente l’Islam al terrorismo. […]

  

Bin Laden è morto di malattia?

Il blitz di Abbottabad (Pakistan) in cui il 2 maggio 2011 fu catturato e ucciso Osama bin Laden sarebbe una colossale bufala. La notizia – su cui ovviamente non ci sono conferme – arriva dall’Iran. E già questo è sufficiente a capire quanto possa esserci di mezzo la propaganda anti americana. Secondo l’agenzia iraniana Tasnim, che cita una fonte dell’intelligence di Teheran, il leader di al Qaeda sarebbe morto per cause naturali e, in particolare, per insufficienza renale. All’epoca “Obama dichiarò che la forze americane avevano fatto un grande lavoro – ha detto la fonte anonima, un dirigente dei servizi […]

  

11 Settembre… per non dimenticare

Pochi gesti simbolici per non dimenticare la tragedia dell’11 Settembre. Barack Obama ha ricordato, con un minuto di silenzio alla Casa Bianca, gli attacchi alle Torri Gemelle del 2001. Il presidente era accompagnato dalla First Lady Michelle Obama e dal vice presidente e sua moglie, Joe e Jill Biden. Più tardi una commemorazione al Pentagono. Le immagini inquietanti degli aerei che si schiantano sui grattacieli sono ancora davanti ai nostri occhi. Furono quattro, in tutto, gli attacchi terroristici portati dal cielo in quel maledetto giorno di settembre: due contro le Torri gemelle, uno contro il Pentagono. Il quarto aereo avrebbe […]

  

Il segreto di Pulcinella su bin Laden in Pakistan

Per nove anni ha vissuto come un fantasma, nascosto in Pakistan, con i servizi segreti di mezzo mondo che gli davano la caccia senza mai mollare la presa. Com’è andata a finire lo sappiamo: Osama bin Laden è stato ucciso il 2 maggio 2011 durante un blitz delle forze speciali americane. Anni e anni di ricerche fino all’intuizione giusta, quella di seguire un corriere che portava le informazioni allo sceicco del terrore, che per non lasciare alcuna traccia non usava né telefoni né internet.Poi l’assalto finale alla casa-fortezza di Abbottabad, in Pakistan, 50 km a nord di Islamabad. Eppure bin […]

  

Obama ha fatto spiare i telefoni dei giornalisti

Il Dipartimento di Giustizia Usa per due mesi ha registrato le telefonate dei giornalisti dell’agenzia Associated Press, archiviando le chiamate di lavoro in uscita e i numeri di telefono personali dei giornalisti delle sedi  di New York, Hartford e Washington (non è ancora chiaro se siano state archiviate anche le chiamate in arrivo e la durata delle conversazioni). In tutto il governo americano è venuto in possesso delle registrazioni di più di 20 linee telefoniche assegnate ad Ap ed ai suoi giornalisti nel mese di aprile e maggio del 2012. Il numero esatto dei giornalisti intercettati non è noto, ma […]

  

Boston, il cattivo maestro che influenzò Tamerlan

I due ceceni responsabili della strage di Boston sarebbero stati spinti sulla strada dell’estremismo da un armeno convertito all’islam, che Tamerlan Tsarnaev avrebbe conosciuto in una moschea. A rivelarlo è Ruslan Tsarni, zio di Tamerlan e Dzhokhar: “Misha – è questo il nome del misterioso armeno – sosteneva di essere un esorcista che combatte contro i demoni”.  E giorno dopo giorno, frequentando il più grande dei due fratelli, avrebbe acquistato sempre più influenza su di lui. “Quando Misha cominciava a parlare, Tamerlan si zittiva e ascoltava, il padre era sconvolto perché Tamerlan non lo ascoltava più”, ha raccontato Elmirza Khozhugov, […]

  

Chi ha ucciso veramente bin Laden?

La fine di Osama bin Laden è piena di lati oscuri. E forse il mistero rimarrà per sempre, alimentando la dietrologia. In un articolo intitolato “Chi uccise realmente bin Laden?”, il sito della Cnn ripercorre il racconto di uno dei membri delle forze speciali che in un’intervista al mensile Usa Esquire il mese scorso aveva detto di essere entrato per primo nella stanza dove bin Laden era in piedi con un mitra “a portata di mano” e di avergli quindi sparato alla testa, due volte, prima che lui potesse aprire il fuoco. Il militare, che per proteggere il suo anonimato […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2019