23 milioni di $ per un libro: w gli algoritmi

Correva l’anno 2011 quando un biologo statunitense di nome Micheal Eisen tentò di acquistare un libro relativamente raro tramite Amazon dal titolo “The Making of a Fly: The Genetics of Animal Design“. Come potete facilmente verificare è ancora in vendita e per ottenerne una copia non usata si devono sborsare circa un centinaio di dollari. Ma nel 2011 non andò così. Una decina di copie del testo erano in vendita attorno ai 35$, ma si trattava di copie usate. Il ricercatore si insospettì nel vedere che invece le due copie disponibili (da venditori differenti) si attestavano su prezzi stellari: $1,730,045.91 da […]

  

“Google compera Apple” Scusate… era un errore

Nel mondo iperconnesso e iperglobalizzato accade che per due lunghi minuti martedì 10 ottobre 2017 sul Dow Jones financial newswire sia passata una notizia a dir poco sensazionale: l’acquisizione di Apple da parte di Google. Veniva indicato anche il prezzo pari a 9 miliardi di dollari. Ma si è trattato di un “errore tecnico” di cui non tenere conto per le proprie strategie di acquisto e vendite sui mercati e un generico “ci scusiamo per l’errore”. Fa quasi più sensazione il fatto che non vi sia stata una reazione importante sul prezzo dei titoli (solo un leggero rialzo della società […]

  

Mobilità alternativa estiva

L’estate sta entrando nel suo pieno e si registrano delle interessanti novità nelle abitudini di viaggio tra gli italiani. L’esplosione di Airbnb per soggiornare e di Blablacar  sono da considerarsi quasi dei fenomeni consolidati, in particolare tra i Millennials di tutta Europa, come pure le soluzioni aeree cui ha fatto da caposcuola Ryanair. Sotto a questi cappelli noti e in qualche caso controversi, vorrei soffermarmi su due realtà operanti nello Stivale che vanno ad aggredire questi nuovi trend sotto un punto di vista diverso, testimonianza della creatività italiana e dell’arguzia commerciale. Dopo un’attenta analisi delle riattivazioni delle polizze Rc moto, […]

  

Musica per tutte le orecchie digitali

La competizione tra i molti operatori che diffondono in streaming la musica tramite la Rete sta diventando un business sempre più grande. Spotify e Apple Music, assieme a Google Play dominano il mercato mondiale, e i nuovi oggetti del desiderio “casalingo” primo su tutti Alexa Echo di Amazon, dopo le connessioni alle smart tv offrono collegamenti già preinstallati a chi li acquista. I numeri parlano chiaro: Spotify resta il leader, ma quello che impressiona è la crescita continua ed impetuosa degli abbonamenti a pagamento. Le tariffe sono solitamente flat (un tot al mese) e la possibilità di accedere a cataloghi […]

  

Forum PA e Smart Cities: una sfida difficile

Prende il via oggi, 23 maggio 2017, l’appuntamento più importante per la Pubblica Amministrazione italiana: per tre giorni si discuterà di temi di fondamentale importanza per la macchina dello Stato, per le sue strutture, per i fornitori di soluzioni tecnologiche e non ultimi, anche se non direttamente presenti per i cittadini, che traggono vantaggio o svantaggio dall’andamento della burocrazia. Da una ricerca che verrà presentata proprio in apertura dei lavori esce un quadro sconsolante dello status attuale: per il 62% dei dipendenti pubblici la PA italiana è un castello di norme “ridondanti e confuse” che frenano l’innovazione e impediscono la […]

  

vince Alibaba, addio FB, povera Italia

Secondo il rapporto sull’ecommerce italiano presentato recentemente dalla società di consulenza Casaleggio e Associati (prevengo pregiudizi e critiche: fanno anche altre cose oltre a seguire i M5S… e questa indagine la fanno bene) “il valore del mercato e-commerce al dettaglio a livello mondiale è stimato in 1.915 miliardi di dollari nel 2016, oltre 200 miliardi di dollari in più del 2015, e pari all’8,7% del totale del mercato di vendita al dettaglio (7,4% nel 2015)”. Sebbene ormai mezzo mondo sia connesso, e grazie alla diffusione del Mobile (smartphone), in grado potenzialmente di acquistare qualsiasi cosa a tutte le ore del […]

  

Culturexit: Italia un paese di capre

Secondo i dati rilasciati recentemente da Eurostat, l’Italia farebbe meglio solo della Romania quanto a percentuale di laureati fra i 30 e i 34 anni, ovvero hanno un “pezzo di carta accademico” solo il 26,2%. Eurostat stessa fa notare che comunque l’obiettivo del Belpaese che avrebbe dovuto essere raggiunto nel 2020 è stato già superato, ma è ben lontano dal 40% fissato per l’UE nel suo complesso. Spaventa molto di più constatare che una percentuale vicina al 14% tra i 18-24enni non hanno conseguito un diploma di scuola secondaria, certificando anche l’elevato tasso di abbandono dei percorsi scolastici (alcuni riprenderanno […]

  

Le ricette per la crescita dell’Italia

Al Salone del Risparmio che organizzato da Assogestioni a Milano dall’11 al 13 aprile ho avuto modo di presentare una ricerca svolta presso 3.000 italiani di età compresa tra i 18 e i 74 anni riguardante vati temi collegati al mondo del risparmio e degli investimenti. Uno dei capitoli più interessanti, secondo me, è stato quello in cui si è approfondito il tema della crescita del paese. Gli italiani hanno la sensazione che essa non sia affatto partita (solo l’11% la sente, un 20% ne percepisce un avvio nei prossimi mesi, ma la maggioranza assoluta, ovvero il 55%, ne postpone […]

  

Stato del Risparmio? il min. Padoan batte un colpo

Prende il via il Salone del Risparmio a Milano tra l’11 e il 13 aprile 2017, giunto ormai alla sua ottava edizione. Sebbene possa ad uno sguardo superficiale sembrare una fiera delle SGR (Società di Gestione del Risparmio), il Salone, nato dopo un momento molto complesso nel rapporto tra cittadini e istituzioni funanziarie, rappresenta a tutti gli effetti un appuntamento che coniuga divulgazione,  riflessione e cultura riguardo tematiche spesso ostiche. Correva la fine del 2008 quando al fallimento di Lehman Brothers corrispose una forte preoccupazione tra i risparmiatori sul potenziale fallimento delle banche e dei fondi di investimento che raccoglievano […]

  

Non esiste più il digitale

Secondo un rapporto di Trackx il mondo è totalmente pervaso dai social network, al punto che la definizione di online/offline sta assumendo un significato quasi inverso: le cose accadono prima in Rete e successivamente nel mondo “reale”. I dati sono impressionanti non tanto per il numero in sé, quanto per i tassi di crescita ancora a doppia cifra. Ci sarebbero allo stato attuale 2,8 miliardi di persone che utilizzano i social network, con un incremento pari al 22% solo nell’ultimo anno. Domina Facebook con un’audience stimata di 1,9 miliardi di persone che vi accedono almeno una volta al mese e […]

  

Il blog di Diego Martone © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>