Covid, per vaccinarsi potrebbe bastare un raffreddore

È stato pubblicato su Science un articolo dedicato all’immunità prodotta da altri coronavirus. Lo trovate qui. Gli autori si sono chiesti come mai quasi la metà delle persone è resistente al Sars-CoV-2 senza essersi mai infettata. In sintesi, si ipotizza che chi abbia contratto un raffreddore da coronavirus (dal 15 al 20% di tutti i raffreddori) possieda un’immunità cellulare, più duratura (si stima sia di 11 anni) di quella mediata dagli anticorpi specifici che resistono 2 o 3 anni.  Il ruolo dell’immunità crociata con altri coronavirus era stato approfondito nel 2004, dopo l’epidemia di SARS. Nei mesi scorsi, sono stati […]

  

“Il lockdown? Sono più efficaci disciplina e igiene”

Condivido un’intervista al Professor Ariberto Fassati, MD PhD della Division of Infection & Immunity, School of Medical Sciences, University College London. Professore, lei è virologo e ricercatore, ci chiarisce quale è la differenza tra il sequenziamento e l’isolamento di un virus?  E quando il Sars-Cov-2 è stato isolato? “Negli ultimi anni la procedura di isolamento di un virus è cambiata. Prima lo si isolava solo fisicamente, oggi l’identificazione avviene soprattutto in base al sequenziamento. Questa tecnica è diventata molto sofisticata: il genoma viene recuperato in frammenti. Ogni frammento è sequenziato diverse volte, talvolta addirittura 50 o 60, in altre situazioni un numero […]

  

Oltre il Covid 19 troppe morti inspiegabili

Ringrazio il professor Stefano Petti, epidemiologo alla Sapienza, che ci invita a riflettere su due studi recenti dedicati alla pandemia. Entrambi i lavori, uno italiano e uno inglese, pubblicati sul British Medical Journal, affermano che vi è stata una mortalità in eccesso e che solo una piccola parte di queste è dovuta alla pandemia. Lo studio inglese fa un passo in più: individua le cause di queste morti nella mancata assistenza ospedaliera. Il primo lavoro esamina la situazione a Nembro, piccolo centro del bergamasco. Cliccate qui. Per quantificare l’impatto della malattia, gli autori hanno confrontato i morti per tutte le […]

  

Far ammalare per testare i vaccini. È etico?

Mai come oggi il mondo attende con il fiato sospeso un rimedio contro la pandemia. Al momento vi sono 78 progetti di vaccini già approvati. Qui. E sono decine le terapie usate off label sui malati gravi che stanno rientrando in nuove sperimentazioni. Dagli anticorpi monoclonali agli anti malarici, dagli anti virali alle cellule staminali, dagli antiparassitari agli anticoagulanti, dal cortisone all’ozonoterapia. In ogni Paese vi è un brulicare di proposte. In Giappone si sta cercando di realizzare un prodotto formulato con gli anticorpi del plasma delle persone guarite. Cliccate qui e qui e qui e qui.  Vi è anche […]

  

Un’epidemia con dati poco affidabili. Le proposte

Condivido con voi i dati disponibili sull’infezione da Coronavirus e alcune riflessioni che, nelle ultime ore, dopo tanto ascoltare e leggere, hanno catturato la mia attenzione. Da un lato siamo bombardati dai bollettini angoscianti, i numeri dei contagiati aumentano ogni ora, dall’altro vi sono voci critiche su come vadano interpretati questi numeri. Le morti accertate. A oggi ci sono 5.476 morti di “presunta malattia Covid”. Cliccate qui per gli aggiornamenti in tempo reale. L’Istituto Superiore di Sanità parla di “presunta malattia” perchè sono ancora da valutare la gran parte delle cartelle cliniche. Il 18 marzo, dopo aver esaminato 355 cartelle […]

  

Coronavirus: “Vi spiego perché l’isolamento è inutile”

L’isolamento non potrà fermare il coronavirus. Vi è prova di contagi avvenuti in Cina, in Usa (cliccate qui) e in Germania nel periodo dell’incubazione. (Fonte: The New England Journal of Medicine, Transmission of 2019-nCoV Infection from an Asymptomatic Contact in Germany). Non solo: è tipico delle infezioni respiratorie diffondersi soprattutto in pazienti a-sintomatici che non manifestano l’infezione. A spiegarcelo è Stefano Petti, professore al dipartimento di Malattie infettive e Salute Pubblica della Sapienza di Roma. Professore, questa informazione aumenterà l’allarmismo. “Trattandosi di un virus nuovo, è normale che vi sia tanta attenzione, soprattutto da parte degli addetti ai lavori. Ma […]

  

Coronavirus, c’è lo studio sui primi malati

Non si sa ancora nè da dove venga nè come si diffonda. Non è contagioso come un raffreddore, pur appartenendo alla stessa famiglia. È, per il momento, poco virulento. Colpisce più facilmente le persone deboli: i diabetici, i cardiopatici, i grandi fumatori oltre a chi soffre di malattie respiratorie e di tumori. Ma i casi mortali si sono verificati in persone che hanno sviluppato anche infezioni batteriche e da funghi. La fotografia del nuovo coronavirus nCoV che imperversa in Cina e che – proprio perché sconosciuto – ha costretto il governo ad attuare militaresche misure di contenimento, è stata scattata dalla […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>