La farmacovigilanza attiva? Non si trova

Per legge spetta ad Aifa la farmacovigilanza attiva sui farmaci appena immessi sul mercato (fra i quali sono inclusi i vaccini anti Covid che non sono ancora stati approvati). È questo, infatti, l’unico modo per conoscere gli effetti di una terapia sulla popolazione ed è il punto di partenza di eventuali futuri studi. Dal 2012 la normativa che regola la farmacovigilanza è diventata più stringente poiché si è visto che il 5% degli accessi ospedalieri è dovuto a una reazione avversa a un farmaco (ADRs). Cliccate qui.   Attiva e passiva La farmacovigilanza attiva consiste nel seguire nel tempo chi […]

  

Perché ai vaccini non è stato assegnato il Nobel

È un fatto insolito che un vaccino sia in lizza per il Nobel, va detto. È successo quest’anno, con una nomination mirata ai soli prodotti anti Covid a mRNA. Poi però il Nobel non è arrivato: se ne riparlerà l’anno prossimo, scrive Ewen Callaway  su Nature. Cliccate qui. Perchè la candidatura non ha portato a una nomina di fatto? “Perché il follow up si sta facendo ora” ha dichiarato Göran Hansson, il segretario generale della Royal Swedish Academy of Sciences di Stoccolma che seleziona i vincitori (la dichiarazione è del 7 ottobre 2021). Hansson ha riconosciuto che “lo sviluppo dei vaccini […]

  

Medicina, le regole per l’iscrizione all’albo: a domanda non risposta

Sempre più spesso chi esercita il mio mestiere si impantana in attesa delle risposte. L’evasione della pratica richiede settimane di lavoro da parte degli uffici competenti e, poi, quando si arriva al dunque, la delusione: le risposte sono troppo vaghe, per non dire sfuggenti. E allora, consapevoli che, nella vita, certe domande contano più delle risposte (questo vale per chi ricerca il senso del proprio cammino ma anche per chi fa scienza), ecco qui un resoconto dell’accaduto. E tre domande ancora in attesa di risposta. Sappiamo che i sanitari sono obbligati al vaccino anti Covid per effetto del decreto legge […]

  

Toh …il costo dei tamponi spetta al datore di lavoro

Dal 15 ottobre l’Italia – unico Paese al mondo (!) – imporrà il Green Pass a tutti i lavoratori. Dalle fabbriche alle aziende, dai cantieri ai negozi fino alle case private (scuole e ospedali hanno precorso i tempi), per poter lavorare, occorrerà sottoporsi a un trattamento sanitario: o il vaccino o il tampone. Mentre le vaccinazioni sono un’opportunità offerta dal Sistema Sanitario – dono reso possibile grazie alle tasse dei contribuenti – il tampone, ci è stato detto, è a carico del lavoratore. Ma è davvero così? Ringraziamo la redazione di Informazione Libera che ha svolto un’accurata ricerca, spulciando le […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>