La guida che passa di mano

I protagonisti del periodi storico in cui ci troviamo immersi hanno per qualche mese sovvertito i propri rapporti di forza. Economia, politica e scienza elencati nell’ordine in cui negli ultimi anni hanno avuto importanza, durante l’emergenza Covid19 hanno subito una chiara differenza di ruolo. La scienza ha (finalmente?) preso con grande nettezza il sopravvento e costretto la politica a tacitare l’economia per salvaguardare il bene più prezioso: la vita. C’è chi ha visto in questo un disegno a tavolino in cui alcuni “poteri forti” avrebbero ordito, o addirittura scatenato, la pandemia per indebolire le economie mondiali, per innescare una nuova […]

  

3° Guerra Mondiale 2020-202?

Sebbene non rientri nelle definizioni del vocabolo guerra, quel che sta avvenendo nel mondo molto probabilmente costringerà dizionari, enciclopedie e libri di storia a rivedere il significato del termine. Il conflitto in atto non prevede (per ora) un nemico “umano”, una contrapposizione di interessi politico-economici che portino a combattere e a lasciare sul campo morti da ambo le parti sino alla vittoria di una parte sull’altra. Siamo sotto attacco da parte di un nemico che si muove in modo invisibile tra le linee, ma di cui abbiamo sotto gli occhi gli esiti. Abbiamo in qualche modo iniziato a difenderci, ma […]

  

Il Cigno Infetto

Abbiamo familiarizzato con il concetto del Cigno Nero che ha reso Nassim Nicholas Taleb celebre dopo l’attentato alle Torri Gemelle. Ebbene nel caso del Corona Virus Covid-19 l’autore afferma che non ci troviamo di fonte al Cigno Nero, ovvero all’inaspettato, che una volta verificatosi trova una spiegazione “razionale” a tutti evidenti (ma retroattivamente) e cambia in modo irreversibile il comportamento degli uomini. Perchè afferma questo? Perchè la comunità scientifica da alcuni anni descriveva un possibile contagio mondiale, da oggi (11/3/20) ufficialmente diventato Pandemia. E allora chiamiamolo Cigno Infetto. Un evento che seppur previsto e forse in qualche misura prevedibile nella […]

  

“Odio Kobe Bryant”: ecco i perchè

In questi giorni di commozione mondiale per la prematura scomparsa del campione di basket Kobe Bryant, assieme agli sfortunati passeggeri dell’elicottero, voglio ricordare un sentimento che spesso lo ha accompagnato in vita. Si tratta dell’odio che riusciva a suscitare presso gli avversari in campo e i tifosi che si vedevano sconfitti da qualche sua prestazione monstre. Come non ricordare quello che dichiarò Sam Mitchell, all’epoca head coach dei Timberwolves, che “nel post-partita ha esternato in modo molto schietto il proprio odio verso Bryant. Mitchell, tra le altre cose, era anche in campo nel 2006, quando Kobe segnò 81 punti contro i […]

  

Gira la ruota Matteo

Riuscire a prevedere quanto possa raccogliere un partito che non esisteva il giorno prima è da sempre un compito arduo all’interno dell’arduo compito di fare delle stime elettorali realistiche. Tuttavia l’uscita della truppa capitanata da Matteo Renzi dalla casa del PD, impone a tutti i principali “sondaggiari” di esprimere un’opinione. Quindi quest’oggi si trovano stime che oscillano tra il 3% e l’8%. Secondo il sottoscritto siamo alla metà della soglia inferiore se non di meno, ma non per partito preso, ma proprio perchè di partito e di dirigenti non si sa ancora nulla. E allora va bene essere “fedeli” ad […]

  

Sondaggio umano est

La crisi del Governo punta i riflettori sui sondaggi che cercano di intuire al intenzioni di voto degli italiani. Chi lavora in questo settore sa (e se dice di non sapere… mente) che in agosto gli istituti di ricerca tendono a non effettuare interviste, tanto meno per sondare gli umori elettorali. E non ci vuole un genio per capire il perchè: in agosto l’Italia si “ferma” e va in vacanza. Chi lo fa fisicamente e chi solo mentalmente, ma tra caldo, turisti che invadono lo stivale e programmazione di eventi di vario tipo, l’italiano medio (sempre che esista questa figura […]

  

Le politiche per l’infanzia che non ti aspetti

Si fa spesso riferimento alla scarsa natalità quale indice di potenziale declino del nostro paese, in quanto, in prospettiva, non in grado di sostenere l’equilibrio necessario per compensare le nascite e le morti. In questi anni (e le previsioni da qui al 2050 sembrano seguire questo trend) il dato riguardante la popolazione residente subisce due influssi: il minor numero di nuovi nati, che dovrebbe far ridurre la base della popolazione residente, viene compensato dall’allungamento della vita media della popolazione residente e dai flussi migratori in entrata in Italia. I risultati sono molto evidenti: l’età media della popolazione italiana sta sensibilmente […]

  

Di Mai o DiBatti sta batosta

I giochi di parole non sono il mio forte, ma i risultati delle elezioni europee 2019 potrebbero essere riassunti così dalle parti dei pentastellati. È probabilmente la prima vera grande sconfitta elettorale che viene registrata dal movimento che fu concepito da Grillo/Casaleggio per scalzare la “vecchia” politica. E allora c’è da chiedersi se nel vertice del M5S può reggere la giustificazione dell’astensionismo al Sud (che non è “colpa” degli altri partiti) oppure si pensa seriamente al fallimento (temporaneo) del leader di questi mesi (dalle primarie interne in poi). In molti hanno visto il passo laterale di Di Battista come un […]

  

Lezioni di stile da Zuckerberg? No, grazie

La proprietà di whatsapp, che altro non è che il Mark Zuckerberg di Facebook, ha diffuso una mail a dir poco irritante su “Come usare WhatsApp in modo responsabile” con particolare riferimento alle Elezioni Europee. Si tratta di una sorta di decalogo che con uno stile paternalistico invita gli utenti a riflettere su quello che “trasmettono” ai propri contatti. Qualcuno ha voluto vedere in questa operazione una sensibilizzazione verso il fenomeno delle Fake News. Altri hanno ravvisato la totale inutilità di questo messaggio dato che i produttori di Fake News devono essere individuati e colpiti nell’inizio della diffusione e non […]

  

Voto a sopresa per le Europee 2019

Circolano molti sondaggi che tentano di prevedere il voto delle imminenti Elezioni Europee, che da sempre in Italia, hanno rappresentato un test anche per chi governa il Belpaese. Come non ricordare lo sfondamento del 40% da parte del PD targato Renzi di cinque anni fa? Renzi chi? Potrebbe dire qualcuno alla vigilia di questo rinnovo del parlamento europeo… Tuttavia le stime fin qui viste scontano un fenomeno noto e di sempre più difficile perscrutabilità: l’indecisione pre-voto e soprattutto la dimensione dell’astensionismo. Dando un’occhiata ad alcuni dati raccolti ed elaborati da Demos, l’istituto di sondaggi elettorali che fa capo al prof. […]

  

Il blog di Diego Martone © 2020
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>