Il futuro (in foto) nel telefono

Quando li trovo piegati sul cellulare, come Schroeder sul pianoforte (che comunque non è il telefono e quindi è tutta un’altra cosa…), è più forte di me: m’inalbero, per dirla bene. Adesso più di prima, perché adesso li vedo più di prima, e riusciamo incredibilmente ad attraversare  in un nanosecondo tutti gli stati d’animo dell’essere umano, confermando l’intero elenco di sfumature emozionali ritracciate dal team dell’University of California-Berkeley che ne ha classificate ben 27. Ammirazione, disgusto, noia, imbarazzo, orrore, paura, tristezza, simpatia, dolore empatico e via elencando,  fino alla 27esima: rabbia. E aggiungerei anche esplosiva difronte a Schroeder sul cellulare. […]

  

“Giallo” a cognomi alternati

Quando ieri sono girate ancora una volta le  fotografie con gli “assembramenti”  (nel dopo Covid spero ci sia qualcuno che faccia una battaglia per eliminare questa parola dal vocabolario…) e le relative bacchettate di chi bollava la massa nel fermo immagine come branco di imbecilli, devo confessare che mi sono sentita a disagio. Più guardavo le immagini e più guardavo i commenti a quelle immagini e più non riuscivo a mettermi né dalla parte degli “assembrati” (si potrà dire?) né dalla parte di chi s’indignava sui social, in strada, al telefono, da solo o in cuor suo: vergogna, sarà colpa […]

  

Piccoli social crescono

La piccola Antonella, Tik Tok, i bambini, i ragazzi, i  social. E noi, gli adulti, il garante, gli psicologi, i genitori spesso stimati professionisti eppure “analfabeti” di questo nuovo linguaggio. Si sono dette e sentite molte cose. Poi alla fine uno va a letto la sera e si chiede  “ma io? posso fare qualcosa, io? Questa è la storia di Emma. Il nome è di fantasia, per il resto è tutto vero. Dalla prima all’ultima riga. Emma ha 14 anni, è di Milano, frequenta una scuola centralissima.  La sua mamma è una professionista e con la comunicazione ci lavora, per […]

  

Maturità, gioco di società o d’azzardo?

Cronaca semiseria di un orale «Venga vanti il prossimo candidato! O concorrente che dir si voglia…» Silenzio. È il silenzio delle grandi occasioni. Nell’aula si suda, tra caldo e suspense e ormoni. Il candidato avanza. Ha i pantaloni lunghi e la camicia, come da indicazioni della regia. Stringe Seneca e Leopardi. Forse li ripassa o ci si aggrappa. Sicuramente prega. Cuciti addosso ha gli sguardi degli altri concorrenti in gara. Si sono preparati per mesi. Che dico… per anni per questo. Cioè veramente no, non è proprio così. Le regole di come si sarebbe svolto questo quiz ops! scusate colloquio, […]

  

Giornata mondiale della sicurezza in rete. (Quasi) un ragazzo su due ha paura del web. E gli adulti che fanno?

Sorpresa: ora i primi a essere preoccupati non sono i genitori. Sono proprio loro. I ragazzi. Anzi, peggio, pure i bambini tra gli 8 e gli 11 anni lasciati da soli a navigare nel mare magnum della rete. Si guardano intorno e vedono minacciata la propria privacy. Conoscono almeno un coetaneo che è stato vittima di cyberbullismo e almeno un loro amico guarda video con contenuti pornografici. Sanno di camminare in un mondo virtuale dove tutto può succedere senza avere alcuna garanzia di controlli da parte di nessuno. E ora ammettono di averne paura. I dati Per il 40% dei […]

  

La sfida di Happy Dolphin a Blu Whale comincia da #Iovalgo

C’è un Delfino Felice che sta nuotando nello stesso mare della Balena blu. Lei tira giù, sempre più in basso verso gli abissi. Lui innalza verso l’alto. Con l’hashtag  #happydolphin e #sfidadei30giorni ha cominciato a muoversi da una settimana nella rete sperando di restare imbrigliato il più possibile tra i contatti degli adolescenti che hanno voglia di sfide sì ma tutte positive. L’idea è di due psicologhe che lavorano a Milano a Napoli, Ilaria Riviera e Roberta de Angelis che da anni lavorano con gli adolescenti. “Abbiamo voluto fare qualcosa di concreto per contrastare la Blu Whale”, spiega Ilaria Riviera. […]

  

Regola numero 1: coraggio. Lettera ai quindicenni (e ai loro genitori)

“Ragazzi, tirate fuori il coraggio. A 16 anni è importante usare tutto il coraggio che si ha.  E’ il momento giusto di fare esperienze. Osare“.   Parola di Daniele Novara, pedagogista, direttore del Centro psicopedagogico per la gestione dei conflitti, e autore, fra gli altri libri, di “Urlare non serve a nulla. Gestire i conflitti  con i figli per farsi ascoltare e guidarli nella crescita” .  Incontra molti ragazzi e ha avviato una scuola per genitori. Cliccate qui per il loro sito. Un giorno ha preso carta e penna e ha deciso di rivolgersi direttamente a loro, agli adolescenti di […]

  

Cellulare a tavola? Ecco l’esperimento del macina-pepe

A casa nostra è attaccato al frigo: “Regolamento per l’uso della tecnologia”. Dentro c’è di tutto un po’ … si spazia dall’utilizzo dei videogame (tempo e orari), a quello della tv (vietata quando si pranza) per finire agli smartphone. Regola numero 10: MAI a tavola. Ogni genitore oggi si trova a fare i conti con un nuovo capitolo dell’educazione, quello relativo all’uso della tecnologia. Come tutti gli “strumenti” non sono né buoni né cattivi di per sé. Sono utili se usati nel modo giusto, diventano dannosi se abusati. Eppure chi non avrebbe voluto in qualche momento una bacchetta magica che possa […]

  

Vacanze, ecco i 10 compiti per i genitori

Mi sono troppo divertita oggi a leggere la lettera aperta della mamma blogger dell’Huffington Post ai suoi figli.  Leggetela. Parla di vacanze. E di regole che si sregolano durante l’estate. Di adolescenti che cercano la loro strada disseminandola di calzini  come fossero le molliche di pane della fiaba di Pollicino. Parla di confini che, in questo periodo, e all’improvviso, devono essere ogni anno rivisti, corretti, allargati, misurati, ricomposti e negoziati a seconda dell’età… Quando arriva l’estate c’è più tempo per stare con i figli.  Ed è anche l’occasione per ripensare ad alcuni comportamenti (nostri)  e sintonizzarli sulla nuova stagione. Diciamo che […]

  

D’Avenia, il prof “andante con fuoco”

Cultura, scuola, giovani. Dello scrivere e dello scrivere sui muri. Dell’imparare e dell’insegnare. Un professore. Non come tanti. Da ascoltare, per chi se lo fosse perso… [youtube ZoBKtSrUpqo nolink]

  

Il blog di Serena Coppetti © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>