Sanders e la scelta inevitabile

Parlare di politica in questi giorni in cui il mondo è con il fiato sospeso per l’emergenza coronavirus è difficile. Eppure la politica non si ferma, né può fermarsi. Il senatore Bernie Sanders si è ritirato dalle primarie del Partito democratico. La notizia l’ha comunicata lui stesso mercoledì 8 Aprile, con un video messaggio pubblicato sui propri canali social. “È stata una decisione dolorosa – ha detto – ma non vedevo un altro percorso praticabile per la vittoria”. Ha rassicurato (i suoi sostenitori) di non aver preso questa decisione alla leggera e con una punta di orgoglio ha aggiunto di […]

  

Sarà Biden vs Trump

Con le vittorie in Florida, Illinois e Arizona Joe Biden conquista, di fatto, le primarie democratiche. Sarà lui a sfidare Trump il prossimo 3 novembre. Se tutto andrà bene, perché c’è il timore, negli Stati Uniti, che l’aggravarsi della crisi del coronavirus possa avere conseguenze anche sulle elezioni, rendendo necessario un rinvio. L’emergenza coronavirus ha già avuto un primo effetto concreto: in Ohio non si sono tenute le primarie. Ripresosi dopo le batoste iniziali Biden è esploso nel Supertuesday, puntellando l’elettorato “moderato” e conquistando la fiducia degli afroamericani e quella degli ispanici. In Florida i latinos sono circa il 20% […]

  

Il coronavirus nelle primarie Usa

Il coronavirus irrompe nel dibattito politico americano. “Siamo in guerra”, ha detto Joe Biden nel dibattito in diretta tv con Bernie Sanders. Entrambi hanno criticato la gestione dell’emergenza da parte di Trump. “Io mobiliterei l’esercito – ha detto l’ex vice presidente -, i militari avrebbero le capacità di fronteggiare la maggiore richiesta di posti letto negli ospedali, possono costruire 500 ospedali da campo che sono estremamente sicuri. È un’emergenza nazionale ed io mobiliterei i militari”. Sanders ha suggerito invece la mobilitazione della National Guard, composta dai riservisti che ogni stato americano può richiamare in caso di emergenze sul territorio. “Dobbiamo […]

  

Biden non si ferma più: vince anche in Michigan

Sarà Joe Biden a sfidare Trump alle presidenziali del 3 novembre. Non è sicuro al 100% ma la vittoria nelle primarie del Michigan (125 delegati) sono un segnale davvero importante per l’ex presidente Usa. Nello stato industriale Bernie Sanders aveva puntato tutte le sue speranze di rilancio della candidatura. Ma non ce l’ha fatta. Biden ha vinto anche in Mississipi, Missouri, Idaho. Sanders è avanti in North Dakota. Ancora da definire il risultato a Washington. Sanders abbandonerà la corsa? Nei giorni scorsi aveva detto di non essere un masochista, lasciando intendere la possibilità di ritirarsi nel caso di una pesante […]

  

Le primarie e il coronavirus. Duello tra i colletti blu del Michigan

Prosegue la maratona delle primarie democratiche. Stavolta si vota in Michigan, Missouri, Mississippi, Idaho, North Dakota e Washington. Complessivamente si assegnano 352 delegati. Biden si gode il momento favorevole, dopo la buona affermazione nel Super Tuesday, e spera di proseguire con il vento in poppa, forte del consenso, pressoché unanime, del partito dell’asinello. Sanders, per contro, spera di rimanere in corsa e di continuare la corsa evitando che si allarghi troppo il distacco con l’ex vicepresidente. “I democratici hanno bisogno di un candidato che comprenda che il modo per battere Trump sia l’unità”, ha detto l’ex segretario di Stato (ed […]

  

Biden è più vivo che mai

Molti lo consideravano già morto. Ci aveva messo del suo, partendo malissimo in Iowa e New Hampshire. Ma quando la corsa è entrata nel vivo il vecchio leone ha ruggito e si è portato a casa la vittoria in nove stati. Joe Biden sa che il grande risultato nel Super Tuesday non gli regala la nomination, ma per lui è un ritorno, un grande ritorno sulla scena, da protagonista. Ormai se la giocheranno lui e Bernie Sanders, con il “socialista” che si è imposto in California, Colorado, Utah e nel suo Vermont. In tutti gli altri stati ha vinto Biden […]

  

Biden batte un colpo. L’incognita Bloomberg

L’ex vicepresidente Joe Biden vince le primarie in South Carolina. La sua è una vittoria robusta, non sul filo di lana. Prende il 48,4% dei voti espressi contro appena il 19,9% di Sanders. Vittoria legata alla comunità afroamericana, scrivono tutti. E in parte è davvero così. Al terzo posto si è piazzato Tom Steyer (11,3%), che avendo puntato tutto su questo stato, spendendo molti soldi, ha deciso di ritirarsi dalla corsa. A seguire Pete Buttigieg (8,2%), Elizabeth Warren (7,1%), Amy Klobuchar (3,1%). La vera sfida, lo scriviamo da tempo, è il Super Tuesday il 3 marzo. Lì scopriremo se Biden […]

  

Tutti i dem contro Sanders

Chi avesse dato un’occhiata o letto qualcosa sull’ultimo confronto in diretta tv tra i candidati democratici alle primarie degli Stati Uniti, trasmesso da Charleston (South Carolina), saprà già che è stato uno scontro dai toni molto accesi. Più che un dibattito una gazzarra, dove tutti alzavano la voce ed era difficile seguire un ragionamento senza interruzioni. La posta in gioco, del resto, era (ed è) molto alta. Oltre al voto in South Carolina c’è l’appuntamento del 3 marzo, il Super Tuesday, quando si assegneranno moltissimi delegati (1.338) e la corsa, inevitabilmente, vivrà una forte scrematura. Probabilmente dopo resteranno in corsa […]

  

Sanders avanza ancora: vittoria in Nevada

C’eravamo lasciati sottolineando che l’elettorato democratico (in New Hampshire) premiava i moderati. Ma in Nevada, primo stato multietnico fra quelli dove fino ad ora si è votato, il “socialista” Bernie Sanders è tornato a ruggire, raccogliendo il 40,7% dei consensi raccolti nei caucus, contro il 19,7% del redivivo Joe Biden. Dietro di loro troviamo Pete Buttigieg al 17,1% ed Elizabeth Warren all’11,2%. Gli altri in corsa: Amy Klobuchar 6,7%, Tom Steyer 4%. Dato interessante quello del Nevada, tenuto conto che il 29% della popolazione è composta da latini, il 10% da afromaericani e il 9% da asiatici. Il Washington Post […]

  

Primarie Usa, c’è voglia di moderati in casa democratica

La clamorosa débacle dei caucus in Iowa ha fatto rotolare la prima testa: il presidente dei democratici, Troy Price, si è dimesso. Forte delle innovazioni tecnologiche veva promesso che questi sarebbero stati i “caucus di maggior successo nella storia del partito”. Ma tra malfunzionamenti dell’app e clamorosi ritardi nei conteggi, tutta l’America ha riso dell’Iowa. Ma come sta andando la corsa per individuare il candidato democratico che sfiderà Trump il prossimo novembre. In Iowa ha prevalso di poco l’ex sindaco di South Bend (Indiana), Pete Buttigieg, davanti al senatore Bernie Sanders. Mentre nelle primarie del New Hampshire si è imposto […]

  

Il blog di Orlando Sacchelli © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>