Farsi belle per sentirsi meglio

Un sorriso non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno (Schiller)  “Signore, accomodatevi. Prendete un dischetto di cotone e cominciate a struccarvi”. Siamo al laboratorio di make up per pazienti in terapia oncologica all’ospedale San Paolo, a Milano. Sto per scegliere il cotone e il visagista interviene: “Se non siete truccate lasciate stare”.  Allude a me. Ma si sbaglia: io mi sono truccata, eccome. Fondotinta, fard, rossetto. Li ho messi alle otto del mattino e ora sono le due del pomeriggio. “Non si vede il suo maquillage, forse perché non ha curato la base…”. Eccolo qui il […]

  

Ho passato l’esame!

 Dai la cera, togli la cera, dai la cera, togli la cera…(dal film Karate Kid)  Ho passato l’esame! Ma questo non c’entra con i controlli semestrali: ho conquistato la cintura turchese e ne vado molto fiera… eh sì mi riferisco al karate che da un annetto ormai è diventato il nostro sport di famiglia. Il sabato mattina,  principe e principesse, insomma tutti e quattro, infiliamo i karategi (che noi chiamiamo kimoni) nel borsone e via. Ci ritiriamo per due ore nel “dojo” (è il nome della palestra giapponese dove si insegna karate).  Vado fiera del risultato, dicevo. Perché quelle due ore […]

  

Un sms solidale per i bimbi malati

Abbiamo scritto che chi si ammala di cancro nelle regioni del Sud Italia vive meno a lungo di chi vive al Centro Nord. Perlomeno questa è la statistica divulgata dal registro italiano Airtum, noi ci auguriamo che esistano tante fortunate eccezioni e che la forbice che taglia in due lo Stivale si trasformi in… un barattolo di colla. Guardiamo ora un po’ più in là. L’Union for International Cancer Control (Uicc) stima che ogni anno nel mondo oltre 160mila bambini sono colpiti da un cancro. Di questi l’80% vive in Paesi in via di sviluppo, dove affermazioni come: sapere cosa […]

  

Cancro: al Sud si muore di più, perchè?

Ci si ammala di più e si sopravvive anche di più. Ma le cose non stanno così dappertutto, in Italia la forbice fra Nord e Sud significa anche una diversa sopravvivenza dopo un tumore: al Sud è di 4-10 punti percentuali (in relazione alle diverse neoplasie) più bassa che al Centro Nord. Il dato è contenuto nel rapporto dell’associazione italiana Registri tumori (Airtum) 2011 che comprende le informazioni raccolte dai 31 registri della rete Airtum. Guardando all’insieme di tutti i tumori (esclusi quelli di vescica e cute), la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi dei malati oncologici è del 50% […]

  

“Tra 10 anni uccideremo le staminali del cancro”

Il futuro della lotta al cancro potrebbe essere nei farmaci molecolari, quelli che colpiscono non tutte le cellule indistintamente ma solo le staminali tumorali, le cellule radici del male. «Nei prossimi 10 anni avremo a disposizione questi nuovi farmaci, bisognerà poi vedere quanto sono efficaci, che tipo di tumore trattano e in che percentuale». A spiegarlo è Pier Paolo Di Fiore, dell’Istituto europeo di oncologia (Ieo) di Milano, intervenuto stamattina  a Roma alla conferenza scientifica, promossa dall’Airc (associazione italiana ricerca sul cancro) “Dal genoma alla cura. La ricerca corre” nell’aula magna della Sapienza-università di Roma.  Le cellule staminali tumorali sono […]

  

Dormire è un po’ guarire…

Mi sono imbattuta in alcune pubblicazioni sui ritmi circadiani (sonno-veglia, produzione di enzimi e ormoni nel corpo) e su quello che succede quando interviene “qualcosa” a interrompere questo ritmo. Chi dorme male rischia di più di ammalarsi di tumore al seno (ma anche al colon, alla prostata e all’endometrio) . La notizia non è nuovissima, in compenso vanta uno stuolo di pubblicazioni, soprattutto negli ultimi dieci anni. Il sito inglese wikipedia inserisce tra i fattori predisponenti il tumore al seno la voce “La luce di notte e i disturbi del ritmo circadiano”: si cita un lavoro del 2005 del National […]

  

Il vino, la prevenzione e il (mio) decalogo

 Ancora sotto accusa il consumo di alcool.  Uno studio condotto dal Brigham and Women’s Hospital e dalla Harvard Medical School di Boston, pubblicato sul Journal of the American Medical Association mette in guardia le donne:  anche quelle che bevono poco  (tra 3 e 6 bicchieri di vino alla settimana) hanno un 15% in più di possibilità di ammalarsi di cancro al seno rispetto alle astemie. Secondo i ricercatori la percentuale sale al 51% nelle donne che bevono in media due bicchieri di vino al giorno.  Sono state studiate le risposte di 105.986 donne date a un questionario sulla loro salute e […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2018