“Troppi tumori nei bambini”

inquinamento

Benzene e ossidi di azoto. Ma anche polveri sottilissime (Pm2,5) e ozono. Sono killer invisibili, con licenza di uccidere. Smascherati da anni: non c’è istituto di ricerca che non abbia stilato un elenco di questi cancerogeni responsabili di leucemie, linfomi, tumori al polmone, alla cute e alla mammella. Cliccate qui per vedere gli studi dell’istituto Ramazzini sul legame fra benzene e tumori, alcuni lavori risalgono agli anni ’80 (!). Dallo Iarc all’Oms all’Iss, tutti descrivono i rischi dell’inquinamento, nessuno fa niente. “In Italia, rispetto al resto d’Europa, l’incidenza dei tumori infantili è più alta, sia nella fascia di età 0-14 […]

  

Quanto fumo… ma l’arrosto?

Vi riporto una notizia interessante nonostante si parli di prevenzione (del tumore al polmone) usando radiazioni. Sta per partire Cosmos 2 (Continuous Observation of Smoking Subjects), la seconda fase del progetto dell’Istituto europeo di Oncologia per individuare il tumore al polmone quando è ancora agli stadi iniziali. Alle persone considerate “a rischio ” (ne verranno chiamate 10mila nei prossimi 5 anni, da Milano, Firenze, Roma, Pescara e Palermo) verrà fatta una Tac spirale a basso dosaggio (“radiazioni inferiori di 10 volte rispetto alle normali tac” garantisce il  direttore della Radiologia dello Ieo Massimo Bellomi) e un prelievo di sangue per […]

  

La fine del maiale…

Mi attraggono le notizie che parlano di cibo. Al supermercato mi muovo come un alieno appena atterrato sulla terra, leggo tutte le etichette e scarto le confezioni più vendute: biscotti e crakers all’olio di palma (diffidate dell’ingrediente olio vegetale e privilegiate quelle che riportano olio d’oliva o di semi, in genere se c’è scritto solo olio vegetale significa che è stato usato un olio scadente, tipo di palma), succhi di frutta colorati e dolcificati con sciroppi di glucosio, scatolame salato, pane e farina bianca, formaggi non biodinamici, pesce d’allevamento, tavolette di cioccolata senza l’ingrediente principale, il cacao, che voglio almeno […]

  

Alla larga dal fumo (passivo)

Nel 1999 feci un viaggio in Cina, che in quegli anni, per modernità, era davvero lontana anni luce dall’Italia e dai Paesi occidentali. Un particolare però mi stupì: negli aeroporti era vietato fumare e tutti rispettavano il divieto. Per me – non fumatrice – questo era un grande segno di RISPETTO PER GLI ALTRI. Nel 2000 mentre ero incinta della mia prima figlia mi capitò di attendere un volo per un’ora e mezza all’aeroporto di Fiumicino. Nelle sale d’attesa i passeggeri fumavano indisturbati, nonostante il divieto. Succedeva così dappertutto, negli ospedali, nei ristoranti, negli uffici, la legge c’era MA ERA […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019