Un chip nel corpo segnala le metastasi

Questa mi pareva una notizia buona: è stato inventato un microchip  da mettere vicino al tumore (?)  per controllarne la crescita, una sorta di sentinella elettronica che tiene d’occhio la malattia e avverte il medico quando questa prende il sopravvento. Il chip, hanno spiegato i suoi ideatori  (ricercatori dell’ università tecnologica di Monaco e  del gruppo di Sven Becker) a BBC Health online, annidato vicino al tumore,  “respirerebbe” l’ossigeno del tessuto monitorando  la crescita del male e mandando informazioni direttamente al computer del medico. In questo modo il paziente non avrebbe bisogno di sottoporsi a risonanze magnetiche, lastre o mammografie. […]

  

Un microchip nel sangue isola le cellule malate

ECCO UNA GRANDE SCOPERTA ITALIANA, PRESENTATA IN QUESTI GIORNI AL CONGRESSO DI ORLANDO, UN FELICE ESEMPIO DI TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELL’ONCOLOGIA (l’”ancilla” latina…) È «made in Italy» il primo microchip che isola nel sangue le cellule tumorali e consente di prevedere l’evoluzione della malattia. Realizzato dall’azienda italiana Silicon Biosystems (la piattaforma tecnologica è denominata Deparray) ha ottenuto riconoscimenti all’estero. Il primo centro al mondo a utilizzarlo è stato l’Irst (Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori). I risultati della ricerca sono stati presentati al Congresso dell’American association of cancer research (Aacr) che si è aperto a […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2019