Comprare italiano: il vero sovranismo inizia dal carrello della spesa

I risultati delle consultazioni elettorali, di qualsiasi ordine e grado, lo dicono chiaramente: le simpatie degli italiani per il mondo cosiddetto “sovranista” sono in costante ascesa. Eppure, a fronte di queste cifre, che raccontano un Paese in cui si ha sempre più voglia di tutelare l’interesse nazionale dalle burrasche del global-capitalismo senza regole e confini, ci si scontra con un’incongruenza di fondo. Quella, ad esempio, della moltitudine di auto straniere, tedesche e giapponesi in primis, che continuano a viaggiare sulle strade italiane ogni giorno. Quelle, ancora, dei tanti italiani che continuano ad acquistare soprattutto abbigliamento straniero. Dai classici maglioncini con lo […]

  

Piazza San Sepolcro, 23 marzo 1919

Nella giornata di domani saranno trascorsi 100 anni esatti dal 23 marzo del 1919. In quella data, in piazza San Sepolcro, a due passi dal Duomo di Milano, veniva siglato l’atto costitutivo dei Fasci Italiani di Combattimento. Iniziava così ufficialmente la storia del fascismo. Di quella, cioè, che Mussolini stesso ebbe a definire “la più audace, la più originale e la più mediterranea ed europea delle idee”. E audace, il fascismo, in quel 1919, lo era di certo. Leggendo oggi il primo manifesto dei Fasci, pubblicato il 6 giugno dello stesso anno su Il Popolo d’Italia, ci si rende effettivamente conto […]

  

Occhio a Bannon (e ai neocon): perché la destra non deve ingannarsi

Edito da Edizioni Cinabro, “Inganno Bannon”, libro scritto a più mani da Gianluca Marletta, Claudio Mutti, Maurizio Blondet e Andrea Marcigliano con la partecipazione del Centro Studi Raido e di Rigenerazione Evola è un testo che arriva in un momento in cui il mondo della destra istituzionale sembra unanimemente schierato a supporto del “populismo trumpiano”, di cui Steve Bannon, con la sua idea di un’internazionale sovranista legata alla geopolitica americana, è il principale sostenitore. Prova ne sono gli strali lanciati da questo mondo nei confronti dell’accordo tra l’Italia e Pechino per la Nuova Via della Seta o a favore delle […]

  

L’aereo: l’autobus della globalizzazione

Gli aerei cadono. Fa sempre impressione quando succede, ma succede. Non è una novità. La storia è piena di sciagure aeree. Eppure, soprattutto in anni recenti, si è quasi voluta occultare questa realtà. Vuoi perché l’aereo è un feticcio della globalizzazione e gli aeroporti il non luogo per eccellenza, dove a merci e persone si aprono le porte virtuali di tutto il pianeta, cancellando distanze e differenze. L’aereo impiegato come mezzo civile ha contribuito in maniera sostanziale ad appiattire il mondo, a creare la “società globale” dei consumatori uniformati. E quindi, da un certo momento in poi, non si è […]

  

Tutti preoccupati per la Nuova via della seta. A torto

Da che erano cose per “populisti”, tutto a un tratto l’establishment italiano è unanimemente preoccupato per la sovranità nazionale. All’indice è finito l’accordo per l’ingresso dell’Italia nel gigantesco progetto infrastrutturale cinese noto come BRI – Belt and road initiative, meglio conosciuta dalle nostre parti come “Nuova via della seta”, ma anche i possibili accordi con la Cina per lo sviluppo della tecnologia 5G. Tutti preoccupati, da destra a sinistra, dai vecchi sostenitori del renzismo ai nuovi comandanti in capo dell’italia destro-populista. Preoccupatissimi. Il motivo è da ricercarsi nella presenza in Italia, tra il 22 e il 24 marzo, del presidente cinese Xi […]

  

Africa: a sinistra si marcia contro il razzismo, a destra si cercano soluzioni…

Aiutarli “a casa loro”? Non deve essere soltanto uno slogan, una frase buona per pulirsi la coscienza di fronte a un (comprensibile) rigetto dell’immigrazione incontrollata. Giusto, anzi, giustissimo. Ecco perché è importante che la politica faccia finalmente la sua parte, tornando a parlare, soprattutto quando ci si rivolge all’Africa, di cooperazione internazionale, il vero motore di una solidarietà non falsamente buonista, ma dalle finalità concrete e di lungo termine. E così fa piacere rilevare che, mentre la sinistra è nuovamente scesa in piazza a… manifestare contro un inesistente pericolo razzista, tra vip e attori strapagati, il centrodestra si trova in […]

  

Mamma stira e cucina? Meno male!

“Mamma stira e cucina”. Oddio, apriti cielo. Sono bastate queste parole in sequenza, comparse in un banale esercizio grammaticale per bambini su un libro di testo scolastico, a scatenare polemiche inimmaginabili sul presunto sessismo del sussidiario in questione. Polemiche alimentate anche dalla frase “Papà lavora e legge”, che compariva poco più sotto. “Scandalo!”, hanno subito gridato gli alfieri del politically correct. Scandalo? Eppure, nella mente di chi qui vi scrive, ricorrono i ricordi di frasi ed esercizi dal contenuto del tutto simile del periodo scolastico. E non si parla di 50 o 60 anni fa, al più di 20. E, […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>