La vittoria del “sì” e il tramonto della parodia sovranista

Sono trascorsi solo pochi giorni dal voto referendario del 20 e 21 settembre. Un voto il cui esito ha confermato, come era tristemente prevedibile, la riforma sulla riduzione dei parlamentari. Una riforma, questa, che fa balzare l’Italia al primo posto, in Europa, nella poco invidiabile classifica per minor numero di deputati eletti ogni 100 abitanti. Nella camera bassa l’Italia avrà, dalla prossima legislatura, un deputato ogni 151.210 abitanti, davanti alla Spagna (uno ogni 133.312) e alla Germania (uno ogni 116.855). In termini assoluti, la nuova Camera, con i suoi 400 eletti, porterà l’Italia a posizionarsi ben dietro le cosiddette democrazie […]

  

La nuova Commissione UE potrebbe allentare l’austerità. Ma solo per arginare i sovranisti

L’Unione Europea sta, finalmente e a sorpresa, per allentare il laccio dell’austerità? Nella giornata odierna, con la presentazione della nuova Commissione guidata da Ursula Von Der Leyen, l’ex presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, del Partito Democratico, ha ufficialmente ricevuto la nomina di commissario europeo all’Economia. Si tratta di un chiaro segnale, lanciato non solo all’opposizione italiana capeggiata dalla Lega del vicepremier uscente, Matteo Salvini, ma, più in generale, ai movimenti sovranisti di tutto il vecchio continente. Si tratta del segnale, cioè, che, con il nuovo Governo di Roma, il Conte bis, guidato da forze comunque europeiste, l’Italia dall’Unione avrà […]

  

Comprare italiano: il vero sovranismo inizia dal carrello della spesa

I risultati delle consultazioni elettorali, di qualsiasi ordine e grado, lo dicono chiaramente: le simpatie degli italiani per il mondo cosiddetto “sovranista” sono in costante ascesa. Eppure, a fronte di queste cifre, che raccontano un Paese in cui si ha sempre più voglia di tutelare l’interesse nazionale dalle burrasche del global-capitalismo senza regole e confini, ci si scontra con un’incongruenza di fondo. Quella, ad esempio, della moltitudine di auto straniere, tedesche e giapponesi in primis, che continuano a viaggiare sulle strade italiane ogni giorno. Quelle, ancora, dei tanti italiani che continuano ad acquistare soprattutto abbigliamento straniero. Dai classici maglioncini con lo […]

  

Occhio a Bannon (e ai neocon): perché la destra non deve ingannarsi

Edito da Edizioni Cinabro, “Inganno Bannon”, libro scritto a più mani da Gianluca Marletta, Claudio Mutti, Maurizio Blondet e Andrea Marcigliano con la partecipazione del Centro Studi Raido e di Rigenerazione Evola è un testo che arriva in un momento in cui il mondo della destra istituzionale sembra unanimemente schierato a supporto del “populismo trumpiano”, di cui Steve Bannon, con la sua idea di un’internazionale sovranista legata alla geopolitica americana, è il principale sostenitore. Prova ne sono gli strali lanciati da questo mondo nei confronti dell’accordo tra l’Italia e Pechino per la Nuova Via della Seta o a favore delle […]

  

Prospettive per un’Europa sovranista. E sovrana

Come deve o dovrebbe essere un’Europa sovranista? E che cos’è (o cosa dovrebbe essere) il vero sovranismo? Dare una risposta non è certamente semplice, perché il fenomeno si è presentato in maniera molto differente (e a dire il vero non sempre coerente) a seconda dei contesti. Ci hanno provato, nel loro energico pamphlet “Sovranismo. Un’occasione per l’Europa”, recentemente pubblicato da Historica Edizioni, tre coraggiosi autori: Fabrizio Fratus, sociologo e studioso comunitarista e noto per le sue battaglie anti-darwiniste, Vincenzo Sofo, opinionista televisivo e animatore del think tank filo-leghista Il Talebano, che ormai da qualche anno sostiene e a tratti guida […]

  

Da Caracas ad Aquisgrana: gli USA contro il mondo multipolare e lo storytelling sovranista

Che l’annuncio del ritiro delle truppe americane dal teatro siriano fosse semplicemente dovuto a un cambio nella strategia comunque imperialista della presidenza degli Stati Uniti (rispetto a quella precedentemente impostata dal deep state), piuttosto che a una supposta volontà “antisistema” di Donald Trump, lo si era chiaramente anticipato su questo blog. Il caos esploso ieri in Venezuela, con l’autoproclamazione del presidente dell’Assemblea Nazionale e leader dell’opposizione Juan Guaidò a presidente della Repubblica in luogo del capo di Stato eletto Nicolas Maduro, appoggiata dagli Stati Uniti, dimostra ora che le previsioni erano corrette. Ovviamente, come c’era da attendersi, è partito il coro dei media […]

  

L’Europa in pezzi: quello che i sovranisti non comprendono

“L’Europa in pezzi” è il titolo dell’ultimo numero di Eurasia (il cinquantatreesimo), la prestigiosa rivista di studi geopolitici delle Edizioni all’insegna del Veltro, che uscirà nei prossimi giorni. Un titolo che sembra riflettere in maniera speculare l’attuale situazione del contesto comunitario europeo, segnato in queste ultime settimane anche dalle proteste dei gilets jaunes… Chi qui vi scrive, autore di un contributo all’interno della medesima rivista, ha avuto modo di interloquire con il professor Claudio Mutti, direttore di Eurasia, per chiedergli di commentare, oltre proprio ai contenuti di quest’ultimo numero, anche l’intricata situazione geopolitica dell’Europa nel suo complesso. “Questo nuovo numero […]

  

La verità è che gli fanno schifo i poveri

“La Gran Bretagna ha praticamente raggiunto la piena occupazione.(…) Una buona notizia? Fino a un certo punto: perché in realtà molte industrie ora stanno facendo fatica a trovare dipendenti e questo spinge verso l’alto i salari, intaccando i profitti delle aziende. Un meccanismo perverso, che rischia solo di essere esacerbato dalla Brexit“. L’autore di queste righe è Luigi Ippolito. Si tratta di un corsivo pubblicato nei giorni scorsi dal Corriere della Sera, l’organo ufficiale dell’élite borghese nazionale. E nulla meglio di queste poche ma significative parole può spiegare quale sia realmente il comune sentire dell’establishment “anti-populista” o “anti-sovranista”, che dir […]

  

L’attualità di un pensatore eretico: Thiriart e la “più grande Europa”

“L’impero Euro-sovietico da Vladivostok a Dublino” sembra il titolo di un romanzo di fantapolitica o il soggetto di una serie TV alla “The man in the high castle“. Eppure, nonostante il sapore vagamente vintage, questo saggio di un pensatore eretico come il belga Jean Thiriart, fondatore della Jeune Europe, scritto nel 1984 (cioè prima della caduta del muro di Berlino e del crollo dell’URSS), vent’anni dopo il più noto “L’Europa: un impero di 400 milioni di uomini”, e recentemente tradotto e riscoperto dalle Edizioni all’insegna del Veltro, contiene elementi di incredibile attualità. Oggi che, “il nemico russo ha rimpiazzato (dal […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>