Meyssan e Craxi: quel doppio appuntamento con la geopolitica in libreria

Dal caso delle dimissioni dal ruolo di ambasciatrice statunitense all’ONU di Nikki Haley a quello, ben più torbido, di Jamal Khashoggi, il giornalista e dissidente saudita che sarebbe stato smembrato in una sede diplomatica in Turchia dagli uomini della sicurezza del regno di Riyad, le cronache internazionali in questi giorni offrono moltissimi spunti di interesse e discussione, che meriterebbero un approfondimento sulle colonne di questo blog. Tuttavia, per restare in tema di questioni geopolitiche è invece altrettanto doveroso, essendo le sopra citate vicende già state approfondite da numerosi e competenti osservatori, dare notizia della prossima uscita in libreria di due titoli di sicuro interesse, quantomeno per […]

  

Craxi e Sigonella: l’ultimo conato di vera sovranità. Prima del buio

Viviamo un’epoca in cui ci si è abituati a considerare come un dato di fatto il timore di ministri e premier per una semplice dichiarazione fuori posto, poichè questa potrebbe infastidire gli onnipotenti e ingovernabili mercati. Sperimentiamo quotidianamente un periodo storico in cui oscuri burocrati ed economisti spadroneggiano nei programmi televisivi di approfondimento dedicati alla res publica, in luogo dei rappresentanti del popolo eletti per occuparsene. In questo scenario desolante diventa difficile e forse addirittura doloroso ricordare un episodio come la crisi di Sigonella. Difficile, ma necessario. Perchè, quel mese di ottobre di 33 anni fa, di fatto, l’Italia esalava l’ultimo […]

  

L’antipolitica, cavallo di Troia della tecnocrazia permanente

Uno spettro si aggira per l’Italia. È lo spettro della post politica. Concepita in fase embrionale agli inizi degli anni novanta con il crollo dei partiti tradizionali, cresciuta all’ombra della Seconda Repubblica e poi fattasi definitivamente forma di governo con l’esecutivo tecnico guidato da Mario Monti (2011-2013), la post politica è una realtà nella quale stiamo vivendo da qualche anno. Una realtà in cui ogni forma di alternativa ideologica o programmatica è stata annientata nel nome del pragmatismo che, nella neolingua orwelliana costruita ad arte dall’industria culturale organizzata (giornali, televisioni, case editrici), sottintende in realtà il principio del TINA, acronimo […]

  

Il blog di Cristiano Puglisi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>