Ecco chi ha sfidato l’Isis per raccontare la verità

In bilico sulla bocca dell’inferno, basta poco per bruciare. Tra pallottole e pulsazioni, nella corsa, fuggendo dalle botte di mortaio che cadono vicino, troppo vicino alla videocamera, mentre senti fischiare i colpi di Ak-47 che ti puntano. Nel cuore del dramma di un Occidente in piena crisi di nervi, in ogni momento sotto attacco. Nel ventre della battaglia, faccia a faccia col nemico, il più oscuro, bestiale, internazionale orrore possibile. Bastano quattro lettere, oggi, per evocare il male: Isis. Due inviati di guerra nel rito del fuoco, in trincea, nel sangue dei Cristiani massacrati in Siria e alla nascita dello […]

  

Oggi l’Isis ha ammazzato Ormang. Il giovane soldato che ci raccontava ogni giorno su Facebook, la vita (fiera) di un soldato al fronte contro l’Isis

IMPORTANTE AGGIORNAMENTO: Fonti locali, confermavano la morte di Ormang, avvenuta negli scontri con i miliziani dell’Isis per la liberazione di Mosul. Solo qualche minuto fa, e a qualche ora dalla pubblicazione di questo articolo, dopo che la sua bacheca si è popolata di messaggi di cordoglio, una smentita. Nel caos post battaglia, il corpo di Ormang è stato da poco ritrovato con un proiettile nella cervicale. Ha perso molto sangue. È stato trasportato d’urgenza nel primo ospedale ma le sue condizioni sono gravissime. Più vicino alla morte purtroppo. Ci sono due modi per avere trent’anni oggi. Rimanere o scappare. Rimanere o […]

  

Manchester. Noi vogliamo integrarli. Loro vogliono disintegrarci. A quando il secondo tempo della Battaglia di Lepanto?

Manchester. Ancora una volta andrà in scena il festival della moderazione. Verso i cadaveri europei fatti a pezzi sotto ad un palco, moderati; verso una partita Iva che minaccia il suicidio, pugno di ferro. Ancora per una volta, noi porgeremo l’altra guancia. Di più, ancora di più. Ci manca solo di insegnare ai nostri figli a farsi saltare in aria a Rotterdam, o a Milano, e poi a rivendicare su Twitter, per compiacere i nostri fratelli lontani… Beati i perseguitati, perché di essi è il regno dei Cieli. Ma che grande ipocrisia. Della Parola di Dio, della Fede, dello Spirito non […]

  

Altro che gessetti colorati: da Palmira riparta il mito dei giovani europei

Nella storia dei moderni guerrieri, resiste la residua dignità di questi tempi. Esempi di coetanei ad altri coetanei, i figli fortunati del capitalismo e quelli coraggiosi dell’altra parte di mondo. Quella della flaccida eredità dell’Occidente delle due guerre mondiali che nel sostegno ai capricci di democrazia USA ed in ogni tuffo nel politicamente corretto ti accorgi di quanto sangue abbia indegnamente buttato, in un gettito di folle onanismo, e quella di chi ha deciso di non darla vinta all’impazzimento dei suoi simili. Quali esempi dovrebbero avere i giovani europei, quale marcia di battaglia, per cosa combattere, per dimenticare di essere […]

  

“Mamma ho perso Gesù”, a Natale al cinema

Quando ti muore la civiltà tra le mani… (ANSiA) – Un cast stellare. Giorgetto Buonafede, Cristiano Povero, Francesca Diosparisca e molti altri nomi importanti in un film, tutto italiano, che promette incassi record, ed anche una buona dose di polemiche: “Mamma ho perso Gesù”, ispirato allo storico titolo americano degli anni’90, diretto da Italo Laico, racconta di un gruppo di integralisti cattolici che, nel 2015, in piena rivoluzione digitale, si ostina a celebrare il Natale, Natività di Gesù Cristo, il Dio dei cristiani, e di un gruppo di bimbi rimasti chiusi nella loro scuola, proprio nei giorni di Natale, senza […]

  

Il blog di Emanuele Ricucci © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>