Il fascino barocco di Puebla

Con oltre 50 ingredienti e 7 ore di preparazione è  la salsa più ricca e complessa della cucina mondiale. Si chiama mole, ed è un vero monumento della cucina messicana. Non è piccante ma piuttosto dolce e denso, con sentori di cioccolato. Si usa soprattutto per condire la carne. Dagli chef stellati alle mamme in famiglia, il mole è una tradizione amatissima in Messico, nei giorni di festa. Per conoscerlo ecco una idea di viaggio fuori dai soliti circuiti, a due ore di macchina dalla capitale Città del Messico. Qui c’è un altro mondo. Fatto di piccoli villaggi coloratissimi e […]

  

48 ore a Città del Messico

Un stop over a Città del Messico all’insegna della cultura e della grande cucina. E’ questa la soluzione scelta da tanti viaggiatori, prima di immergersi nel mare turchese della Riviera Maya, da Cancun a Tulum. La capitale messicana offre grandi musei in cui perdersi e locali alla moda, dove assaggiare l’alta cucina e bere cocktail preparati dai migliori bartender del mondo. Tra le vie dello Zocalo Difficile crederlo adesso ma un tempo, dove sorge oggi Città del Messico, c’era un lago. Di quella che anticamente gli Aztechi avevano chiamato Tenochtitlan, ci sono ancora testimonianze, nel curato sito archeologico del Templo […]

  

“Pura Vida” tra le foreste nebulose del Costa Rica

  Una natura travolgente, dominata dalla foresta con alberi che arrivano a 70 m, foglie giganti come quelle del poormen’s umbrella e gallery forest che avvolgono come tunnel i fiumi, tingendo di verde tutto il Paese. Abitata da animali dalle fogge esotiche come il varipinto Quetzal, il simpatico Bradipo (mascotte nazionale), le rane più colorate (e velenose) del mondo, il mitico giaguaro. Con un che di meraviglioso: in 51.100 kmq sono concentrati 26 parchi nazionali, oltre 160 aree protette, 7 vulcani attivi, due quiescenti e magnifiche spiagge sulla costa caribica e pacifica. Con numeri da primato: le onde più lunghe […]

  

Una sorpresa di nome Nicaragua

I colori dei mercati traboccanti di amache, i vulcani fumanti, il fascino coloniale, tanta gioia di vivere e una vegetazione esuberante. Il Nicaragua è tutto questo e molto di più. Un Paese che sa sorprendere con una dolcezza tutta particolare. Con un’unica eccezione: la capitale. La città, “Where the streets have no name” come cantavano gli U2 a metà degli anni ’80, mostra soprattutto desolazione. Ancora sfregiata dal terribile terremoto del 1972, Managua ha case dimesse, una cattedrale pericolante e ai semafori venditori abusivi di iguane. Ma basta lasciare la capitale per incontrare un Paese completamente diverso. A cominciare dai vulcani. […]

  

Viaggio per voi © 2021
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>