Se l’Ordine crea disordine

La notizia che segue può essere vista anche come uno spaccato dell’animo umano di questo momento storico. Guai a perdere una o più poltrone… si diventa disposti a tutto per mantenerle, perfino a dispetto delle regole. Stiamo parlando dell’Ordine dei Medici di Torino dove l’11 aprile scorso il bilancio è stato bocciato dai presenti con 129 voti e 89 contrari. Ma il colpo, come si suol dire, non è stato incassato. Il consiglio direttivo ha ignorato la bocciatura e convocato una successiva assemblea il 14 giugno pretendendo di indire nuove votazioni. Andiamo con …ordine. Apriamo una parentesi su cosa significhi […]

  

Se il diritto di famiglia dipende da un vaccino

Certe notizie di cronaca non si dovrebbero dare, dicevano i maestri del giornalismo, perché c’è il rischio emulazione. Davanti alla notizia che sto per darvi mi sono interrogata su questa eventualità ma alla fine è prevalsa l’importanza di discuterne. Lasciamo, infine, ai lettori intuire che cosa ci sia da emulare. La notizia. Lui e lei sono separati da 5 anni e hanno l’affido congiunto dei due figli minori, Pietro di 13 anni e Sveva di 16 (i nomi sono inventati). La coppia è in disaccordo su varie questioni che riguardano i ragazzi – scelta degli studi, modo di educarli e […]

  

Gli Ordini dei sanitari al ministero: “Diteci cosa fare con i guariti”

La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata, diceva Confucio. Ecco cosa succede a complicarsi la vita. I presidenti delle Federazioni degli Ordini professionali non comprendono le circolari che il ministero sforna (ha sfornato) al ritmo di una al mese. Quelle che per questo governo, a causa dell’emergenza Covid, avevano validità di legge. Perché solo ora? Perché ora “sono arrivati troppi ricorsi” da parte dei sanitari. La chiarezza, assente nelle circolari ministeriali, è stata cercata, com’è naturale che sia, nelle aule dei tribunali amministrativi. Leggete la Nota   inviata ieri al ministero della Salute dai presidenti delle […]

  

Il medico (presidente di albo) che dice no

La storia sarebbe stata diversa se, nel 1943, non ci fosse stato “Il popolo che disse no”. Dal bel libro di Bo Lidegaard scopriamo che un’intera nazione, la Danimarca, rifiutò le leggi naziste. E che, quando iniziò il rastrellamento degli ebrei, furono i danesi a mettere in salvo i perseguitati e ad aiutarli a rifugiarsi in Svezia. Due sole settimane, dal 26 settembre al 9 ottobre, cambiarono la storia: di quel popolo e di 6.500 ebrei. Nessun danese pensò allora “di dover sempre obbedire alle leggi”. Davanti alla persecuzione dei propri simili prevalgono altri diktat, ben più radicati nell’animo umano […]

  

Prima il vaccino, poi la simulazione, quindi 400 casi in 20 Paesi, le coincidenze sul vaiolo delle scimmie

Il primo vaccino per prevenire il vaiolo delle scimmie (monkeypox) è stato approvato dalla FDA nel settembre 2019. Si chiama Jynneos, contiene virus Vaccinia vivo indebolito. Cliccate qui. Per la FDA funziona anche contro il vaiolo (smallpox) eradicato dagli USA nel 1980. Sì, il vaiolo è una malattia scomparsa ma è evocata periodicamente come sinonimo di “arma biologica” di possibile “uso terroristico”. Nella nota di approvazione del vaccino, Peter Marks, MD, Ph.D., direttore del Center for Biologics Evaluation and Research della FDA dichiara: “Pertanto, sebbene la malattia del vaiolo naturale non sia più una minaccia globale, il rilascio intenzionale di […]

  

Docenti allontanati dalle classi, cosa c’è da imparare

Merita attenzione la questione dei docenti sospesi, rimasta a lungo nel silenzio. Già, non tutti sanno che quei maestri e quei professori allontanati dalle classi per non essersi vaccinati in gennaio, oggi sono presenti nelle scuole ma “tenuti nascosti” per punizione.  Cominciamo dall’inizio. Il 15 dicembre è entrato in vigore il decreto 172/2021 che ha introdotto l’obbligo di vaccinazione anti Covid per gli insegnanti, dall’asilo all’Università. E, per chi ha deciso di non ricevere le vaccinazione anti Covid, niente lavoro e stop allo stipendio, senza discussione. Nessuna trattativa è stata possibile, nè con i presidi (che si sono giustificati dicendo […]

  

“Gli Ordini professionali? Non ci rappresentano più”

Vi presento il primo congresso di ContiamoCi!, l’associazione nata dall’insoddisfazione dei medici nei confronti della politica sanitaria e che comprende oggi, oltre ai sanitari, anche diversi rappresentanti della società civile e svariati cittadini (insegnanti studenti, imprenditori, commercianti, liberi professionisti e disoccupati). Si terrà a due passi da Bergamo, sabato 7 e domenica 8 maggio, al Winter Garden Hotel di Grassobbio. Cliccate qui e qui per informazioni. Il titolo dei due giorni di incontri, “Non praevalebunt”, racchiude il senso di quest’associazione che ha appena istituito anche un sindacato. Sintetizza Dario Giacomini, il radiologo e dirigente medico che ha fondato ContiamoCi!: “Siamo […]

  

Italia prima in Europa per booster (ma è fra i Paesi dove si muore di più di Covid)

Dopo due anni di pandemia sta emergendo che la mortalità da Covid è diversa, in Europa, da un Paese all’altro. Premessa: per ragionare sull’impatto della malattia non basta soffermarsi sulla letalità del virus, che abbiamo visto essersi attenuata con gli anni. La letalità è la percentuale dei morti rispetto al totale degli infettati (infection-fatality-ratio, IFR). “C’è un altro indicatore che getta luce sulla virulenza di una malattia infettiva – ci spiega Stefano Petti, epidemiologo e docente de La Sapienza – ed è il numero degli infettati necessari per avere un decesso Covid. La formula per esprimerlo è l’inverso dell’IFR, quindi […]

  

Green Pass fino al 2023? Gli europei dicono no

Volete unirvi al vostro Green Pass e varcare con esso ogni frontiera e ogni altro ingresso, nella buona e nella cattiva sorte? Volete che tale unione sia indissolubile fino al giugno 2023? Si è conclusa l’8 aprile la Consultazione Popolare del Parlamento Europeo sulla proroga di adozione del certificato Covid in UE. La notizia non è stata molto diffusa, perlomeno in Italia. La abbiamo appresa da Alessandra Vandone Dell’Acqua che ne ha scritto qui. Vi invito a leggere l’articolo e qualcuno dei 385.191 commenti arrivati in due mesi. Qui. Come la collega di Informazione libera, pur non avendoli letti tutti, […]

  

Bambini più vaccinati ma più infettati, ecco i dati

Vi invito a leggere l’articolo apparso ieri sul portale Assis. Qui. Il pediatra Eugenio Serravalle ha pubblicato i dati dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) riferiti alle prime tre settimane di vaccinazioni dei bambini dai 5 agli 11 anni. L’ultimo report ISS del 30 marzo, qui, conferma un aspetto già evidente nella seconda settimana (ma in percentuali più basse): fra i bambini vaccinati con ciclo completo i casi di infezione da Covid sono il 19% in più rispetto ai bambini non vaccinati. L’ISS si limita a pubblicare i dati crudi e in numero assoluto. Sono le percentuali a mostrare l’impennata. I […]

  

Da quando la discriminazione non fa più notizia?

    L’antefatto: abbiamo saputo della protesta del professore di Filosofia del liceo Einstein di Milano e ne abbiamo parlato qui: Saverio Mauro Tassi dorme in tenda da 21 notti e, da altrettanti giorni, ha ripreso lo sciopero della fame (si nutre solo di liquidi) per richiamare l’attenzione del ministero dell’Istruzione sulla discriminazione creata dal Green Pass. Sì perché, anche se ciò che indigna il professore non fa notizia, ci sono comunque – e purtroppo – studenti di serie A e studenti di serie B. I primi, i privilegiati, possono salire sugli autobus, partecipare alle gite scolastiche e praticare tutti […]

  

Il Consiglio di Giustizia per la Sicilia, “Vaccini troppo rischiosi, l’obbligo è incostituzionale”

È di ieri la sentenza del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Sicilia (sorta di sede distaccata del Consiglio di Stato) che chiama in causa direttamente la Corte Costituzionale sulla legittimità dell’obbligo vaccinale. Toccherà alla suprema Corte esprimersi sulla costituzionalità dell’imposizione dei prodotti anti Covid per gli operatori sanitari (ma, a cascata, le motivazioni varranno anche per gli altri lavoratori), visto l’alto numero degli eventi avversi post vaccinazione. Andiamo con ordine. Il massimo organo giurisdizionale amministrativo della Sicilia ha accolto le tesi di due avvocati, Vincenzo Sparti e Roberto De Petro, in difesa di un infermiere specializzando a cui […]

  

Il Blog di Gioia Locati © 2022
jQuery(document).ready(function(){ Cufon.replace('h2', { fontFamily: 'Knema' }); }); */ ?>